Indirizzo

Studio Privato
Corso Re Umberto 98, Circoscrizione 1 , Torino


Pazienti senza assicurazione sanitaria


011 5..... Mostra numero
331 832..... Mostra numero


Esperienze

Su di me

www.lauraferrero.it
Laura Ferrero, nata a Cuneo il 23-2-1969, ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi ...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Università di Torino

Specializzazioni

  • Scienze dell'alimentazione
  • Medicina Estetica
  • Medicina antiaging


Video


Competenze linguistiche

  • Inglese,
  • Italiano

Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Prestazioni suggerite


Corso Re Umberto 98, Torino

150 €

Studio Privato

La visita di Medicina Estetica segue tutte le fasi di una classica visita medico-specialistica per valutare l’intervento più adeguato al problema riportato dal paziente.
La prima visita medico-estetica non è consigliata solo a chi riporta un inestetismo cutaneo, ma è opportuno “prevenire” eventuali futuri inestetismi, come l’invecchiamento cutaneo, che non è solo causato dall’età, ma anche da fattori atmosferici, come smog e sole e cattive abitudini, come fumo e cattiva alimentazione.

LE FASI DELLA VISITA DI MEDICINA ESTETICA

• Anamnesi: raccolta di tutte le informazioni generali sulla salute del paziente (prossima e remota, esami ematochimici) stile di vita, prodotti per lo skincare quotidiano e terapie farmacologiche in atto.

• Esame obiettivo viso: checkup della pelle del viso, collo e decolleté con l’ausilio delle seguenti indagini cliniche e strumentali
o Dermatoscopio: epiluminescenza, o dermatoscopia, è un esame diagnostico non invasivo che permette di esaminare l'epidermide, il derma e altre parti della pelle, al fine di riconoscere eventuali anomalie e irregolarità nella pigmentazione e in altri aspetti, contribuendo alla diagnosi di tumori benigni e maligni, tra cui il melanoma
o Skinscanner viso: è un esame che analizza la purezza della superficie cutanea, le dimensioni della pigmentazione facciale a livello epidermico, le linee di espressione, la profondità delle rughe misurate in base alla densità della pelle, la texture, la sensibilità cutanea e il metabolismo cellulare, la condizione della pelle in relazione all’acne e alle impurità, il danno del pigmento e l’attività dei melanociti, lo stato dell’idratazione.
o Fotocamera digitale : osservare le immagini fotografiche sul monitor del computer, con una immediata sovrapponibilità, enfatizza infatti i cambiamenti in atto e aiuta a rispondere alle aspettative dell’osservatore.

• Esame obiettivo corpo: valutazione morfo-antropometrica (valutazione eccessi adiposi, carenze muscolari, struttura ossea, valutazione posturale, valutazione angiologica e linfatica, valutazione cutanea) supportata da indagini strumentali
o Impedenziometria : permette di misurare la percentuale di massa grassa, magra, quantità di acqua presente nel corpo, stima del metabolismo basale
o Plicometria : stima la densità della massa magra e della massa grassa in aree specifiche del corpo
o Misurazione dei parametri antropometrici: la misurazione viene fatta attraverso una bilancia con altimetro e misura del giro vita
o Fotocamera digitale

• Inquadramento diagnostico dell’inestetismo clinico
• Impostazione del programma terapeutico mirato e di prevenzione generale come lo stile di vita, l’alimentazione, skincare domiciliare.
• Durante la visita medico-estetica il paziente è informato di tutti i pro e i contro e di eventuali possibili rischi, numero di sedute, tempi necessari per avere risultati ottimali e duraturi nel tempo nonché le diverse alternative terapeutiche in modo che il paziente possa riflettere su quale intervento sia più adatto alle sue esigenze.
• Al termine della visita verrà rilasciata la documentazione relativa alla visita e alle immagini fotografiche. Qualora si proceda al trattamento concordato previa firma del consenso informato, al paziente verrà consegnato il documento che attesta la tracciabilità del prodotto utilizzato e/o la documentazione scientifica della procedura eseguita (laser, ultrasuoni ad alta frequenza, radiofrequenza frazionata), nonché il trattamento cosmeceutico domiciliare specifico.



