Indirizzi (2)


Pazienti senza assicurazione sanitaria


Consulenza online (descrizione) • 50 €


089 936..... Mostra numero

Il pagamento va effettuato subito dopo la prenotazione della consulenza online. Avrai 30 minuti di tempo per completare il pagamento, in caso contrario la tua prenotazione verrà cancellata.

I pagamenti per le consulenze sono inviati direttamente allo specialista, che è anche responsabile della policy di cancellazione e rimborso.

In caso di eventuali problemi con il pagamento, ti preghiamo di contattare lo specialista.

Ricorda, MioDottore non ti addebita alcuna commissione aggiuntiva per la prenotazione dell'appuntamento e non processa i pagamenti per conto dello specialista.

Per favore, leggi con attenzione la policy di cancellazione e rimborso.


30 minuti prima della consulenza, riceverai SMS ed email contenenti il link per effettuare il videoconsulto. Clicca sul link e attendi lo specialista. Non è necessario scaricare alcun software e potrai collegarti al videoconsulto sia dal PC che dal cellulare.


Tieniti pronto 10 minuti prima della consulenza. Assicurati che la batteria del tuo dispositivo sia carica. Per i videoconsulti: controlla la tua connessione internet e il corretto funzionamento di camera e microfono. Tieni a portata di mano eventuali referti medici (es. il risultato degli esami).

Via delle Botteghelle 11, Salerno
Sara Buccafusca


Pazienti senza assicurazione sanitaria


Presso questo indirizzo visito: adulti
Contanti, Bonifico, Bonifico istantaneo
089 936..... Mostra numero

Esperienze

Su di me

Non è facile presentarsi in due righe, penso che si possa capire qualcosa in più di me e della mia professionalità leggendo il mio blog: http://psyche...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Disturbi dell'umore
  • Disturbo d'ansia generalizzato
  • Dipendenza affettiva
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Seconda università gli studi di Napoli
  • Imeps
  • Cifric

Specializzazioni

  • Psicologia Clinica
  • Psicoterapia sistemico relazionale
  • Psicodiagnostica


Competenze linguistiche

Italiano

Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Colloquio psicologico


Via delle Botteghelle 11, Salerno

da 50 €

Sara Buccafusca

Per iniziare a guardarsi dentro... per imparare a sentire le proprie emozioni... per chi sta vivendo un momento difficile e vuole farsi un quadro più completo di cosa gli sta succedendo


Consulenza online


50 €

Consulenza Online

Il primo colloquio è gratuito. Penso che sia importante sia per il paziente che per me avere uno spazio di verifica. Si creerà quella sintonia tale da predisporci l’uno verso l’altro?

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
3 recensioni

M
Presso: Sara Buccafusca colloquio psicologico

La dott.ssa Buccafusca è stata per me un aiuto fondamentale in un periodo particolarmente difficile della mia vita, lavorando con me con incredibile dedizione e professionalità. Non posso che consigliarla per le sue qualità umane di accoglienza, dolcezza ed empatia grazie alle quali abbiamo instaurato un rapporto terapeutico solido e di eccezionale fiducia. Con il suo supporto sono riuscita ad affrontare i miei problemi di ansia e di autostima, ricercandone le radici profonde in eventi traumatici della mia infanzia e a costruire una profonda consapevolezza di me stessa.


L
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Consulenza Online consulenza online

Sempre disponibile ad assecondare le esigenze del paziente, sempre puntuale.... Persona accogliente, cortese ed educata.


A
Presso: Sara Buccafusca colloquio psicologico

La prima volta che ho incontrato Sara ho sentito subito che mi avrebbe aiutata. Avevo già cercato una consulenza psicologica in passato, ma non ero mai riuscita a sentirmi a mio agio. La dottoressa è molto empatica e disponibile, mi ha guidata per anni in un percorso alla conoscenza di me stessa e dei miei desideri. Grazie a lei sono uscita da una relazione tossica davvero pesante ed è stata di grande supporto per affrontare le mie paure, dalla "semplice" ansia agli attacchi di panico. Mi ha sostenuta in momenti di salute estremamente delicati, oltre che nelle scelte di vita e professionali. Mi sono trovata bene sia con le sedute in presenza che online. Consigliata sotto ogni punto di vista.

