• Mirco Castiglioni - urologo

    Mirco Castiglioni

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Gorani 1, Milano

      Centro Medico Agorà

  • Gabriele Sciaraffia - andrologo

    Gabriele Sciaraffia

    andrologo, urologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Viale Caterina Da Forlì 3 -MILANO (Angolo Piazza Tripoli), Milano

      Studio Atlante

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Fosse Ardeatine,2- RHO (Edificio Farmacia Chiaudani,Piano Seminterrato,Alla Fine Della Via), Rho

      Ambulatorio medico

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Bertola 3, Novate Milanese

      Ambulatorio Cl. San Carlo-Novate MI

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Città, Milano

      Visita Urologica /Andrologica domiciliare

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Gaetano Donizetti, 6, Cusano Milanino

      Poliambulatorio Cl. San Carlo Cusano

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Piazzetta di Brera, 17, Milano

      Istituto Clinico Brera

  • Maurizio Motta - andrologo

    Maurizio Motta

    andrologo, urologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Santa Croce 4, Milano

      Studio Medico Milano

  • Federica Mazzoleni - urologo

    Federica Mazzoleni

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Simone Martini, 22/a, Milano

      Centro polidpecislistico San Marco

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via M. Gioia 37 (Edificio Palazzo Regione Lombardia, a pochi metri da fermata Gioia -linea verde- e dalla Centrale Fs), Milano

      Centro Medico Lombardo

  • Salvatore Grimaldi - andrologo

    Salvatore Grimaldi

    andrologo, urologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Romolo Gessi 8, Milano

      Centro Medico Milano

  • Andrea Russo - urologo

    Andrea Russo

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Salvio Giuliano, 5/3, Milano

      Washington Medical Center

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Giuseppe Ripamonti, 435, Milano

      Istituto Europeo di Oncologia

  • Cornelia Sparios - andrologo

    Cornelia Sparios

    andrologo, ginecologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via A. Mambretti, 40, Milano

      Studio Galates

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Corso Vercelli 7, Milano

      Studi Medici Vercelli

  • Francesco Ciociola - endocrinologo

    Francesco Ciociola

    endocrinologo, andrologo, medico di base

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via San Calimero 17, Milano

      STUDIO SAN CALIMERO

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Vittorio Emanuele II, 15/17, Buccinasco

      Ambulatorio Buccinasco

  • Carlo Rando - andrologo

    Carlo Rando

    andrologo, chirurgo generale, urologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Viale Monza 40, Milano

      Studio Privato Andrologico

  • Umberto Santaniello - urologo

    Umberto Santaniello

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via simone martini 22, Milano

      Centro Medico San Marco

  • Matteo Maggioni - urologo

    Matteo Maggioni

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Buonarroti 48, Milano

      Casa di Cura Columbus

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Quadronno 29, Milano

      Casa di Cura "La Madonnina"

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Carlo Crivelli 15/1, Milano

      Studio medico Zampori

  • Matteo Giulio Spinelli - urologo

    Matteo Giulio Spinelli

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via della Commenda, Milano

      Centro Medico Città di Milano

  • Elena Tondelli - urologo

    Elena Tondelli

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via San Vittore, 12, Milano

      Ospedale San Giuseppe Istituto Ospedaliero Multimedica

  • Augusto Vercesi - urologo

    Augusto Vercesi

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Giovanni Pacini 15, Milano, Milano

      Centro Polispecialistico Pacini

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Buonarroti 48, Milano

      Casa di Cura Columbus

  • Dario Ratti - urologo

    Dario Ratti

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Piazza Edmondo Malan, 1, San Donato Milanese

      I.R.C.C.S. Policlinico San Donato

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Orti 27, Milano

      Fondazione Moscati

  • PIERO LARCHER - urologo

    PIERO LARCHER

    urologo, andrologo, terapeuta

    • pin-iconCreated with Sketch.