Corso Re Umberto 98, Torino

220 €

Studio Privato

La visita dietologica consiste in una valutazione nutrizionale della persona per diagnosticare il suo stato di salute e impostare così la terapia adatta per raggiungere non solo un obiettivo ponderale ma anche la correzione di eventuali quadri metabolici alterati. Quando si tratta di una condizione di sovrappeso o obesità, il fine del consulto dietologico messo in atto è quello raggiungere il peso ragionevole e quando possibile il peso ideale. Si forniscono indicazioni dietetiche specifiche per patologia, ovvero, facendo particolare attenzione alle eventuali comorbidità associate, quali ad esempio ipertensione, diabete, dislipidemia, insufficienza epatica, insufficienza renale. Nel caso invece di una magrezza patologica, lo scopo della consulenza dietologica è quello migliorare il quadro nutrizionale del paziente evitando l’insorgenza di quadri carenziali importanti, sempre cercando di diagnosticare la causa scatenante di tale malnutrizione.

Quest’ultima, naturalmente, deve avere una visione quanto più completa e corretta delle caratteristiche fisiologiche e patologiche del paziente: viene quindi stilata una vera e propria cartella clinica, in cui si annotano anche i risultati di eventuali esami del sangue effettuati nei precedenti sei mesi.

Se il paziente non ne ha a disposizione di recenti, verranno prescritti dalla dottoressa. Potrebbero essere utili inoltre esami strumentali, quali ecografia dell’addome, gastroscopia o colonscopia. Viene stilata la storia clinica del paziente attraverso il suo percorso ponderale (eventuali tentativi di perdita di peso precedenti, o al contrario drastici cali, se tali cambiamenti sono stati spontanei, indotti o causati da patologie, trattamenti, etc.) e farmacologico, nel caso sia stato sottoposto a terapie legate al contesto nutrizionale.

L’analisi non si limita al punto di vista puramente medico, ma prende in esame anche le abitudini alimentari e della vita quotidiana dell’individuo, incluso il quadro familiare, lavorativo ed eventuale attività fisica svolta, in modo da poter stilare una dieta che rispetti per quanto possibile i suoi ritmi, le necessità e i gusti. Vengono prese in esame anche le motivazioni che l’hanno spinto ad effettuare alla visita dietologica, così da poter elaborare un percorso più mirato e soddisfacente.

Conclusa la fase di compilazione si passa alla visita vera e propria, che prevede un esame obiettivo delle misurazioni antropometriche (peso, altezza, diametri), calcolo dell’indice di massa corporea per definire il grado di obesità o sovrappeso e impedenzometria (calcolo di massa grassa, massa magra, percentuale d’acqua nel corpo, metabolismo basale e peso idealmente raggiungibile).

In base ai dati raccolti e alle condizioni fisiche del paziente viene quindi stilato un piano dietetico personalizzato. In caso di sovrappeso o obesità, questo sarà volto alla perdita di peso entro circa due mesi dalla prima visita (intorno al 10% in meno rispetto al peso di partenza per soggetti in sovrappeso, 20% per soggetti obesi), mantenendo un buono stato di salute che riduca il rischio di patologie cardiovascolari e metaboliche; si tiene naturalmente conto di disturbi eventualmente già eventualmente presenti (diabete, ipertensione, insufficienza renale…).

In caso di paziente sottopeso, la dieta è finalizzata ad apportare i nutrienti di cui può trovarsi in carenza, in modo da agevolare il recupero della piena funzionalità metabolica e di un peso adeguato alla sua età, sesso, altezza, ecc.



Il costo della Prima Visita Dietologica comprende:

la visita medica specialistica,
l’esame della composizione corporea,
IL PIANO DIETOLOGICO PERSONALIZZATO che viene consegnato subito e spiegato nel dettaglio.

Altre prestazioni


Corso Re Umberto 98, Torino

200 €

Studio Privato

La biorivitalizzazione è un trattamento antiage iniettivo che si basa sull’utilizzo di particolari sostanze (bio-compatibili e riassorbibili) che vengono introdotte nel derma con aghi molto sottili per riattivare la parte più vitale della cute e favorire il ripristino della situazione fisiologica delle pelli giovani: tono, compattezza, idratazione.

Le sostanze adoperate per la bioristrutturazione (stimolatori del Collagene o Acido Ialuronico abbinato ad Aminoacidi e Vitamine), riattivano il metabolismo e il turnover cellulare e stimolano i Fibroblasti a produrre nuovo Collagene; la pelle riacquista elasticità, morbidezza e un grado ideale di idratazione.IL TRATTAMENTO DI BIORIVITALIZZAZIONE
Il trattamento di biorivitalizzazione si esegue periodicamente, per prevenire e combattere efficacemente i segni dell’invecchiamento. Anche le pelli giovani possono trarne giovamento, perché le sostanze impiegate garantiscono un’idratazione profonda che ritarda la comparsa di inestetismi dovuti all’età e ostacolano il danno ossidativo che è dovuto a fattori ambientali e all’esposizione ai raggi solari.

