Casa di cura Prof. Fogliani S.r.l.

(3 recensioni)
Gestisci questa pagina Suggerisci modifiche Vedi i dottori
Mostra numero

Nel pieno centro di Modena, la Casa di Cura Prof. Fogliani è un ospedale privato nato nel 1940 ad opera del prof. Umberto Fogliani, accreditato dalla regione Emilia-Romagna. La struttura offre ai ... Altro

Non trascurare la tua salute

Scegli la consulenza online per iniziare o continuare una terapia, senza muoverti da casa. Se ne hai bisogno, puoi anche prenotare una visita in studio.

Come funziona?

Chi siamo

Indirizzo

Casa di cura Prof. Fogliani S.r.l.

Via Lana, 1

41100 , Modena , MO

Mostra contatti
Pazienti senza assicurazione sanitaria

Chi siamo

Nel pieno centro di Modena, la Casa di Cura Prof. Fogliani è un ospedale privato nato nel 1940 ad opera del prof. Umberto Fogliani, accreditato dalla regione Emilia-Romagna.

La struttura offre ai suoi utenti una strumentazione all'avanguardia tecnologica e ambienti funzionali, accoglienti e confortevoli, in ottemperanza delle più recenti normative sulla sicurezza.

È possibile fruire dei servizi erogati dall'azienda anche in convenzione con fondi sanitari, enti, casse mutue e assicurazioni sanitarie sia in forma diretta che indiretta.

Tipo di struttura medica

  • Casa di cura privata accreditata

Strutture più vicine

Recensioni sugli specialisti di questa struttura

Punteggio generale

    E
    Paziente verificato
    Visita prenotata su MioDottore.it
    Dottore: Dott. Pio De Pasquali visita ortopedica

    Pienamente soddisfatto, conciso, dritto al punto del problema , gentile e chiaro nelle spiegazioni..

    Dott. Pio De Pasquali

    Grazie. Io affermo sempre che una diagnosi corretta è la parte più importante del percorso terapeutico, e deriva ovviamente dall'esame clinico accurato del paziente. Il resto (gentilezza, spiegazione dei problemi, etc) li do fortunatamente per scontati.. Cordiali saluti. Dott. Pio Maria De Pasquali


    R
    Dottore: Dott. Pio De Pasquali visita ortopedica di controllo

    Operato il 18 marzo per artrodesi astragalo scafoidea del piede sinistro. Intervento perfettamente riuscito. Con la sua tecnica ridotto notevolmente il dolore post operatorio....quasi nullo.
    Recupero nei tempi previsti. Ottimo staff a supporto del medico in sala operatoria.
    Il dottore ha operato mia moglie di alluce valgo qualche anno fa. Anche qui con ottimi risultati.
    Lo consideriamo un ottimo medico anche per il rapporto umano che si instaura con noi pazienti.
    Sempre molto disponibile nel dare chiarimenti anche al di fuori delle visite in ambulatorio

    Dott. Pio De Pasquali

    Grazie Signor Roversi, in effetti il Suo è stato un intervento impegnativo che però ha dato ottimi risultati. Per questo tipo di artrodesi io adopero una unica incisione sul lato mediale del piede, anzichè due incisioni opposte come fa la maggior parte dei chirurghi ortopedici: questo mi consente una visione migliore delle superfici articolari da artrodesizzare. In effetti con questa tecnica ho sinora ottenuto il 100% di consolidazioni (laddove in letteratura sono descritti insuccessi fino al 30% dei casi). Cordiali saluti. Dott. Pio Maria De Pasquali


    M
    Dottore: Dott. Pio De Pasquali prima visita ortopedica

    Pragmatico sulla risoluzione del problema, offre una competenza specializzata sulla micro chirurgia mini invasiva delle patologie del piede che garantisco risultai uguali alla chirurgia tradizionale senza deturpare l’aspetto esteriore del piede. Ottimo. Grazie Dottore

    Dott. Pio De Pasquali

    Grazie mille Signora e scusi il ritardo nella risposta.
    In effetti la chirurgia mini-invasiva, se praticata da mani esperte, può dare ottimi risultati. Occorre però rivolgersi a un Chirurgo del Piede che abbia decenni di studio della materia e che abbia conoscenza e pratica anche delle tecniche aperte tradizionali: in questo modo saprà cosa andrà "a tagliare" senza vedere dentro, e soprattutto potrà scegliere la tecnica più adatta per il singolo paziente. Oggi purtroppo accade speso che alla chirurgia percutanea del piede arrivino ortopedici che non hanno mai studiato la chirurgia del piede e conoscono poco le tecniche tradizionali; ebbene questi colleghi, cui manca il background culturale nella materia, vanno a fare un corso di 2-3 giorni di tecniche percutanee e poi in sala operatoria fanno ovviamente dei gran disastri, cui spesso mi tocca rimediare. Per questo io consiglio i pazienti di rivolgersi sempre a Chirurghi del Piede esperti, al di là che facciano la tecnica mini-invasiva o meno. Cordiali saluti. Dott. Pio Maria De Pasquali


    Si è verificato un errore, riprova

Ricerche correlate