Buongiorno. Ho 37 anni e negli ultimi tre mesi ho cominciato ad avere dolori molto forti e costanti

2 risposte
Buongiorno. Ho 37 anni e negli ultimi tre mesi ho cominciato ad avere dolori molto forti e costanti alle articolazioni delle mani. Facendo un esame del sangue, incluso fattore reumatoide, tutti i parametri sono risultati normali. Tranne il ferro, che era a 11. Il dottore mi ha prescritto una cura marziale di ferro per due mesi, spiegandomi che quasi sicuramente la mancanza di ferro e' dovuta al ciclo mestruale. In effetti i dolori alle articolazioni sembrano essere passati cominciando la cura. Premetto che l'anno scorso per molti mesi ho avuto dolori addominali, perdite e ciclo abbondante, e da una visita ginecologica con ecografia mi e' stato diagnosticato polipo uterino. Essendo piccolo il dottore mi ha detto che si poteva lasciar stare. In effetti dolori e perdite sono spariti. Ma ho continuato a prendere integratori generici di ferro durante il ciclo. Come e' possibile quindi che il ferro risulti cosi basso nonostante integratori e dieta gia abbastanza equilibrata? Quando finiro' la cura marziale, come faccio a sapere quanto dovro integrare per non finire di nuovo con un livello di ferro basso? Insomma cosa dovro' fare di diverso per prevenire?
Grazie molte
Buonasera, quel che posso consigliarle è di rivolgersi ad un nutrizionista per una consulenza nutrizionale. In seguito, il nutrizionista le rilascerà un piano nutrizionale personalizzato per una più varia, sana ed equilibrata alimentazione. Anche l'alimentazione può sopperire alla carenza di ferro. Per maggiori informazioni non esiti a contattarmi. Cordiali Saluti

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buonasera, l'anemia in particolare quella resistente va affrontata riequilibrando lo stato nutrizionale e il microbiota intestinale in primis. Se la carenza persiste si possono effettuare indagini di secondo livello. Ad ogni modo l'integrazione marziale da sola difficilmente risolve il problema.
Cordiali Saluti

Esperti

Guido Gimbo

Guido Gimbo

Gastroenterologo, Medico di base, Medico certificatore

Roma

Pietro Falco

Pietro Falco

Ematologo

Latina

Manuela Sperandeo

Manuela Sperandeo

Nutrizionista

Pozzuoli

Carla Michini

Carla Michini

Internista, Nefrologo

Procida

Roberto Ricci

Roberto Ricci

Internista

Roma

Tiziana La Rocca

Tiziana La Rocca

Nutrizionista, Omeopata

Roma

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 32 domande su Anemia
  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.