Indirizzi (3)

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin
Piazza Vittorio Veneto 10, Torino


Misure di sicurezza adottate in questo studio

Mostra

Pazienti con assicurazione sanitaria e pazienti senza assicurazione sanitaria


Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini a partire da 3 anni
Bonifico, Contanti, Carta di credito, + 3 Altro
011 1988..... Mostra numero


Ospedale Koelliker
Corso Galileo Ferraris 247, Torino


Pazienti senza assicurazione sanitaria


011 1988..... Mostra numero



Pazienti senza assicurazione sanitaria


Consulenza online Prestazione gratuita

Visita oculistica Prestazione gratuita


Presso questo indirizzo visito: adulti
011 1988..... Mostra numero

1) Una volta conclusa la consulenza, potrai procedere con il pagamento sul mio conto: ❌❌❌❌
2) Inserisci il tuo nome, cognome e la data della consulenza nel campo descrizione.
3) A questo punto il procedimento è completo. Grazie per la collaborazione!

I pagamenti per le consulenze sono inviati direttamente allo specialista, che è anche responsabile della policy di cancellazione e rimborso.

In caso di eventuali problemi con il pagamento, ti preghiamo di contattare lo specialista.

Ricorda, MioDottore non ti addebita alcuna commissione aggiuntiva per la prenotazione dell'appuntamento e non processa i pagamenti per conto dello specialista.


Almeno 30 minuti prima della consulenza riceverai un SMS ed un'email con il link per iniziare il videoconsulto. Potrai collegarti sia da PC che da smartphone.


Tieniti pronto 10 minuti prima della consulenza. Assicurati che la batteria del tuo dispositivo sia carica. Per i videoconsulti: controlla la tua connessione internet e il corretto funzionamento di camera e microfono. Tieni a portata di mano eventuali referti medici (es. il risultato degli esami).

Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Prestazioni suggerite


Piazza Vittorio Veneto 10, Torino

120 €

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin

Valutazione oculare anatomo-funzionale. Ha lo scopo di individuare eventuali patologie che riguardano l’orbita, le palpebre, le vie lacrimali, l’iride, la pupilla, la congiuntiva, la sclera, l’uvea, la cornea, il cristallino, la camera vitrea, la retina, il nervo ottico, nonché vizi di refrazione, disturbi della motilità oculare e strabismi. Si valuta anche l’eventuale presenza di cataratta.
La visita oculistica prevede una raccolta anamnestica generale e specialistica, l’esame della vista, la misurazione della pressione intraoculare (tonometria), la valutazione biomicroscopica del segmento anteriore e l’esplorazione del segmento posteriore degli occhi (esame del fundus oculi).


Corso Galileo Ferraris 247, Torino

130 €

Ospedale Koelliker


Corso Galileo Ferraris 247, Torino

130 €

Ospedale Koelliker


Prestazione gratuita

Consulenza Online



Piazza Vittorio Veneto 10, Torino

Scopri di più

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin


Prestazione gratuita

Consulenza Online



Piazza Vittorio Veneto 10, Torino

120 €

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin

Visita oculistica rivolta a pazienti dai 3 ai 14 anni di età.


Corso Galileo Ferraris 247, Torino

130 €

Ospedale Koelliker

Altre prestazioni


Piazza Vittorio Veneto 10, Torino

60 €

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin

Valutazione del segmento posteriore dell’occhio, con visualizzazione della camera vitrea e della retina, grazie all’utilizzo di una apposita lente durante l’esame biomicroscopico alla lampada a fessura. L’esame del fundus oculi è mirato all’identificazione di eventuali anomalie a carico di:
-umor vitreo, come ad esempio distacco posteriore di vitreo, sinchisi scintillante, vitreopatia asteroide;
-macula, come maculopatia legata all’età in forma secca o umida, maculopatia miopica, edema maculare diabetico;
-vascolarizzazione retinica, come retinopatia ipertensiva, vasculopatie ostruttive, retinopatia diabetica;
-nervo ottico, come papilla ottica glaucomatosa, neuropatia infiammatoria o ischemica;
-periferia retinica, come degenerazioni retiniche periferiche regmatogene e non, rotture retiniche.
L’esame del fundus oculi è generalmente eseguito in midriasi, cioè dopo instillazione di colliri che inducono una dilatazione della pupilla per consentire una migliore e sufficientemente ampia visualizzazione delle strutture posteriori dell’occhio. Si ricorda che la midriasi indotta da colliri può causare fastidi visivi temporanei che si autorisolvono in qualche ora, con il ritorno della pupilla al suo diametro originario.
Si tratta di un esame fondamentale non solo per pazienti diabetici, che vengono inviati periodicamente dal proprio diabetologo all’esecuzione del fundus oculi, ma per chiunque, al fine di identificare condizioni spesso subcliniche e asintomatiche ma spesso a rischio di evoluzione.


