Salvatore Andrea Mastrolia, ginecologo Milano

Dott. Salvatore Andrea Mastrolia

Salva

Ginecologo Altro

Nuovo profilo su MioDottore
2 recensioni

Salva

96 visualizzazioni profilo negli ultimi 30 gg.
Tempo medio di risposta:

Indirizzo

Via Lodovico Castelvetro 32, Milano
Ospedale Vittore Buzzi


Pazienti senza assicurazione sanitaria


Carta di credito, Bonifico, Contanti, + 1 Altro
039 968..... Mostra numero


Esperienze

Su di me

Ho impostato la mia formazione professionale sullo studio della gravidanza e delle sue complicanze, definite nel complesso "Grandi Sindromi Ostetriche...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Anemia in gravidanza
  • Minaccia di parto pretermine
  • Ipertensione arteriosa in gravidanza
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Laurea in Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Bari. Votazione di 110/110 e lode con plauso accademico
  • Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Bari. Votazione 70/70 e lode
  • International Fellowship Program for Advanced Training in Obstetrics and Gynecology, 2013-2016, Soroka University Medical Center, Beer Sheva, Israele

Specializzazioni

  • Ostetricia e Ginecologia

Competenze linguistiche

Italiano, Spagnolo, Inglese

Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Prestazioni suggerite


Via Lodovico Castelvetro 32, Milano

120 €

Ospedale Vittore Buzzi

La visita ginecologica si compone di due parti. La parte anamnestica è quella in cui viene raccolta l'anamnesi relativa alla storia medica, ginecologica, ed ostetrica, la storia chirurgica e quella familiare, passando per l'anamnesi lavorativa della paziente.
Successivamente si procede alla visita ginecologica ed alla ecografia transvaginale.
Qualora ve ne siano le indicazioni, durante la visita verrà suggerito alla paziente di eseguire il PAP test, metodo di screening citologico per le neoplasie del collo dell'utero.

Altre prestazioni


Via Lodovico Castelvetro 32, Milano

150 €

Ospedale Vittore Buzzi

Per primo trimestre si intende il periodo di età gestazionale fino a 13 settimane e 6 giorni.
Inoltre, si definisce “embrione” il prodotto del concepimento fino a 10 settimane compiute (pari a 10 settimane e 0 giorni di età gestazionale), si definisce “feto” da 10 settimane e 1 giorno in poi.

L'ecografia di primo livello del 1° trimestre, viene eseguita in osservanza delle linea guida della Società Italiana di Ecografia Ostetrico Ginecologica (SIEOG) del 2015.
Lo scopo della ecografia del I trimestre è il seguente:
a) visualizzazione dell’impianto in sede uterina della camera ovulare/sacco gestazionale ed il loro numero
b) visualizzazione della presenza e numero dei feti, e della loro attività cardiaca
c) datazione della gravidanza
d) in caso di gravidanza multipla, definizione di corionicità ed amnionicità



Via Lodovico Castelvetro 32, Milano

150 €

Ospedale Vittore Buzzi

Per secondo trimestre si intende il periodo di età gestazionale compreso tra 14 settimane compiute (pari a 14 settimane e 0 giorni) e 26 settimane compiute (pari a 26 settimane e 0 giorni).

L'ecografia di primo livello del 2° trimestre, viene eseguita in osservanza delle linea guida della Società Italiana di Ecografia Ostetrico Ginecologica (SIEOG) del 2015.
Le finalità dell'esame ecografia dell'esame ecografico di primo livello del 2° trimestre sono:
a) Determinazione del numero dei feti
b) Evidenziare la presenza di attività cardiaca fetale
c) Valutazione dell’epoca gestazionale, qualora non sia stato eseguito un esame ecografico per datazione della gravidanza nel primo trimestre
d) Valutazione dell’anatomia fetale
e) Determinare la localizzazione placentare
f) Valutazione del volume di liquido amniotico

Se eseguita allo scopo di valutare l'anatomia fetale, se ne consiglia l’esecuzione tra le 19 e le 21 settimane di età gestazionale.
A parte rare eccezioni, non esistono anomalie fetali che sono individuabili sempre e con certezza. L'esame ecografico effettuato per lo screening delle anomalie fetali tra 19 e 21 settimane consente di identificare dal 20 al 50% delle malformazioni più rilevanti.
Dati Europei evidenziano una capacità media dell’identificare le anomalie fetali del 31%. Pertanto per i limiti intrinseci della metodica è possibile che alcune anomalie fetali, anche gravi, non vengano identificate in epoca prenatale.
Inoltre, non è possibile eseguire la diagnosi di alcune patologie malformative in quanto i segni ecografici compaiono solo tardivamente nel terzo trimestre per le loro caratteristiche evolutive.