Le sedute di biorivitalizzazione vengono effettuate una volta al mese per tre mesi consecutivi, non sono dolorose e non comportano effetti collaterali se non, in rari casi, un lieve rossore temporaneo o un piccolo livido dovuto al trauma dell’ago nella zona di inserimento, che tende a scomparire spontaneamente in due-tre giorni.

Attraverso una piccola siringa, dotata di ago sottilissimo, vengono infiltrate alcune gocce del prodotto biorivitalizzante nell’area interessata; la sensazione di dolore è scarsa o nulla. Esistono varie tecniche iniettive, che consentono di risolvere problemi di diverso tipo e gravità.

Il trattamento ha una durata di circa 15 minuti, e al termine si possono immediatamente riprendere le normali attività, senza alcuna medicazione. I risultati sono visibili e molto soddisfacenti fin dalle prime sedute: la pelle parrà visibilmente più luminosa, fresca e rilassata. Per mantenere la pelle morbida, elastica e compatta nel tempo sono consigliabili cicli di mantenimento due volte all’anno.

SEDI DI TRATTAMENTO
Le sedi di trattamento sono le seguenti:

terzo inferiore del volto
area perioculare
collo e docolletè
addome
interno coscia
interno braccia



Corso Re Umberto 98, Torino

500 €

Studio Privato

Il trattamento con la Tossina Botulinica di tipo A (Botox) è indicato per il temporaneo miglioramento delle rughe verticali di grado da moderato a severo, più comunemente note come rughe di espressione.

La Tossina Botulinica è una sostanza prodotta dal batterio Clostridium Botulinum. Iniettata nei muscoli provoca un transitorio blocco del rilascio dell’acetilcolina che è la sostanza che viene rilasciata dai nervi per trasmettere al muscolo lo stimolo per la contrazione. Quindi il muscolo nel quale la tossina viene iniettata si blocca (paralisi).

Il tipo A di questa tossina, trattata e purificata, prende il nome di Botox, in Italia VISTABEX e può venire iniettata in dosi minime (50 volte inferiori alla dose di rischio) nei muscoli mimici del viso per ridurne l’attività contrattile ed alleviare così le rughe d’espressione di grado da moderato a severo, come quelle della fronte, del contorno occhi e quelle rinolabiali. In alcuni casi l’operazione può essere effettuata anche su decolleté e collo.NDICAZIONI PER IL TRATTAMENTO CON BOTOX ® – BOTULINO
Sicuramente la Tossina Botulinica può ridurre e attenuare le rughe di espressione che sono causate da un uso continuo dei muscoli mimici della fronte, corrugare le sopracciglia o arricciare il naso, o avere un’espressione sempre corrucciata e preoccupata.

COME AVVIENE IL TRATTAMENTO
Il procedimento è controllato e reversibile e viene praticato ormai da molti anni, risultando forse il trattamento di medicina estetica più noto. Sono falsi miti dunque quelli che sostengono che la tossina botulinica sia un veleno e che “congeli” l’espressione: i risultati sono naturali e di fresca rilassatezza, posto ovviamente che il trattamento venga praticato da un professionista del settore.
L’iniezione, tendenzialmente non dolorosa, viene praticata in seduta ambulatoriale, senza ricovero e senza anestesia, nel giro di circa 15-20 minuti.

DOPO IL TRATTAMENTO CON IL BOTULINO
Il viso dopo l’infiltrazione si presenta leggermente arrossato dove è stata effettuata l’iniezione di Botox ®, ma per pochi minuti. Occasionalmente vi può essere un livido che però tende a riassorbirsi in pochi giorni. Possono essere presenti solamente dei leggeri bruciori per i primi due giorni. È possibile iniziare a truccarsi già dopo 10 minuti dall’infiltrazione di Botulino (Botox ®), e ci si potrà esporre al sole dopo circa dieci giorni. La ripresa di tutte le normali attività è immediata. Va ricordato che dopo il trattamento nel giorno in cui viene eseguito, la zona trattata deve rimanere in posizione verticale, non bisogna massaggiarla, vanno evitate saune, assunzione di alcool e attività fisica per ridurre il rischio di diffusione del farmaco. L’esposizione al sole è da evitare nei 10 giorni successivi.

