Indirizzi (3)

Pagamento dopo la consulenza

Con questo specialista, potrai pagare comodamente dopo la consulenza. Altro



Pazienti senza assicurazione sanitaria


Consulenza online (descrizione) • 40 €

Colloquio psicologico di coppia • 60 €

Colloquio psicologico familiare • 60 €


Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini a partire da 12 anni
081 1929..... Mostra numero

Metodi di pagamento: Carta di credito, Carta di debito, Carta prepagata

Potrai effettuare il pagamento dopo la consulenza online.

Pagamento tramite link SumUp. Prima del colloquio verrà inviato un link per effettuare il pagamento tramite carta di credito o prepagata.

I pagamenti per le consulenze sono inviati direttamente allo specialista, che è anche responsabile della policy di cancellazione e rimborso.

In caso di eventuali problemi con il pagamento, ti preghiamo di contattare lo specialista.

Ricorda, MioDottore non ti addebita alcuna commissione aggiuntiva per la prenotazione dell'appuntamento e non processa i pagamenti per conto dello specialista.


Almeno 30 minuti prima della consulenza riceverai un SMS ed un'email con il link per iniziare il videoconsulto. Potrai collegarti sia da PC che da smartphone.


Tieniti pronto 10 minuti prima della consulenza. Assicurati che la batteria del tuo dispositivo sia carica. Per i videoconsulti: controlla la tua connessione internet e il corretto funzionamento di camera e microfono. Tieni a portata di mano eventuali referti medici (es. il risultato degli esami).

Studio di Psicologia, Napoli
Via Concezione a Monte Calvario 61, Napoli


Pazienti con assicurazione sanitaria e pazienti senza assicurazione sanitaria


Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini a partire da 12 anni
Carta di credito, Carta di debito, Carta prepagata, + 3 Altro
081 1929..... Mostra numero


Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano
Viale Raffaele Tartaglia 11, San Giorgio a Cremano


Pazienti con assicurazione sanitaria e pazienti senza assicurazione sanitaria


Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini a partire da 12 anni
Carta di credito, Carta di debito, Carta prepagata, + 3 Altro
081 1929..... Mostra numero


Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Prestazioni suggerite


40 €

Consulenza online

la consulenza online è indicata per percorsi psicologici individuali per adulti ed adolescenti (da 12anni)

Altre prestazioni


60 €

Consulenza online


Via Concezione a Monte Calvario 61, Napoli

70 €

Studio di Psicologia, Napoli


Viale Raffaele Tartaglia 11, San Giorgio a Cremano

70 €

Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano



60 €

Consulenza online


Via Concezione a Monte Calvario 61, Napoli

70 €

Studio di Psicologia, Napoli


Viale Raffaele Tartaglia 11, San Giorgio a Cremano

70 €

Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano



Via Concezione a Monte Calvario 61, Napoli

50 €

Studio di Psicologia, Napoli


Viale Raffaele Tartaglia 11, San Giorgio a Cremano

50 €

Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano



Via Concezione a Monte Calvario 61, Napoli

70 €

Studio di Psicologia, Napoli


Viale Raffaele Tartaglia 11, San Giorgio a Cremano

70 €

Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano



Via Concezione a Monte Calvario 61, Napoli

70 €

Studio di Psicologia, Napoli


Viale Raffaele Tartaglia 11, San Giorgio a Cremano

70 €

Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano

per incontro di coppia



Via Concezione a Monte Calvario 61, Napoli

50 €

Studio di Psicologia, Napoli


Viale Raffaele Tartaglia 11, San Giorgio a Cremano

50 €

Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano



Via Concezione a Monte Calvario 61, Napoli

Da 50 €

Studio di Psicologia, Napoli


Viale Raffaele Tartaglia 11, San Giorgio a Cremano

Da 50 €

Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano

Esperienze

Su di me

Salve a tutti! Il mio percorso di vita e di studi è stato estremamente vario e diversificato e mi ha portato ad oggi a svolgere la professione di psic...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Università L'Orientale di Napoli (2008)
  • Università Internazionale Uninettuno (2022)
  • ASPIC Napoli-Avellino (2012)
Visualizza altre informazioni

