Visita urologica - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Visita urologica

La visita urologica è un’indagine indolore e non invasiva che viene richiesta dal medico di base quando il paziente soffre di dolori o disturbi legati alle vie urinarie o agli organi genitali femminili o maschili.

Si ricorre dunque alla visita urologica per comprovare l’eventuale presenza di disturbi e affezioni delle vie urinarie, come:

  • Calcolosi renale;

  • Infezioni delle vie urinarie (reni, ureteri, vescica, uretra);

  • Disturbi della minzione;

  • Problemi riproduttivi o sessuali;

  • Tumori degli organi dell’apparato urinario (sia maschile che femminile);

  • Prostatiti croniche o acute;

  • Deficit dell’erezione;

  • Tumori della prostata;

  • Infertilità di coppia;

  • Ipertrofia prostatica benigna;

  • Infezioni genitali femminili o maschili.

La visita si svolge in maniera leggermente differente a seconda del sesso dei pazienti e dei sintomi specifici lamentati. La visita urologica femminile è molto somigliante alla visita di controllo ginecologica: prevede, in caso di incontinenza urinaria, l’esplorazione del piano perineale.

Un urologo avvicina lo stetoscopio a dei reniDurante una visita urologica maschile, nel caso di disturbi maschili che comportino una difficoltà a urinare, si procede con l’esplorazione rettale (introduzione del dito indice nel retto, coperto da guanto sterile e lubrificato) per effettuare la palpazione della prostata e poterne valutare eventuali anomalie e consistenza.

Sia nel caso della visita urologica maschile che in quella femminile, lo specialista urologo richiede spesso di effettuare esami di secondo livello (es. esami del sangue) per definire in modo più accurato il quadro clinico del paziente.

La visita urologica dura in media 10-20 minuti, non richiede alcuna norma di preparazione specifica e non presenta effetti collaterali né controindicazioni.

A fini preventivi è bene sottolineare l’importanza di una visita urologica di controllo e di un dosaggio del PSA a partire dai 50 anni di età nella popolazione maschile: consentono infatti di individuare per tempo patologie come il tumore della prostata. Nei casi di familiarità, è bene anticipare i controlli ai 45 anni di età.

Esperti in visita urologica

Trova esperti in Visita Urologica nella tua città:
Alessandro Giammò

Alessandro Giammò

Urologo, Andrologo

Torino

Prenota ora
Francesco Morabito

Francesco Morabito

Urologo, Andrologo

Asti

Prenota ora
Michele Lanciotti

Michele Lanciotti

Urologo, Andrologo

Cecina

Prenota ora
Paolo Piana

Paolo Piana

Urologo

Torino

Prenota ora
Modestino Giovanni Tronino

Modestino Giovanni Tronino

Andrologo, Urologo

Orta di Atella

Prenota ora

Domande su Visita urologica

I nostri esperti hanno risposto a 29 domande su Visita urologica

Buona sera, potrebbe essere il segno di una prostatite associato ad una ipertrofia prostatica. Occorrerebbe una visita per valutare la prostata eventualmente integrata da un psa, urocoltura…
2 risposte
Se diagnosticato in seguito a Visita Specialistica e se provoca dolore,necessita di intervento di fissazione testicolare
6 risposte
Dr. Luciano Maiotti
Dr. Luciano Maiotti
Urologo, Medico di base
Perugia
La sintomatologia riferita potrebbe essere causata da una infezione urogenitale,pertanto sarebbe utile una visita specialistica urologica
6 risposte

Quali professionisti effettuano Visita urologica?

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.