DURATA DEI RISULTATI DEL BOTOX ®
Le infiltrazioni di Botox ® – Vistabex cominciano a dare risultati apprezzabili dopo 2-5 giorni dal trattamento, con il rilassamento del muscolo corrugatore, e raggiungono dopo un mese la massima efficacia. I risultati durano per altri 4-5 mesi, e poi scompaiono gradualmente.



Corso Re Umberto 98, Torino

120 €

Studio Privato

La carbossiterapia è una tecnica medica sviluppata in Francia negli anni ’30 che consiste nell’iniezione a livello sottocutaneo o intradermico di anidride carbonica attraverso aghi sottilissimi, al fine di migliorare l’elasticità della pelle, stimolare le fibre collagene, contrastare le cellule adipose e riattivare la microcircolazione senza causare danni alle strutture circostanti.

QUALI INESTETISMI VENGONO TRATTATI CON LA CARBOSSITERAPIA?
Gli inestetismi trattati con questa tecnica sono svariati e anche piuttosto importanti, come ad esempio le borse adipose perioculari e le occhiaie, il rilassamento cutaneo, le smagliature e la cellulite; queste ultime colpiscono moltissime donne e sono causate da fattori ormonali, accumulo di adipe e scarsa elasticità della pelle. Solo la carbossiterapia è in grado di trattare efficacemente questi inestetismi che spesso causano profondo imbarazzo nei soggetti colpiti, grazie alle sue azioni:

Vasodilatatoria, dovuta sia alla presenza dell’anidride carbonica che ad una maggiore pressione dell’ossigeno tessutale. Si creano anche nuovi capillari.
Stimolatoria della produzione di collagene, dovuta ad un finto messaggio di danno scatenato dall’iniezione di anidride carbonica, che quindi provoca una pronta risposta riparatoria dei tessuti.
Di lipolisi e lipoclasi, ovvero rottura delle cellule di grasso legata all’iperdistensione degli esterocettori sottocutanei, che rilasciano bradichinina, l’istamina, la serotonina e le catecolamine.
COS’È LA CARBOSSITERAPIA?
La carbossiterapia è un procedimento non invasivo e non doloroso, oltre che sicuro in quanto l’anidride carbonica viene prodotta naturalmente dal nostro corpo e riassorbita nel giro di circa 5-10 minuti. Gli unici effetti collaterali che possono presentarsi sono un leggero fastidio temporaneo e piccoli ematomi in corrispondenza dell’iniezione che si riassorbono entro un paio di giorni.
Per ottenere risultati ottimali e duraturi è consigliabile sottoporsi ad una decina di sedute da 15-20 minuti ciascuna, ma i primi effetti sono apprezzabili già dopo le prime 5 iniezioni.
Ovviamente è necessario rivolgersi ad uno specialista qualificato che sappia personalizzare il trattamento in base alle proprie esigenze o, al contrario, sconsigliarlo in caso di gravidanza, insufficienze renali, cardiache, epatiche o respiratorie, anemie, problemi circolatori etc.



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 250 €

Studio Privato

L’epilazione laser ad Alessandrite è un trattamento usato dalla medicina estetica che consente l’eliminazione dei peli superflui dalla pelle, sia dal viso che dal corpo. Questo metodo è considerato molto efficace per la rimozione dei peli. Il trattamento è indolore, efficace e viene eseguito in totale sicurezza. Il nostro studio a Torino utilizza la tecnologia laser di Renaissance che permette di ridurre progressivamente, seduta dopo seduta, gli indesiderati peli superflui.

Dopo poche sedute è possibile ottenere una progressiva riduzione dei peli indesiderati ed una pelle liscia e perfetta. Rispetto ai tradizionali metodi di depilazione come lametta o ceretta, inoltre, si avrà la riduzione del rischio della comparsa di follicoliti o di peli incarniti.



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 300 €

Studio Privato

’iniezione di filler a base di acido ialuronico è uno dei trattamenti più utilizzati per contrastare inestetismi del volto come volumi disarmonici, linee d’espressione e rughe dovute all’invecchiamento cutaneo (un processo naturale che stress, fumo, esposizione solare e uno stile di vita non corretto possono accelerare).