Specializzazioni

  • Mediatore familiare
  • Psicologia Breve e Strategica
  • Psicologia Scolastica

Tirocini

  • Psicologia Clinica presso ASPIC Napoli-Avellino

Certificati


Foto


Competenze linguistiche

  • Spagnolo,
  • Francese,
  • Inglese

Profili social

Punteggio generale

Tutte le recensioni contano e non possono essere rimosse o modificate dai dottori a proprio piacimento. Scopri come funziona il processo di moderazione delle recensioni.
M
Presso: Studio di Psicologia, Napoli colloquio psicologico individuale

Trovare a qualcuno preparato e che parla così bene spagnolo non ha stato facile. Grazie dottoressa

N
Presso: Studio di Psicologia, Napoli colloquio psicologico individuale

Un’ottima professionista, dotata di grande umanità ed acume, e quindi in grado di supportare efficacemente il paziente in tutte le fasi del ciclo di incontri. Esperienza senz’alcun dubbio proficua da ogni punto di vista.

S
Presso: Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano

A causa di un periodo buio ho iniziato a cercare qualcuno che potesse veramente aiutarmi, ma solo dopo esser stata ricevuta dalla dottoressa ho iniziato davvero a riprendere in mano la mia vita e a ritrovare serenità.


I
Presso: Studio di Psicologia, Napoli

Ottima impressione, mi ha messo subito a mio agio ed ho deciso di intraprendere un percorso con lei.


M
Presso: Studio di Psicologia, San Giorgio a Cremano

Ci ho portato mia figlia in un periodo estremamente delicato della sua adolescenza e la dottoressa è riuscita nell’impresa di farla tornare a sorridere. Ancora grazie


D
Presso: Studio di Psicologia, Napoli

Sono alla terza seduta con la dottoressa e devo dire che mi sento già meglio: sono riuscito ad aprirmi con lei e credo che sia merito dell’accoglienza che ho trovato e della totale mancanza di giudizio. Mi sento di consigliarla vivamente.


S
Presso: Studio di Psicologia, Napoli

Cortesia, tanta professionalità e puntualità.
Mi sono trovato benissimo fin dai primi appuntamenti, la consiglio a tutti.
Sono andato la prima volta con tantissime insicurezze e paure personali, ma passo dopo passo sono cresciuto in molti aspetti, le devo molto.


F
Presso: Studio di Psicologia, Napoli

Ha compreso immediatamente il mio problema e mi ha aiutato a trovare le energie per risolverlo. Sono bastati pochi incontri a sentirmi già meglio e più fiducioso nelle mie capacità. Grazie doc!


P
Presso: Consulenza online

Mi sono sentito accolto, capito è mai giudicato. Sono riuscito a rimettermi in sesto dopo la fine di una relazione e una brutta depressione. Grazie mille


M
Presso: Studio di Psicologia, Napoli

Mi sono rivolta alla dottoressa in seguito a difficoltà nel superare degli esami. Grazie al suo aiuto sono riuscita a proseguire nella mia carriera universitaria. Molto disponibile e professionale, tornerò di sicuro


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 3 domande da parte di pazienti di MioDottore