Via Lodovico Castelvetro 32, Milano

150 €

Ospedale Vittore Buzzi

Per terzo trimestre si intende il periodo di età gestazionale a partire da 26 settimane e 1 giorno.

L'ecografia di primo livello del 3° trimestre, viene eseguita in osservanza delle linea guida della Società Italiana di Ecografia Ostetrico Ginecologica (SIEOG) del 2015.
Le finalità dell'esame ecografia dell'esame ecografico di primo livello del 3° trimestre sono:
a) Valutazione della situazione, presentazione ed attività cardiaca fetale
b) Valutazione della crescita fetale
c) Valutazione della quantità di liquido amniotico e dell’inserzione placentare
d) Studiare l'anatomia fetale. Lo studio deve includere: ventricoli cerebrali, 4-camere cardiache, stomaco, reni, vescica



Via Lodovico Castelvetro 32, Milano

150 €

Ospedale Vittore Buzzi

L'ecografia di accrescimento fetale è una ecografia ostetrica di primo livello eseguita nel 3° trimestre di gravidanza. Tale ecografia viene eseguita in osservanza delle linea guida della Società Italiana di Ecografia Ostetrico Ginecologica (SIEOG) del 2015.
Per terzo trimestre si intende il periodo di età gestazionale a partire da 26 settimane e 1 giorno.

Le finalità dell'esame ecografia dell'esame ecografico di primo livello del 3° trimestre sono:
a) Valutazione della situazione, presentazione ed attività cardiaca fetale
b) Valutazione della crescita fetale
c) Valutazione della quantità di liquido amniotico e dell’inserzione placentare
d) Studiare l'anatomia fetale. Lo studio deve includere: ventricoli cerebrali, 4-camere cardiache, stomaco, reni, vescica



Via Lodovico Castelvetro 32, Milano

150 €

Ospedale Vittore Buzzi

L'ecografia morfologica è una ecografia di primo livello che viene eseguita nel 2° trimestre di gravidanza, allo scopo di valutare l'anatomia fetale. Viene eseguita in osservanza delle linea guida della Società Italiana di Ecografia Ostetrico Ginecologica (SIEOG) del 2015.
Se ne consiglia l’esecuzione tra le 19 e le 21 settimane di età gestazionale.
A parte rare eccezioni, non esistono anomalie fetali che sono individuabili sempre e con certezza. L'esame ecografico effettuato per lo screening delle anomalie fetali tra 19 e 21 settimane consente di identificare dal 20 al 50% delle malformazioni più rilevanti.
Dati Europei evidenziano una capacità media dell’identificare le anomalie fetali del 31%. Pertanto per i limiti intrinseci della metodica è possibile che alcune anomalie fetali, anche gravi, non vengano identificate in epoca prenatale.
Inoltre, non è possibile eseguire la diagnosi di alcune patologie malformative in quanto i segni ecografici compaiono solo tardivamente nel terzo trimestre per le loro caratteristiche evolutive.