I filler dermici utilizzano l’acido ialuronico, un glicosaminoglicano presente nella matrice extracellulare del derma che fornisce alla cute supporto meccanico e nutritivo, in virtù della sua capacità idrofila, conferendo in tal modo volume e pienezza.

La sostanza iniettata, l’acido ialuronico, è un componente naturale dei tessuti connettivi del nostro corpo che conferisce alla pelle resistenza ed elasticità. Il passare degli anni provoca un abbassamento della sua concentrazione, portando alla formazione delle rughe.

L’acido ialuronico reperibile in commercio varia in formulazione, concentrazione e grado di cross-linking, fattori questi che influenzano la durata di permanenza del materiale ed il suo effetto di riempimento, ma anche la scelta dell’area di trattamento.

Il filler, dunque, è un trattamento estremamente non invasivo che restituisce alla pelle un suo originale componente e che contribuisce a rallentarne l’invecchiamento, risultando in una correzione discreta e naturale.CLASSIFICAZIONE DEI FILLER
I filler dermici vengono classificati in base alla durata di azione:

breve (meno di 4 mesi)
lunga (da 6 mesi a 1 anno)
semipermanente (1-2 anni)
permanente (più di 2 anni)
Si distinguono inoltre in base alla loro densità:

ad alta densità per definizione e correzione dell’area zigomatica, mentoniera, mandibolare, temporale
a media densità per solchi naso-labiali, ruga della marionetta, solco mentoniero
a bassa densità per aumento del volume del labbro, rughe periorali, rughe perioculari.
I filler più usati sono gel chiari, trasparenti ed incolore, alcuni dei quali sono addizionati di lidocaina, un anestetico fra i più utilizzati, per ridurre il disagio del paziente ed eventualmente evitare l’anestesia locale con anestetici topici.



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 300 €

Studio Privato



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 150 €

Studio Privato

La mesoterapia, o intradermoterapia distrettuale, è una tecnica di medicina estetica che prevede l’iniezione di piccolissime quantità di farmaci specifici per il trattamento di cellulite, problemi vascolari e rilassamento dei tessuti.
L’iniezione viene praticata negli strati più superficiali del derma, dove la scarsa vascolarizzazione permette un assorbimento più lento del farmaco, che quindi si può utilizzare in concentrazioni più elevate. Si evitano inoltre così le trasformazioni metaboliche a cui verrebbe sottoposto se assunto per via orale ed eventuali effetti collaterali determinati dall’interazione con organi non interessati dal disturbo da trattare.
Il trattamento può essere praticato esclusivamente da un medico, manualmente o con apparati di iniezione assistita, e la sua efficacia dipende principalmente dalla miscela di farmaci scelta: alcuni stimolano il sistema linfatico, altri quello venoso, altri ancora il tessuto connettivo. All’efficacia del trattamento concorre inoltre, seppure in misura minore, lo stimolo meccanico dell’ago e la distensione dei tessuti in seguito all’iniezione.I PRODOTTI UTILIZZATI NELLA MESOTERAPIA
I prodotti utilizzati si suddividono in:

lipolitici: per eliminare il grasso aumentandone il metabolismo. Di recente è stata messa a punto una miscela di peptidi biomimetici (Nonapeptide-32, Pentapeptide-43, Tripeptide-41, Octapeptide-11) che riducono il volume dell’adipocita e impedendone il successivo ingrandimento.
flebotropici: per migliorare la circolazione venosa.
linfotonici: per drenare il sistema linfatico
eutrofizzanti: per tonificare il tessuto connettivo.
Le sostanze possono essere sintetiche, naturali o omotossicologiche, ma devono rispettare alcuni importanti requisiti. Devono infatti essere:

Idrosolubili ma non liposolubili
Perfettamente tollerabili dal tessuto sottocutaneo per non provocare effetti collaterali, ipersensibilità e allergie
Isotoniche, per non provocare reazioni osmotiche avverse con le cellule circostanti
Compatibili tra di loro, con lo stesso PH, in modo da non presentare grumi, opalescenze e cambiamenti fisici una volta miscelate, e in grado di agire in sinergia senza annullare i reciproci effetti