Dott.ssa Rosaria Buccafusca

Grazie Anna, è stato arricchente conoscerti, sento che in quegli anni siamo cresciute entrambe e ti ringrazio di esserti fidata affidandoti, avendo il coraggio di lavorare anche sulle tue vulnerabilità. Grazie di cuore.


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 6 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Domande su Ludopatia

    Salve, solo ora ho scoperto che mio marito gioca somme importanti a distanza di 15 minuti 10 minuti poi ci sono giorni che nemmeno gioca, non avendo il conto in comune mi sono sempre fidata delle rate che diceva di avere! Ma guardando l'email ho visto una conferma di prestito da li ho iniziato a controllare il telefono fino ad arrivare all`amara sorpresa ha fatto tanti prestiti, ha svuotato il libretto di nostro figlio aperto alla nascita... Ancora incredula non so come gestire questa situazione è un dipendente pubblico e potrebbe richiedere altri prestiti, chiede i soldi anche ai genitori che sono anziani e vorrei risparmiargli questa sofferenza. Lui ha ammesso il problema ma dice che non vuole specialistici, mi ha dato gli accessi al conto per monitorarlo e mi ha detto che è contento che questa storia sia venuta fuori per smettere! Ma io ho difficoltà a credergli ho paura sia una calma apparente...come devo comportarmi? Non si rende conto degli importi scommessi e nega i prestiti davanti all'evidenza,come se non riconoscesse il reale valore dei soldi da premettere è così anche quando andava a fare la spesa per lui un pacco di pasta o 1 euro o 10 euro non fa differenza. Mi scuso per essermi dilungata ma proprio non so con chi parlarne. Grazie

    Buonasera,
    per chi vive questo tipo di problematica il primo grande scoglio è proprio quello di ammettere di aver bisogno di un aiuto specialistico. Adesso è tutto sulle sue spalle e penso che sia poco sostenibile per lei. È un buon primo passo che le abbia dato i codici del conto ma perché le ricadute diventino motivo di riflessione c'è bisogno di un contesto di cura. La negazione del livello di problematicità a cui è arrivato gli serve per mantenere intatto il suo senso di autostima ma è un castello di sabbia... Con un aiuto professionale può andare ad indagare su cosa c'è dietro questo bisogno di giocare, cosa va a compensare? Per qualsiasi informazione sono a disposizione.