Corso Galileo Ferraris 247, Torino

50 €

Ospedale Koelliker



Piazza Vittorio Veneto 10, Torino

60 €

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin

La Gonioscopia è la visualizzazione dello spazio angolare compreso tra iride e cornea, previa apposizione sulla superficie della cornea stessa di una particolare lente con superfici riflettenti.
L’angolo irido-corneale è una struttura fondamentale poiché coinvolta nella regolazione della pressione dell’occhio.
È particolarmente utile per la diagnosi differenziale delle diverse forme di Glaucoma (ad angolo aperto, da chiusura d’angolo).



Piazza Vittorio Veneto 10, Torino

80 €

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin

Il lavaggio delle vie lacrimali è una procedura diagnostica, e talvolta in parte terapeutica, che mira a verificare la presenza di eventuali ostruzioni a livello delle vie di deflusso delle lacrime.
Le vie lacrimali conducono le lacrime dagli occhi al naso, facendole defluire poi all’interno della gola. In particolari situazioni può le vie di deflusso possono andare incontro a un restringimento, e finanche a una ostruzione totale. Generalmente tale situazione è legata all’invecchiamento o a ricorrenti infiammazioni del sacco lacrimale, ma può anche essere congenita.
A causa dell’alterato deflusso delle lacrime, il paziente lamenterà epifora, cioè eccessiva fuoriuscita di lacrime dagli occhi, con lacrimazione fastidiosa, e talvolta infiammazione oculare da ristagno di liquido con sviluppo di infezioni delle vie lacrimali (dacriocistiti, canalicoliti) o della superficie oculare (congiuntiviti ricorrenti).
Il lavaggio delle vie lacrimali prevede l’introduzione, previa instillazione di un anestetico topico, di una cannula nel puntino lacrimale superiore o inferiore, e l’irrigazione delle vie con soluzione fisiologica sterile, ed eventualmente antibiotico in caso di fenomeni infettivi in atto.

In caso di vie di deflusso fisiologicamente pervie, si dimostra il deflusso del liquido iniettato a livello nasale. Se invece è presente un’ostruzione, la soluzione fisiologica refluisce fuori dai puntini lacrimali e a livello della superficie oculare.
Successivamente al lavaggio delle vie lacrimali, in caso di dimostrazione di anomalie di deflusso, è possibile porre indicazione all’esecuzione del più idoneo intervento correttivo (sondaggio, dacriocistorinostomia, dacriocistectomia).



Piazza Vittorio Veneto 10, Torino

50 €

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin

Il test di Schirmer è uno dei test più utilizzati per diagnosticare la sindrome dell’occhio secco. Si tratta di un esame non invasivo né doloroso, che ha come obiettivo la misurazione della secrezione lacrimale. Il test prevede l’inserimento nel fornice congiuntivale di due strisce di una particolare carta bibula millimetrate, e dopo 5 minuti si procede alla misurazione della porzione di strisciolina inumidita. In caso di diagnosi di sindrome dell’occhio secco, o Dry Eye, una appropriata terapia con sostituti lacrimali allevierà i fastidi legati alla dislacrimia.
E’ consigliato sottoporsi al test di Schirmer in caso di presenza di secchezza oculare, sensazione di corpo estraneo sulla superficie dell’occhio, rossore, fotofobia.



Piazza Vittorio Veneto 10, Torino

50 €

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin

La misurazione della pressione intraoculare, o tonometria, è un aspetto fondamentale della valutazione oculistica.
La pressione intraoculare è determinata dall’equilibrio dinamico tra produzione e deflusso di un liquido, l’umor acqueo. In caso di squilibri della sua circolazione, la pressione dell’occhio sale, con effetti potenzialmente lesivi sulle fibre nervose del nervo ottico.
La pressione intraoculare elevata rappresenta il maggiore fattore di rischio per lo sviluppo del Glaucoma, la neurodegenerazione del nervo ottico che può condurre a cecità, nonché il principale contro cui possiamo agire terapeuticamente.
Generalmente l’aumento della pressione dell’occhio è asintomatico. Il paziente solitamente non si rende conto di nulla fino a quando il danno nervoso è ormai molto avanzato. Ciò rende ancora più importante l’esecuzione di periodiche tonometrie oculari nel soggetto apparentemente sano per individuare celermente anomalie, o per monitorare pazienti notoriamente affetti da Glaucoma e già in terapia con colliri ipotonizzanti.


Corso Galileo Ferraris 247, Torino

Scopri di più

Ospedale Koelliker


Corso Galileo Ferraris 247, Torino

Scopri di più

Ospedale Koelliker



Piazza Vittorio Veneto 10, Torino

90 €

Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin

Visita oculistica di controllo, a distanza di massimo 3 mesi da un accesso precedente, finalizzata al monitoraggio di eventuali disturbi riscontrati, nonché agli aggiustamenti terapeutici necessari.

