Indirizzo

Via Ugo Bassi 13, Bologna
Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri

Prossima data disponibile.:

Mostra l'agenda
Assegno, Carta di debito

Pazienti senza assicurazione sanitaria

Casagit

Unisalute


051 2.....

Check-up c.v: Vis, ECG, ECOcg, EcdTSA • da 300 €

Eco - Color - Doppler • da 80 €

Ecocardiogramma • da 80 € +3 Altro

Elettrocardiogramma • da 40 €

Visita Cardiologica/Angiologica + ECG • da 150 €

Visita di controllo • da 80 €

Esperienze

Su di me

Il prof. Coccheri si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Bologna con 110 e lode. E' stato Professore Ordinario di ...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Università degli Studi di Bologna, italia
  • Fondazione Carlsberg Copenaghen, Danimarca
  • Fondazione Mitchell Washington DC, Usa

Competenze linguistiche

Italiano, Inglese, Tedesco, Francese

Prestazioni e prezzi

Check-up c.v: Vis, ECG, ECOcg, EcdTSA


Via Ugo Bassi 13, Bologna

da 300 €

Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri


Eco - Color - Doppler


Via Ugo Bassi 13, Bologna

da 80 €

Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri


Ecocardiogramma


Via Ugo Bassi 13, Bologna

da 80 €

Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri


Elettrocardiogramma


Via Ugo Bassi 13, Bologna

da 40 €

Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri


Visita Cardiologica/Angiologica + ECG


Via Ugo Bassi 13, Bologna

da 150 €

Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri


Visita di controllo


Via Ugo Bassi 13, Bologna

da 80 €

Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
5 recensioni

  • Puntualità
  • Attenzione
  • Struttura e attrezzature
P
Paziente verificato
Presso: Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri

In data 20/5/2019 sono stata visitata dal prof. Sergio Coccheri e desidero esprimere la mia soddisfazione per la sua professionalità.
E' inoltre un medico disponibile, scrupoloso, competente e quindi estremamente affidabile.


D
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri

Sono pienamente soddisfatta per la puntualità, la cortesia e la competenza del medico presso cui è anche possibile effettuare molti esami diagnostici. Grazie.


R
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri

sono pienamente soddisfatto della visita, per l'accoglienza,la cortesia e la professionalità dimostrata.


C
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri

Il Prof. Coccheri è davvero molto disponibile ed estremamente scrupoloso. Lo consiglio assolutamente!


C
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Medico Cardiovascolare - Prof. Sergio Coccheri Visita Cardiologica/Angiologica + ECG

Dopo circa un anno di visite cardiologiche in giro per l'Italia, con una sola visita ho risolto i miei problemi.
Professore scrupoloso, calmo, preparato ed in grado di trovare la soluzione al mio problema.
Lo consiglio tantissimo.
Cinzia

Prof. Sergio Coccheri

Gent.le Signora Fioravanti,
la ringrazio di cuore per la sua lusinghiera recensione e sono lieto che lei si sia trovata bene e stia sentendo giovamento dai miei consigli. Come ha visto è molto, importante parlarsi per comprendere appieno i disturbi di una persona. Naturalmente qualcuno dei suoi disturbi potrebbe ripresentarsi e in tal caso non esiti di contattarmi.
Cordialmente
Prof Sergio Coccheri


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 54 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Soffro di scompenso cardiaco e fibrillazione permanenti più insufficienza venosa cronica arti inferiori,la fraz.di ejezione data dall'ecocuore è 62 assumo coumadin e altri farmaci periodicamente eseguo prelievo farmaci digitalici,lanoxin 0,250,comemaimi ritrovo :digossina:0,76 range:0,80-2.00,potasio: 4,57 , sodio: 147
    Non uso sale da 10 anni, non mangio insaccati se non raramente ma molte verdure e carne bianca però bevo poco,i reni sono a poto anche dall'ecoaddome completo.
    Che sia la prostatite cronica abatterica che mi fa urinare di meno o di più? La digossina una volta l'ho trovata bassa però è risalita bevendo te VERDE ,il sodio,147 anche altre volte era al limite superiore,il CLORO è a posto.
    Che sia qualcosa che mangio ? Soffro di male assorbimento intestinale.Sono necessari altri esami del sangue per capire la digossina e il sodio?
    Grazie.

