La blefaroplastica, più comunemente chiamata chirurgia delle palpebre, è un intervento chirurgico mirato a migliorare l'aspetto delle palpebre. Questa procedura può essere eseguita sia sulle palpebre superiori che inferiori, o su entrambe, a seconda delle specifiche esigenze.

Scegli la città in cui stai cercando il servizio

A cosa serve la blefaroplastica

La blefaroplastica è principalmente progettata per affrontare problemi legati all'invecchiamento intorno agli occhi. Con l'avanzare dell'età, la pelle perde naturalmente elasticità, il che può portare all'accumulo di eccesso di pelle sulle palpebre superiori e inferiori. Oltre a conferire un aspetto stanco o invecchiato, questa pelle in eccesso può anche compromettere la vista, in particolare la visione periferica.

Tuttavia, non è solo l'invecchiamento a causare questi problemi. I problemi alle palpebre possono anche essere il risultato di fattori ereditari, il che significa che anche i giovani possono sperimentarli. Pertanto, la blefaroplastica non è solo per coloro che stanno invecchiando, ma anche per individui che hanno ereditato caratteristiche come borse sotto gli occhi o palpebre cadenti.

Infine, alcune persone scelgono la blefaroplastica esclusivamente per motivi estetici. Possono desiderare di migliorare l'aspetto dei loro occhi e conferire loro un aspetto più giovane e attento. Rimuovendo eccesso di pelle e grasso e stringendo i muscoli intorno agli occhi, la blefaroplastica può fornire un significativo miglioramento estetico.

Come funziona la blefaroplastica

La blefaroplastica di solito viene eseguita sotto anestesia locale, ma può anche essere eseguita sotto anestesia generale. La scelta dell'anestesia dipenderà dall'estensione dell'intervento e dalla condizione di salute del paziente. Una volta che l'anestesia ha fatto effetto, il chirurgo praticherà incisioni precise nei solchi naturali delle palpebre (superiori e/o inferiori) per minimizzare le cicatrici visibili.

Dopo che le incisioni sono state fatte, il chirurgo rimuoverà o riposizionerà l'eccesso di grasso, muscolo e pelle. In alcuni casi, potrebbe essere rimosso anche un piccolo pezzo del muscolo orbicolare dell'occhio, il muscolo responsabile della chiusura dell'occhio, per creare una forma delle palpebre più armoniosa.

Le incisioni sono quindi chiuse con suture, adesivi cutanei o nastro chirurgico. Le cicatrici risultanti dalle incisioni saranno ben nascoste nelle strutture naturali della regione delle palpebre.

Quanto dura un intervento di blefaroplastica

La durata di un intervento di blefaroplastica dipende in gran parte dal fatto che si stiano operando le palpebre superiori, inferiori o entrambe, nonché dall'entità dell'intervento necessario. Tipicamente, l'intervento può richiedere da una a tre ore. È importante notare che questo è il tempo effettivo dell'intervento chirurgico e non include il tempo necessario per la preparazione e il recupero in ospedale.

Blefaroplastica: costo medio in Italia

Il costo medio della blefaroplastica può variare notevolmente a seconda di fattori come l'esperienza del chirurgo, la posizione, l'estensione dell'intervento e se si tratta delle palpebre superiori, inferiori o di entrambe. In Italia il prezzo di un'operazione di blefaroplastica può oscillare tra 200 e 4 000 €. È essenziale consultare un chirurgo plastico certificato per una valutazione personalizzata e una stima precisa dei costi in base alle esigenze e obiettivi individuali.