      ViA GIOTTO 30 Milano, Milano

      STUDIO MEDICO UROLOGICO ANDROLOGICO GIOTTO

  • Giorgio Bozzini - urologo

    Giorgio Bozzini

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via Melchiorre Gioia, 37, Milano

      Centro Medico Lombardo

  • Francesco Orio - diabetologo

    Francesco Orio

    diabetologo, endocrinologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Galleria Strasburgo n 3, Milano

      Centro Medico Durini, Milano

  • Stefano Picozzi - urologo

    Stefano Picozzi

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Via San Gregorio 3, Milano

      Camedi

  • Davide Abed El Rahman - urologo

    Davide Abed El Rahman

    urologo, andrologo

    • pin-iconCreated with Sketch.

      Corso Europa 250, Rho

      Ospedale Di Circolo - Rho (A.O. "G. Salvini" - Garbagnate)

Il dottore racconta

Carlo Rando, andrologo Milano

Prof. Carlo Rando

andrologo, chirurgo generale, urologo


Di cosa si occupa l'andrologo?

Si occupa delle questioni funzionali e disfunzionali della struttura genitale: pene, testicoli, prostata. Ogni questione viene inserita nel contesto complessivo dell'organismo perché le funzioni e disfunzioni genitali il più delle volte derivano dalle condizioni di equilibrio o squilibrio generale. L'andrologo quindi deve sempre verificare anche le condizioni metabolico-ossidative, cardio-vascolari, neuro-endocrine, immunitarie, comportamentali... ovviamente anche scegliendo in relazione alla storia e all'ambiente del paziente.

A che età consigli di fare la prima visita andrologica di controllo?

La prima valutazione andrebbe svolta intorno ai 15 anni di età o, volendo evitare l'autorizzazione dei genitori, subito dopo i 18 anni di età. Avere conoscenza delle condizioni funzionali e disfunzionali genitali il prima possibile, anche in assenza di sintomi, è fondamentale per la prevenzione o per la cura precoce. Il primo controllo dovrebbe sempre comprendere la valutazione clinica, l'ecografia doppler pelvico-prostatica e scroto-testicolare, lo spermiogramma.

Quali sono i primi sintomi del varicocele? Che controlli si possono fare a casa per riconoscerlo e prevenirlo?

Purtroppo non si può prevenire in quanto è frutto di una problema strutturale delle vene che perdono il loro tono e così si dilatano in ragione dell'aumento del flusso di sangue generato dalla normale funzione genitale (motivo per cui insorge dalla pubertà in poi). Il principale segnale è un senso di peso o fastidio allo scroto, soprattutto in caso di aumento della pressione (attività fisica di carico, stazione eretta prolungata, rapporto sessuale intenso e prolungato). Nelle forme lievi o moderate e a volte anche nelle forme consistenti, tale sintomo può essere assente o così saltuario da essere trascurato. Il controllo autonomo è dato dal rilevare la presenza di vene dilatate sopra e dietro il testicolo, sia a destra che a sinistra: nelle forme maggiori si vedono anche a distanza. La valutazione è svolta dall'andrologo in via manuale e in via ecografica e dovrà sempre essere accuratamente svolta sia a destra che a sinistra. Io spermiogramma e l'analisi ossidativa dello sperma sono sempre fondamentali per verificare il grado di disfunzione prodotto dal varicocele e quindi decidere il percorso terapeutico.

Quale domanda ricevi più spesso dai tuoi pazienti? Come rispondi?

Le questioni più frequenti sia nei pazienti giovani che in quelli adulti sono relative alla qualità della fertilità e della capacità erettile, ma non sono da meno quelle relative alle dimensioni.

La risposta cerca sempre di spiegare gli aspetti fondamentali del problema e delle ragioni della disfunzione, così da stimolare il paziente a comprendere meglio il proprio problema.



In relazione alla qualità della fertilità cerco sempre di spiegare che la qualità non è solo un problema di possibilità procreativa, ma anche di qualità della salute generale e che quindi uno sperma che può avere caratteri minimi utili alla procreazione, può essere segnale di uno squilibrio più generale così da meritare attenzione anche in carenza della volontà di procreare.