    Dott.ssa Rosaria Buccafusca

  • Buonasera dottori, vi ringrazio moltissimo per questo prezioso servizio. Sono sollevata nel trovare un appoggio anche a distanza e vorrei porvi una domanda forse un po' stupida, sperando che una risposta mi tiri fuori da questa situazione che non riesco a gestire.
    Prima spiego la situazione, sperando di non essere prolissa.
    Ho 22 anni, sono una laureanda, in questo momento sto "lavorando" (si fa per dire) alla tesi del mio triennio appena concluso. Non sono fuori corso ma ammetto di aver preso ogni esame con metodo e calma, per questo mi trovo all'ultima sessione tesi disponibile nel mio anno (oltre dovrei pagare nuovamente una retta abbastanza cospicua).
    E ora espongo il problema.
    Il fatto è che è da ottobre che dovrei aver cominciato a lavorare a questa tesi ma ho incredibilmente procastinato il tutto fino ad oggi e mi ritrovo a meno di due mesi dalla sessione con solo uno schema e qualche fonte su 60 pagine che dovrei redigere. Non so nemmeno perché io abbia rimandato così tanto, non so dire da dove sia partito questo impulso e vedo gli ultimi 4 mesi passare come un lampo. Pigra non sono mai stata, soprattutto nello studio!
    Sono estremamente ansiosa in ambito scolastico, quindi questa situazione così assurda mi sta causando una serie di malsani sensi di colpa e una grande angoscia crescente (che merito assolutamente, lo so). Adesso dovrei davvero lavorare ma in qualche modo mi trovo tutti i giorni davanti al computer con una nausea assurda, senza concludere niente e chiudendo tutti i file 20 minuti dopo averli aperti. Sono in un loop che non riesco a spezzare. È come se adesso nella mia testa ci fosse solo una linea retta, piatta. Come posso uscire da questa situazione? Ho provato di tutto: l'isolamento dalle distrazioni come i dispositivi elettronici, la sveglia alle 8 del mattino, la notte in bianco, la corsa per sfogarmi, non sta funzionando niente. Due giorni fa mi sono presa un giorno intero per sentire le mie amiche, cercare di distrarmi, vedere se la lampadina nel cervello si riaccendeva. Niente, la consapevolezza di avere ormai i minuti contati mi ha impedito ogni distacco, anche se poi non arrivo a concludere niente, al massimo qualche articolo salvato nelle varie cartelle. La mia gentilissima relatrice si è limitata a dirmi che sono in ritardo e che non può fare niente per questa situazione anche se mi aspettavo una predica (avrebbe avuto solo ragione!). Mi sento in colpa per qualsiasi cosa, anche se sto cucinando o stirando, perché sento di rubare tempo alla tesi che TANTO non sto continuando. C'è un modo per tornare concentrata sull'obiettivo? Sono una persona molto studiosa, ho una media molto alta e voti buoni e non capisco cosa sia successo. Risulto estremamente infantile e me ne rendo conto ma giuro di non esserlo mai stata prima. Perché adesso? Proprio alla fine del percorso poi, mentre dovrei solo essere ansiosa di avere il risultato in mano e passare alla prossima sfida. So di essere veloce, quando mi ci metto, non sarebbe impossibile redigere questa tesi in poche settimane, ma sono al limite ormai! O comincio ora o non ce la farò e dovrò pagare soldi che non posso spendere in questo modo, a causa della mia stupidità ingiustificata.
    Ecco, so che è davvero una situazione stupidissima e chiedo scusa per questa parentesi pietosa. Però se esiste un modo per sbloccare il cervello, credo di averne bisogno.
    Vi ringrazio per la pazienza, anche solo per aver letto fino a qui (per non essere in grado di scrivere una tesi ho steso un bel poema eh?..)
    Spero di uscire da questo disastro,
    Cordialmente
    M.

    Buonasera M., del tuo quesito mi ha colpito molto il fatto che ti sia definita stupida, meritevole di prediche, estremamente infantile. Mi sembra che la tua parte più studiosa non accetta proprio che ti stia trovando in questa situazione e forse più consideri questo "disastro" così lontano da te più metti in atto difese che ti "aiutano" ad evitare questa realtà dura da accettare per l'idea che hai di te. Una ragazza studiosa può comportarsi come hai fatto tu? Inizia a risponderti di sì. Inizia dal non giudicarti, penso che il resto tornerà, un po' alla volta. Se hai voglia di parlarne io ci sono.

    Dott.ssa Rosaria Buccafusca

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Non è facile presentarsi in due righe, penso che si possa capire qualcosa in più di me e della mia professionalità leggendo il mio blog: http://psyche...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Disturbi dell'umore
  • Disturbo d'ansia generalizzato
  • Dipendenza affettiva
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Seconda università gli studi di Napoli
  • Imeps
  • Cifric

Specializzazioni

  • Psicologia Clinica
  • Psicoterapia sistemico relazionale
  • Psicodiagnostica

Tirocini

  • Uosm Salerno
  • Uosmi Salerno
  • Cooperativa Agape
Visualizza altre informazioni

Certificati



Competenze linguistiche

Italiano

Account dei social media


Ricerche correlate