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 200 €

Studio Privato

Il peeling è una tecnica che incrementa il rinnovamento degli strati dell’epidermide, utilizzando mezzi chimici e fisici che agiscono dall’esterno verso l’interno.IL PEELING CHIMICO
Il peeling chimico consiste nell’applicazione di una o più sostanze chimiche (in immediata o ritardata successione) in grado di indurre una reazione esfoliativa più o meno marcata (rimozione dello strato corneo, distruzione e asportazione di strati epidermici e dermici ), ed il successivo processo di rigenerazione (turnover) cellulare allo scopo di risolvere o migliorare un “problema” clinico-estetico della cute. Lo strato corneo (lo strato più superficiale della pelle), infatti, elimina ogni giorno, attraverso un meccanismo fisiologico, un numero infinito di cellule. Il peeling chimico è una tecnica di Medicina Estetica che ha l’obiettivo di accelerare, attraverso l’applicazione di sostanze chimiche, la naturale esfoliazione della pelle eliminando le cellule danneggiate e degenerate, che vengono sostituite da cellule epidermiche normali, indurre una infiammazione che attiva la produzione di collagene ed elastina (rivitalizzazione e ringiovanimento del derma mediante stimolazione dei fibroblasti e neosintesi di fibre di collagene, glicosaminoglicani, e altre sostanze fondamentali nella costruzione del derma).

Ne risulta un pelle che dopo il trattamento appare più luminosa, liscia, levigata e con un colorito più uniforme (ringiovanimento cutaneo).

Patologie ed inestetismi che possono essere trattati con il peeling

Invecchiamento cutaneo
Discromie della pelle: iperpigmentazioni, macchie solari o di invecchiamento del viso, mani e decolletè
Acne e cicatrici da acne
Sottili rughe superficiali
Melasma
Dermatite seborroica
Lentiggini
QUALI RISULTATI SI POSSONO OTTENERE?
Il peeling migliora l’aspetto della pelle del viso rimuovendo gli strati più superficiali dell’epidermide. Stimolando la produzione di nuovo collagene ed elastina, dona maggior luminosità ed elasticità alla pelle, aumentandone lo spessore, e ringiovanendo il viso del paziente. Dona inoltre un colorito più uniforme, migliora l’idratazione, e di conseguenza la pelle si presenta più compatta e levigata.

I VARI TIPI DI PEELING
I peeling possono essere classificati e suddivisi a seconda del tipo di sostanza chimica che contengono oppure a seconda della profondità nella pelle a cui agiscono. Principali sostanze chimiche utilizzate sono: Acido Salicilico, Acido Glicolico, Acido Tricloroacetico (TCA), Acido Mandelico, Resorcina, Acido Ascorbico, Acido Pirurvico, Acido Lattico.

In base alla profondità d’azione nel derma distinguiamo quindi:

peeling superficiale (l’azione si arresta all’epidermide; distruzione totale o parziale)
peeling medio (raggiunge il derma superficiale; distruzione totale epidermica)
peeling profondo (si spinge fino alla parte più esterna del derma reticolare; distruzione totale epidermica, derma papillare con estenione fino al derma reticolare)
PEELING SUPERFICIALE
Sono idonei al trattamento di modeste lesioni superficiali (limitate all’epidermide o agli strati più superficiali del derma superiore) quali:

acne
cheratosi follicolare (occlusioni dei pori piliferi)
comedoni
piccole cheratosi
verruche piane multiple
melasma (pigmentazione bruna del volto comune nelle giovani donne, dove colpisce fronte, zigomi, area dei “baffetti”)
Gli effetti collaterali del peeling sono minimi e ben tollerati, come rossore e desquamazione fugace. Per ottenere risultati discreti sono necessarie almeno 4 sedute a distanza bi-settimanale.

Ha lo scopo di produrre il danneggiamento della sola epidermide con interessamento del derma papillare solo come reazione infiammatoria.

VANTAGGI
Effettuabile su tutti i fototipi
Difficilmente provoca effetti collaterali indesiderati sulla cute
Maneggevole
Ripetibile
Notevole flessibilità di trattamento
SOSTANZE UTILIZZABILI
Resorcina
Soluzione Di Jessner (resorcina, Ac. Salicilico, Ac. Lattico)
Acido Salicilico
Acido Mandelico
Alfa-idrossiacidi