Domande su Dipendenza affettiva

Buonasera, ho 28 anni e da diversi mesi ho sviluppato paranoie morbose nei confronti della mia ragazza.
Il nostro rapporto é nato due anni fa come una semplice amicizia di solo sesso che si é trasformato in pochi mesi in amore, intenso, passionale e folle. Ci ha travolto o mi ha travolto.
É stato ufficializzato dopo circa un anno poiché doveva nascondere questa relazione ad un amico, una persona su cui lei poteva contare, ma che aveva palesemente altri interessi nei suoi confronti e che aveva paura di perdere. Ho passato un anno a nascondermi, a restare in sordina, in questo rapporto conteso tra me e lui. Rapporto su cui lei mi ha sempre rassicurato non ci fosse altro e a cui sostanzialmente ho sempre creduto. Ho accettato facessero vacanza insieme, serate passate in casa perché magari organizzati. Abbiamo peró vissuto il periodo del covid in casa, condividendo quasi ogni giornata insieme. Lei aveva attenzioni nei miei confronti e viceversa. L'ho sentita per me indispensabile. Passato il periodo e rientrando nel mondo della realtà ho cominciato a scontrarmi con i miei problemi, le mie difficoltà. Provavo fastidio alle battutine degli altri, a tutte le persone che la contattassero sui social, alle sue foto su instagram, ma piú che altro al fatto che a differenza mia tenesse la nostra relazione sempre un po' nascosta. Da qui la mia autostima é crollata, ho cominciato a vedere qualsiasi persona di sesso maschile come una minaccia, ad essere diffidente ad ogni sua parola.
Abbiamo avuto diverse discussioni, un giorno sí e l'altro pure sfociate in parole denigratorie, gesti violenti (da parte sua), sceneggiate in pubblico. Spesso le ho ripetuto dovessimo allontanarci ma ad ogni allontanamento é sempre stata lei a tornare da me, per chiarimenti in cui lei magari aveva esagerato ma io dovevo accettare i miei sbagli, il fatto che fossi sempre poco attento alle sue esigenze, al fatto che fossi sempre poco organizzativo nelle nostre uscite quando qualsiasi mia proposta non gli é mai garbata tanto e anche questo diventava motivo di discussione. Ad un certo punto, alienandomi da me stesso, per evitare di discutere, per renderla felice, facendo cose anche oltre le mie possibilità ma ammetto il fatto che lei mi riempisse di regali, che spesso abbiamo diviso uscite o altro.
Ho avuto diversi cambi lavorativi in quest'anno, non mi sento completamente realizzato e forse a lei trasmetto delle insicurezze. Da alcuni mesi a questa parte, comunque ho cominciato a notarla distante, meno affettuosa, ho notato che la passione in noi si é affievolita, ed altre cose che mi hanno portato a pensare che mi tradisse, che non fosse piú felice con me. Ho cominciato cosí ad interrogarmi anche sul mio comportamento, e penso di essere stato per lei presente, ogni giorno, per ogni sua esigenza, condividendo ogni momento, ho avuto sicuramente i miei momenti di "down", ma spesso percepivo anche il fatto che mi sono allontanato da me stesso, dalle amicuzia, dalla famiglia, dalle passioni... Non perché me lo proibisse ma per le dinamiche che si sono create, e tutto ció mi ha portato a spegnermi. Ho cominciato ad interrogarla ogni giorno su cosa c'era che non andasse, discutendo puntualmente, lei mi ha confermato il suo distacco, attribuendolo alla mia possessività, alla mia mania di controllo, alle mie paranoie, ma mi ha sempre giurato di non avermi mai tradito e che se io fossi cambiato lei sarebbe stata diversa.
Ad oggi mi ritrovo che dopo ulteriori litigi le ho detto di allontanarci, che non sono sicuro dei miei sentimenti. Lei si é scusata del suo comportamento ma mi dice che sono petulante e che possiamo riprovarci con piú leggerezza perche siamo stati felici, ma la mia mente non riesce a non essere diffidente nei suoi confronti, e vivo in una costante ansia, nonostante lei cerchi di rassicurarmi.
Credo abbiamo entrambi le nostre colpe ma sono in un loop da cui non riesco ad uscire.