Blefaroplastica: specialisti e cliniche consigliati

Roma

Dr. Luca Scuderi

Oculista

Via di Villa Patrizi 15, Roma
197 recensioni
Mostra profilo
Dott.ssa Giulia Bianco

Otorino, Medico estetico

Via della Magliana 144, Roma
118 recensioni
Mostra profilo

Milano

Dott.ssa Ilaria Turriziani

Medico di medicina generale, Medico estetico, Medico certificatore

Viale Corsica 50, Milano
206 recensioni
Mostra profilo
Dr. Marco Boiocchi Delfrate

Medico estetico

Corso Giacomo Matteotti 1a, Milano
719 recensioni
Mostra profilo

Napoli

Dr. Claudio Amitrano

Medico estetico, Chirurgo estetico, Chirurgo plastico

Riviera di Chiaia 127, Napoli
39 recensioni
Mostra profilo
Dr. Giuseppe Scalera

Chirurgo generale, Chirurgo, Chirurgo plastico

Via Campania,9, Melito di Napoli
126 recensioni
Mostra profilo

Torino

Dr. Fabrizio Pesce

Oculista

Via Goito 6, Torino
36 recensioni
Mostra profilo
Dott.ssa Irina Jun

Medico estetico

Piazza Statuto 4, Torino
102 recensioni
Mostra profilo

Domande frequenti

Come devo prepararmi per una blefaroplastica?

La preparazione per un intervento di blefaroplastica inizia con una consultazione con il tuo chirurgo. Durante questa consultazione, è importante discutere gli obiettivi, le opzioni disponibili, i rischi e i benefici coinvolti e i costi. Sarà anche esaminata la tua storia medica e può essere necessario sottoporsi a un esame fisico per valutare l'idoneità all'intervento.

Nelle settimane che precedono l'intervento, potrebbe essere richiesto di smettere di fumare, evitare l'assunzione di aspirina, farmaci anti-infiammatori e integratori a base di erbe, in quanto possibili anticoagulanti. Potrebbe anche essere necessaria l'assistenza di altre persone per il trasferimento a casa dopo l'intervento.


Com'è la fase post-operatoria di una blefaroplastica?

Dopo l'intervento, è probabile che venga applicata un'unta di pomata sulle palpebre e in alcuni casi potrebbe essere posizionata una benda. Le palpebre possono sentirsi tese e doloranti mentre l'anestesia svanisce e potrebbe essere prescritto un farmaco per gestire eventuali disagi.

Nella prima settimana dopo l'intervento, è importante mantenere la testa sollevata e applicare impacchi freddi per ridurre al minimo gonfiore e lividi. Il medico darà istruzioni su come pulire gli occhi e possibili prescrizioni per gocce o unguenti per prevenire infezioni e infiammazioni.

È normale sperimentare qualche disagio, occhi secchi, lacrimazione, sensibilità alla luce e visione offuscata o doppia dopo l'intervento, ma questi sintomi dovrebbero migliorare dopo alcuni giorni. La maggior parte delle persone si sente pronta a uscire in pubblico o tornare al lavoro circa 10-14 giorni dopo l'intervento.


Quanto tempo ci vuole perché le cicatrici da blefaroplastica svaniscano?

Le cicatrici dopo una blefaroplastica di solito sono minime poiché le incisioni vengono effettuate nei solchi naturali delle palpebre, rendendole meno visibili. Nella maggior parte dei casi, le cicatrici diventano invisibili dopo diversi mesi man mano che sbiadiscono e maturano. Tuttavia, il tempo esatto necessario affinché le cicatrici sbiadiscano può dipendere da una serie di fattori, tra cui l'età del paziente, il tipo di pelle, la genetica e quanto bene si seguono le istruzioni post-operatorie del chirurgo. È molto importante proteggere le cicatrici dall'esposizione al sole, poiché questa può scurirle e ritardare il processo di guarigione.


Quanto dura il gonfiore dopo una blefaroplastica?

Il gonfiore è una parte normale del processo di recupero dopo una blefaroplastica. La maggior parte dei pazienti noterà miglioramenti significativi nel gonfiore nei primi 10-14 giorni dopo l'intervento. Tuttavia, un gonfiore lieve potrebbe persistere per diverse settimane.

La durata esatta del gonfiore può dipendere da diversi fattori, tra cui l'estensione dell'intervento, la condizione generale del paziente e quanto attentamente si seguono le istruzioni post-operatorie del chirurgo. L'applicazione di impacchi freddi, mantenere la testa sollevata e prendere eventuali farmaci prescritti può contribuire a ridurre il gonfiore.