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 200 €

Studio Privato



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 200 €

Studio Privato



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 200 €

Studio Privato



Corso Re Umberto 98, Torino

200 €

Studio Privato

Il programma di dimagramento per la perdita di peso deve essere studiato in modo da:
• indurre un calo ponderale di almeno 10% in meno del peso di partenza se il soggetto è in sovrappeso (dopo 3-6 mesi)
• indurre un calo ponderale di almeno 20% in meno del peso di partenza se il soggetto è obeso ( 6 mesi – 1 anno)
L’obiettivo è la perdita di peso settimanale di 0,4-0,8 di chilo di peso, corrispondenti alla riduzione dell’introito energetico quotidiano abituale di circa 500 Kcal. Nelle prime settimane di trattamento la perdita di peso può essere maggiore, essendo soprattutto legata alla perdita d’acqua accumulata nell’organismo
È IMPORTANTE dimagrire lentamente, e quindi in modo più salutare, limitando il rischio di interrompere la dieta dopo un breve periodo.

Un vero risultato può essere raggiunto solo attraverso un programma di controllo del peso nel quale la restrizione calorica sia associata all’attività fisica quotidiana di almeno 30 minuti al giorno (ad esempio camminata, bicicletta).
Il trattamento dietetico è alla base della terapia contro l’obesità e utilizza schemi alimentari che prevedono:

-un apporto calorico superiore o uguale alle 1200 Kcal/die;
-la copertura del fabbisogno di proteine e carboidrati adeguato a età e sesso (per ovviare al rischio di malnutrizione e ad una difficile gestione del senso di fame e sazietà);
-una ridotta quantità di lipidi in rapporto alle raccomandazioni dettate dagli organismi nazionali ed internazionali (LARN-WHO), per facilitare così il consumo dei grassi di deposito.
Ogni tipo di dieta deve comunque sempre assicurare:

-almeno il 20% di proteine di alto valore biologico, cioè facilmente assorbibili dall’organismo
-50-60% circa di carboidrati, prevalentemente complessi
-la copertura del fabbisogno giornaliero di vitamine e soprattutto di minerali, il cui intake non deve mai essere inferiore ai livelli di assunzione raccomandati
-una dose minima di grassi vegetali (per evitare carenze a lungo termine di acidi grassi essenziali e comunque favorire l’assorbimento delle vitamine liposolubili) e la copertura del fabbisogno di calcio.

IN CONCLUSIONE:
ll fondamento su cui deve basarsi un valido trattamento di cura dell’obesità è la riduzione dell’introito calorico al di sotto del consumo attraverso la dieta, e l’aumento del consumo energetico stesso attraverso l’attività fisica.

La terapia dietetica deve consistere in un piano alimentare vario, equilibrato, gradevole (in modo da agevolare il paziente nel seguirlo) e con un contenuto calorico inferiore al dispendio medio, cosicché il fabbisogno energetico dell’organismo venga parzialmente soddisfatto dal consumo dei trigliceridi depositati nel tessuto adiposo: dal momento infatti che ad un chilo di tessuto grasso equivalgono circa 7000 calorie, inserendo nel piano dietetico un deficit di 1000 calorie al giorno si potrà ottenere un calo di peso di un chilo nel giro di una settimana, mediamente l’1% del peso di partenza.

Oltre a ridurre l’apporto calorico in sé, bisogna prestare particolare attenzione ai cibi con cui si assumono i nutrienti che compongono il fabbisogno giornaliero (60% di glicidi, 30% di lipidi e 10% di protidi).

Per quanto riguarda i glicidi, sono da preferire cibi a basso indice glicemico, anche se è possibile inserire nel piano dietetico un 8-10% di zuccheri semplici.



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 200 €

Studio Privato

a 300



Corso Re Umberto 98, Torino

Da 200 €

Studio Privato



Corso Re Umberto 98, Torino

160 €

Studio Privato

Le visite di controllo svolgono un ruolo essenziale nel monitoraggio del percorso dietologico del paziente: in questa sede, infatti, vengono analizzati i risultati raggiunti o, al contrario, le difficoltà riscontrate nel perseguire gli obiettivi fissati durante la prima visita dietologica, in modo da poter effettuare eventuali modifiche o correggere comportamenti alimentari sbagliati.

Talvolta può rivelarsi utile chiarire ulteriormente punti della dieta o indicazioni date durante la prima visita dietologica.

Viene stilato un nuovo piano alimentare più attinente alle attuali condizioni fisiche del paziente. Nel caso abbia già raggiunto gli obiettivi di perdita (o guadagno) ponderale prefissati durante la prima visita dietologica, la nuova dieta sarà finalizzata a mantenere stabile la situazione.