Caro utente, ho letto con attenzione la tua domanda ed hai reso perfettamente l'idea dello stato emotivo in cui ti trovi. Già la lunghezza del tuo testo dice quanto tu abbia bisogno di tirare fuori qualcosa che non ti fa star bene in questo momento e, a tal proposito, ti invito a parlarne con un professionista che può aiutarti a trovare le risposte ed il conforto che cerchi. Ciò detto, tu parli di colpe, tue e sue, ma in una relazione, più o meno funzionante che sia, la responsabilità è sempre condivisa: ad esempio, quel primo anno in cui lei ha cercato di tenerti nascosto, specialmente da questo amico, ha avuto un ruolo importante a mio avviso nel generare o accrescere le tue insicurezze; così come la tua "possessività" ha agevolato il suo distacco da te e le sue reazioni violente. Questo significa che quando in una relazione qualcuno dei due mette in atto dei comportamenti sbagliati, come in una sorta di reazione a catena, se ne generano altri altrettanto sbagliati, andando a determinare un vero e proprio circolo vizioso. Tu puoi lavorare sulla tua parte di responsabilità, innanzitutto per stare meglio con te stesso e, in secondo luogo, per provare ad invertire questa dinamica relazionale, rendendola più virtuosa (o per migliorare le tue future relazioni, qualora ti rendessi conto che questa non ti soddisfa più). Saluti, Ivana

Dott.ssa Ivana Carandente Giarrusso

Domande su psicoterapia di coppia

Intrattengo una relazione da due anni con il mio datore di lavoro. Inizialmente avevamo un bel rapporto e sembrava una “buona idea”, poi con il tempo sono iniziati tanti litigi e mancanza di fiducia soprattutto a causa di cose che ho scoperto di lui tra chat con un’altra donna e altre cose che ho perdonato per amore. Sono iniziati gli insulti senza ragione, sono iniziati gli atteggiamenti manipolativi anche quando lui sbaglia mi fa credere che sia io ad aver sbagliato tutto, non riesco a distaccarmi penso di provare un attaccamento strano nei suoi confronti perché veramente subisco atteggiamenti arbitrari, ma nonostante ciò lo accetto tra un pianto e l’altro. Prova gelosia morbosa nei miei confronti, nonostante sia stata io a scoprire cose su di lui. Io sono sempre stata rispettosa e fedele, non gli ho dato mai modo di preoccuparsi. Nell’ultimo periodo però approfitta del fatto che lui sia il mio datore di lavoro ed ad ogni litigio mi caccia dal lavoro e io sono costretta quasi a pregare di tornare avendo basato la mia vita sul lavoro e su ciò che guadagno. Sono distrutta perché vorrei reagire, ma sono totalmente bloccata. Temo di cercare altro, temo di non trovare e temo di stare ancora peggio di ora. Non so minimamente cosa fare… mi sento totalmente priva delle mie energie.

Gentile utente, da quanto descritto immagino che la sua vita sia particolarmente complicata in questo periodo: quando il malessere riguarda più aspetti della propria esistenza infatti (nel suo caso sentimentale e professionale) si può avere la sensazione di non avere sufficienti risorse per porvi fine, di esserne sopraffatti. In realtà, questo timore è insensato, nella misura in cui non prende in considerazione la quantità di energie che si sprecano restando ancorati allo status quo: energie mentali, fisiche e, non ultime, emotive. Non deve essere facile per lei tollerare tutte le frustrazioni cui quest'uomo, anche in virtù della posizione lavorativa che occupa, la sottopone. La invito, pertanto, a partire da questa richiesta di aiuto per dirigere nella giusta direzione, ovvero verso la ricerca del suo benessere psico-fisico, i suoi sforzi, anche con il supporto di un professionista, che può aiutarla a fare chiarezza e ad individuare la strategia migliore per lei per uscirne. Per il momento la lascio con un forte incoraggiamento, Dott.ssa Ivana Carandente Giarrusso

Dott.ssa Ivana Carandente Giarrusso

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.