Qual è il tempo di recupero dopo una blefaroplastica?

Ogni paziente guarisce a un ritmo diverso, quindi i tempi di recupero possono variare. In generale, la maggior parte dei pazienti si sente pronta a tornare alle proprie attività normali e a uscire in pubblico circa due settimane dopo l'intervento. A questo punto, gran parte del gonfiore e dei lividi si sarà attenuata.

Tuttavia, possono passare alcuni mesi prima che i risultati completi della blefaroplastica diventino visibili, poiché il gonfiore continua a diminuire. Durante questo periodo, è importante proteggere gli occhi dall'esposizione al sole e al vento. È anche fondamentale mantenere tutti gli appuntamenti di follow-up con il tuo chirurgo in modo che possano monitorare i tuoi progressi.


Quanto dura l'effetto della blefaroplastica?

I risultati della blefaroplastica sono a lungo termine. Sebbene la procedura non fermi il processo di invecchiamento, può conferire un aspetto più giovane, oltre ovviamente a migliorare le relative patologie se utilizzata per risolvere problemi non necessariamente estetici. In generale, i miglioramenti della blefaroplastica possono durare da 5 a 7 anni.

Tuttavia, è importante notare che i risultati individuali possono variare e sono influenzati da fattori legati allo stile di vita, come il fumo, l'esposizione al sole e la genetica. Mantenere uno stile di vita sano e prendersi cura della pelle può contribuire a prolungare i risultati.


Qual è l'età migliore per sottoporsi a una blefaroplastica?

Non c'è un'età "perfetta" per sottoporsi a una blefaroplastica, poiché la necessità di questa procedura dipende spesso da fattori individuali come la genetica, il tipo di pelle e lo stile di vita. Alcune persone potrebbero sentirsi pronte per una blefaroplastica già passati i 30 anni, mentre altre potrebbero non considerarla prima dei 50 o 60 anni.

Tuttavia, la maggior parte dei chirurghi concorda sul fatto che il momento migliore per sottoporsi a una blefaroplastica è quando le palpebre iniziano a interferire con la vista o quando si è insoddisfatti dell'aspetto delle palpebre e ciò causa disagio o disturbo.


Quali sono i rischi e le possibili complicazioni della blefaroplastica?

Come con qualsiasi intervento chirurgico, la blefaroplastica comporta dei rischi. Questi possono includere infezione, sanguinamento, cicatrici, difficoltà a chiudere gli occhi, occhi secchi o cambiamenti nella vista. In casi rari, le complicazioni possono portare alla perdita della vista.

Altre possibili complicazioni includono asimmetria nella guarigione o nelle cicatrici, dolore persistente e la necessità di un intervento chirurgico di revisione. È importante discutere di questi rischi con il tuo chirurgo prima di decidere sull'intervento.

Nonostante questi rischi, la blefaroplastica è generalmente considerata una procedura sicura quando eseguita da un chirurgo qualificato ed esperto.


Quanto è dolorosa la blefaroplastica?

Durante l'intervento, non si sente alcun dolore grazie all'anestesia. Dopo l'intervento, è normale provare un certo disagio, ma questo può essere gestito con farmaci prescritti dal chirurgo.

È normale sperimentare una certa tensione intorno agli occhi man mano che l'effetto dell'anestesia svanisce e il gonfiore inizia a comparire. Tuttavia, il dolore grave o persistente potrebbe essere un segno di complicazione e dovrebbe essere segnalato immediatamente al medico.

Domande su Blefaroplastica

I nostri esperti hanno risposto a 3 domande su Blefaroplastica

Buongiorno!
Il processo infiammatorio post operatorio, soprattutto in caso di blefaroplastica inferiore, può protrarsi a lungo. In assenza di dolore o perdita di vista, non mi preoccuperei

Salve, il consiglio è di eseguire una valutazione presso il chirurgo che ha eseguito l'intervento. Il gonfiore potrebbe essere compatibile con l'intervento o con una concomitante allergia,…