Esperienze

Su di me

Mi laureo a pieni voti in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Torino. Conseguo il Certificato di Alta Qualificazione della Scuola ...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Specializzazione in Oftalmologia - Scuola di Specializzazione in Oftalmologia - Università degli Studi di Torino - 70/70 lode, dignità di stampa e Menzione Onorevole
  • Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Torino - 110/110 lode, dignità di stampa e Menzione Onorevole
  • Certificato di Alta Qualificazione - Scuola di Studi Superiori Ferdinando Rossi, Università degli Studi di Torino - 70/70 e lode
Visualizza altre informazioni

Premi MioDottore


Specializzazioni

  • Oftalmologia

Tirocini

  • Presidio Ospedaliero C. Sperino - Ospedale Oftalmico, Clinica Oculistica Universitaria
  • Città della Salute e della Scienza di Torino - Ospedale Molinette, S.C.D.U. Oculistica Universitaria

Competenze linguistiche

  • Italiano,
  • Inglese,
  • Francese

Premi e riconoscimenti

  • Vincitrice del concorso per conferimento di Assegno di Ricerca - Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Università degli Studi di Torino, Sel. N. DSC.2021.06/XXIII - Progetto Terapia Cellulare Oculare, finalizzato allo studio di trattamenti oculistici innovativi mediante cellule staminali e loro bioprodotti (vescicole extracellulari), settore Oftalmologia Rigenerativa.
  • Vincitrice del Bando Erogazioni Ordinarie 2022 della Fondazione CRT - Coordinatrice del progetto Implementazione della Terapia Cellulare in Oculistica: creazione di una rete professionale clinico-biologica al servizio della Oftalmologia Rigenerativa, cofinanziato da Fondazione CRT e Università degli Studi di Torino, finalizzato alla formazione di figure atte a trasferire nella pratica clinica le ultime acquisizioni scientifiche sul trattamento oftalmologico con cellule staminali.

Profili social

Pubblicazioni e articoli

Pubblicazioni (21)

Punteggio generale

Tutte le recensioni contano e non possono essere rimosse o modificate dai dottori a proprio piacimento. Scopri come funziona il processo di moderazione delle recensioni.
A
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin visita oculistica

Grande professionalità,mi dispiace non averla conosciuta prima!

M
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin visita oculistica

Ho apprezzato molto la chiarezza nella diagnosi e sopratutto la professionalita della dottoressa durante la visita.

L
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin visita oculistica

Prima visita. Anamnesi accurata, visita attenta, spiegazioni complete. Grazie dottoressa.


T
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin esame del fundus oculi

Ottima esperienza, la dottoressa e il suo staff sono stati molto gentili e professionali,vivamente consigliato.


G
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Ospedale Koelliker visita oculistica

Dottoressa molto preparata e attenta ai dettagli della visita


C
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin visita oculistica

Visita accurata, spiegazioni chiare. La Dott.ssa Scalabrin cordiale e professionale


A
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin esame del fundus oculi

La dottoressa mi sembra molto preparata e competente. Continuerò ad avvalermi delle sue cure per i controlli oculistici.


S
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin visita oculistica

La dottoressa Scalabrin è stata puntuale, estremamente cortese, mi ha spiegato con cura ogni passaggio ed è stata estremamente disponibile nel darmi indicazioni e rassicurazioni. È stata la mia prima visita presso lo studio e sicuramente in futuro tornerò. La consiglio a chi abbia bisogno di una visita oculistica approfondita.


A
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin visita oculistica

Molto professionale e preparata. Ottima esperienza


M
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Studio Oculistico Dott.ssa Scalabrin visita oculistica

Dottoressa empatica a e precisa, puntuale e attenta.


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 31 domande da parte di pazienti di MioDottore

Domande su Degenerazione maculare

Buonasera volevo chiedere se dopo iniezione all' occhio di Lucentis se avverto un leggero fastidio/ dolore posso prendere un antidolorifico tipo brufen o Tachipirina?

Gentile Paziente,
non ci sono controindicazioni a una terapia con FANS o paracetamolo in seguito a iniezione intravitreale di farmaci antiVEGF, come il Lucentis. A disposizione.
Dott.ssa Scalabrin

Dott.ssa Simona Scalabrin

Domande su Trombosi

Ho 69 anni e ho avuto una trombosi vena centrale della retina ad oggi ho fatto due iniezioni vitreali e laser. Ma continuo a vedere sfocato con l'occhio come posso recuperare la vista completamente.
Grazie.

Gentile Paziente,
la trombosi venosa retinica può determinare la comparsa di edema a livello della regione maculare, la parte di retina deputata all'acuità visiva centrale, con conseguente calo del visus e visione sfocata. La terapia con iniezioni intravitreali di farmaci anti-VEGF o cortisonici mira a ridurre tale edema, mentre il laser si pone l'obiettivo di trattate le zone retiniche ischemiche (non perfuse) che rappresentano uno stimolo alla proliferazione di nuovi vasi, all'aumento dell'edema e al potenziale sviluppo di severe complicazioni, come il glaucoma neovascolare. Ovviamente è necessario parallelamente individuare e trattare le eventuali condizioni sistemiche che possono predisporre a eventi trombotici, al fine di ridurre la probabilità di ulteriori eventi ischemici.
Il risultato funzionale in termini di recupero visivo non è purtroppo prevedibile, pur essendo in taluni casi molto soddisfacente. Si affidi fiducioso al Suo Oculista.
A disposizione.
Dott.ssa Simona Scalabrin

Dott.ssa Simona Scalabrin

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.