    Anzitutto le faccio i miei complimenti perchè, pur avendo una insufficienza cardiaca, la sua frazione di eiezione presenta valori normali: l'efficienza del cuore è quindi preservata. Per il dosaggio della digoxina nel sangue esso viene fatto per evitare un eccesso di questo alcaloide nel sangue, eccesso che potrebbe verificarsi se il dosaggio è eccessivo o vi è una insufficienza renale che rallenta l'eliminazione della digoxina. Le consiglio di farsi richiedere dal suo medico la valutazione della funzione renale attraverso la Clearance della creatinina, che comporta la consegna delle urine delle 24 ore. Ad ogni modo sembra che anche la dogossinemia sia nei limiti e ben sotto la soglia di tossicità.

    Prof. Sergio Coccheri

  • Domande su Aritmia

    Buonasera, ho 65 anni. Nel 2015 avuto la fibrillazione atriale e da allora ogni anno una volta. La penultima volta mi è stato dato Ritmonorm 350mg. Mattina e sera.
    Di nuovo avuto la fibrillazione due giorni fa, rientrato con conversione farmacologica come nei casi precedenti. Stavolta mi hanno messo in terapia con Xarelto 20mg. Leggendo ho realizzato quale farmaco sto prendendo e sinceramente ho molto paura. chiedo se c'è una soluzione chirurgica invece di farmacologica?
    non vorrei prendere questo farmaco (forse per tutta la vita) avendo molte controindicazioni.
    Da due giorni che prendo ed ho molto bruciore di stomaco, mal di testa.
    Soffro di reflusso ( ultimamente stavo bene) .
    Grazie

    Lei presenta una fibrillazione atriale episodica, definita anche parossistica. La fibrillazione atriale è un'aritmia discretamente tollerata dal cuore in quanto non altera in maniera pesante la funzione cardiaca. Presenta però un rischio : cioè la tendenza alla coagulazione del sangue proprio nell'atrio, dove a causa della fibrillazione possono formarsi dei piccoli grumi di sangue (emboli) che mettono a rischio altre parti del corpo. Vi sono degli approcci chirugici alla fibrillazione, come l'ablazione, ma questa procedura è riservata a casi gravi o particolari. Inoltre non le garantisce di poter dopo sospendere la terapia anticoagulante. Meglio quindi accettare la prescrizione di uno dei nuovi anticoagulanti che riducono in maniera assai forte il rischio della coagulazione e del conseguente embolo, senza bisogno di troppi controlli ed essendo ben tollerati. Il loro rischio emorragico è inferiore a quello dei vecchi anticoagulanti tipo Coumadin. Si lasci quindi condurre per questa strada, controllando però le condizioni del cuore in quanto potrebbe col tempo presentarsi una situazione che potrebbe consigliare l'ablazione chirurgica.

    Prof. Sergio Coccheri

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Il prof. Coccheri si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Bologna con 110 e lode. E' stato Professore Ordinario di ...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Università degli Studi di Bologna, italia
  • Fondazione Carlsberg Copenaghen, Danimarca
  • Fondazione Mitchell Washington DC, Usa

Specializzazioni

  • Medicina Interna
  • Cardiologia
  • Angiologia

Tirocini

  • Policlinico Universitario S. Orsola - Malpighi, Università di Bologna

Competenze linguistiche

Italiano, Inglese, Tedesco, Francese

Premi e riconoscimenti

  • Premio “Gianni Pauletta” dell’Accademia Nazionale dei Lincei per la migliore serie di lavori sull’Aterosclerosi e la Trombosi (1963)
  • Vice Presidente del Comitato Direttivo di ALT, Associazione Lotta alla Trombosi, e rappresentante di ALT presso EHN (European Heart Network) a Bruxelles
  • Premio della Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale per i migliori lavori in Medicina termale.
Visualizza altre informazioni

Pubblicazioni e articoli

Pubblicazioni (7)