Vengono inoltre ripetute le misurazioni antropometriche e l’esame impedenziometrico per avere una valutazione oggettiva dei cambiamenti della composizione corporea. Le visite di controllo vengono ripetute secondo una cadenza diversa da caso a caso a seconda delle necessità.

La Visita di Controllo comprende:

la visita medica specialistica
l’esame della composizione corporea
IL NUOVO PIANO DIETOLOGICO PERSONALIZZATO.

Punteggio generale

Tutte le recensioni contano e non possono essere rimosse o modificate dai dottori a proprio piacimento. Scopri come funziona il processo di moderazione delle recensioni.
C
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Privato Visita Dietologica

Ottima esperienza personale. Ho appena incontrato la dottoressa Ferrero e mi ritengo assolutamente soddisfatto del trattamento ricevuto. Empatia, professionalità, comunicazione effettiva, attenzione al paziente: sono solo alcune delle qualità trovate in questo studio. Non vedo l’ora di iniziare il mio percorso con la dottoressa il quale, son sicuro, porterà grandissimi risultati. Mi sento di consigliare a tutti questo studio.

L
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Privato Visita Dietologica

Per la prima volta ho trovato una professionista preparata ma anche empatica. Per la prima volta è stato compreso il mio problema ed affrontato con professionalità ed empatia.

D
Profilo verificato
Presso: Studio Privato Visita Dietologica

Dottoressa seria e professionale, empirica verso il cliente. Ho usufruito della sue consulenze sia come dietista che in ambito estetico. Mi sono trovata e mi trovo tutt’ora molto bene


L
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Privato Visita Dietologica

Grande professionista, super consigliata! Puntuale, competente, disponibile a individuare il trattamento che più si adatta alle esigenze del paziente


C
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Privato Visita Dietologica

Devo ringraziare la dottoressa che mi ha seguito in tutto il mio percorso e avendo dei risultati eccezionali io la ringrazio sempre di cuore


R
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Privato Visita Dietologica

Spiegazioni sintetiche e chiare. Professionale, puntuale e molto preparata. Inizio ora il percorso e mi ha trasmesso una grande fiducia


E
Profilo verificato
Presso: Studio Privato

Grazie Dottoressa. Con lei ho perso 21 kg ed ho avuto la possibilità di rimanere incinta ed oggi di essere mamma di in meraviglioso bambino. E non solo. .. dopo la gravidanza sono tornata al peso forma e ľho mantenuto. Con lei più che una dieta ho ottenuto un'ottima rieducazione alimentare.

Dott.ssa Laura Ferrero

Bravissima lei!!


S
Profilo verificato
Presso: Studio Privato Dieta

Sono in cura dalla Dr. Laura Ferrero per un problema di obesità in seguito a pre-diabete e ipotiroidismo. Dopo circa 2 mesi dalla prescrizione della sua dieta , ho perso 5 kg senza neanche accorgermi di essere a dieta : pasta tutte le sere, pizza il sabato sera e qualche volta il gelato. Devo ancora perderne parecchi, ma sono certa che con il suo aiuto, pian pianino ce la farò.


O

Trovo che la dottoressa sia una persona molto chiara nelle spiegazioni, sia molto cordiale e comprensiva. E' un medico ottimo da qualsiasi punto di vista. Sono andata da lei con impotirodismo e visibile sovappreso. Insieme abbiamo trovate la soluzione migliore. Spero che fra poco vedro' primi effetti.


A

Mi sono recata per la prima volta dalla dottoressa Laura Ferrero perchè ho un problema di peso e credo proprio che sia dovuto alla mia sbagliata alimentazione. Nonostante sia stata la prima visita, mi è sembrata molto interessata al mio benessere e mi ha presentato tutto ciò che dovrebbe essere fatto, ma si vedrà tutto il resto con il passare del tempo, speriamo bene!


Si è verificato un errore, riprova

Esperienze

Su di me

www.lauraferrero.it
Laura Ferrero, nata a Cuneo il 23-2-1969, ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi ...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Università di Torino

Specializzazioni

  • Scienze dell'alimentazione
  • Medicina Estetica
  • Medicina antiaging

Tirocini

  • OSPEDALE MOLINETTE TORINO
  • OSPEDALE REGINA MARGHERITA TORINO


Video


Competenze linguistiche

  • Inglese,
  • Italiano

Premi e riconoscimenti

  • -

Profili social


Pubblicazioni e articoli

Pubblicazioni (1)