Via Lodovico Castelvetro 32, Milano

140 €

Ospedale Vittore Buzzi

Durante la visita prima ostetrica si procede al colloquio clinico con la paziente, raccogliendo l'anamnesi relativa alla storia medica ed ostetrica, la storia chirurgica e quella familiare, passando per l'anamnesi lavorativa. Tutto al fine di fare una valutazione iniziale dei fattori di rischio per lo sviluppo delle patologie della gravidanza e del travaglio/parto/puerperio.
Durante la prima visita si rilevano il peso ed i parametri vitali, si esegue l'ecografia di datazione, se la visita viene eseguita nel primo trimestre, si discutono le opzioni per la diagnosi prenatale, e si indicano i primi esami di laboratorio da eseguire in gravidanza.
Vengono inoltre fornite le indicazioni igienico-alimentari volte ad evitare le infezioni in gravidanza e vengono fornite alla paziente le indicazioni relative ad uno stile di vita adeguato volto a favorire la regolare progressione della gravidanza ed un corretto sviluppo fetale.
Al termine della prima visita e di ogni visita, viene data alla paziente ed al partner la possibilità di porre domande o dubbi in merito alla gravidanza, e si illustrano i motivi per recarsi in Pronto Soccorso.



Via Lodovico Castelvetro 32, Milano

140 €

Ospedale Vittore Buzzi

Durante la visita di controllo si esegue la valutazione della pressione arteriosa e del peso, si raccolgono informazioni sullo stato di benessere della paziente o su eventuali alterazioni dello stesso, si valutano gli esami di laboratorio, viene eseguita l'ecografia office volta a confermare la presentazione fetale, la presenza dell' attività cardiaca e dei movimenti fetali, le caratteristiche del liquido amniotico e della placenta.

Al termine della visita, viene data alla paziente ed al partner la possibilità di porre domande o dubbi in merito alla gravidanza, e si illustrano i motivi per recarsi in Pronto Soccorso.

Recensioni

5

Punteggio generale
2 recensioni

Tutte le recensioni contano e non possono essere rimosse o modificate dagli specialisti a proprio piacimento. Scopri come funziona il processo di moderazione delle recensioni.
B
Presso: Ospedale Vittore Buzzi visita ginecologica

Molto attento ed estremamente cortese e disponibile. Chiaro e paziente nelle spiegazioni, ha un'empatia che ti mette fin da subito a tuo agio.


S
Presso: Ospedale Vittore Buzzi Altro

Ho fatto una visita di controllo in gravidanza per valutare l'accrescimento della mia bambina dopo essere stata positiva al covid! Il Dott. Mastrolia ha eseguito scrupolosamente l'ecografia spiegandomi ogni cosa che vedeva con termini chiari e precisi in modo che io potessi comprendere. Mi ha accolto con puntualità nel suo studio ed è stato gentile fin da subito. Mi ha trasmesso molta tranquillità e rasserenato rispetto alle preoccupazioni che avevo. È un medico che lavora con il cuore!


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 6 domande da parte di pazienti di MioDottore

Buonasera,
Ho 20 anni, in quest'ultimo anno sono dimagrita di 10kg andando sottopeso a causa dell'ansia, reflusso gastroesofageo, meteorismo, colon irritabile
Fine ottobre ho avuto l'ultimo ciclo con ritardo e dopo 17 giorni sto avendo perdite scure e un po' di sangue
A fine ottobre ho fatto un eco addome dove risultava vescica e utero nella norma
Volevo sapere a cosa potesse essere legato, come comportarmi se eventualmente fare un controllo ginecologico

La perdita di peso, insieme agli altri disturbi con particolare rilievo per quelli su base stressogena, possono agire sull'asse ipotalamo-iposifi-ovaio, cioè alterando i normali ritmi ormonali che determinano una regolare funzione mestruale. Se la visita a fine ottobre era regolare e se ha eseguito regolarmente anche i suoi PAP test, non è necessaria una ulteriore visita ginecologica perchè il suo disturbo è dovuto ad una condizione ormonale.

Dott. Salvatore Andrea Mastrolia

Salve da alcuni giorni ho dolore fianco destro ,sotto la pancia e schiena. Cosa può essere? Può essere legato all'ambito ginecologico?

Le sedi da lei descritte alloggiano diversi organi, incluso quelli di pertinenza ginecologica.
Il modo migliore per giungere ad una esclusione della eventuale patologia ginecologica è la raccolta di una anamnesi approfondita ed un esame obiettivo con ecografia ginecologica che possono essere eseguiti durante una visita.

Dott. Salvatore Andrea Mastrolia

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Ho impostato la mia formazione professionale sullo studio della gravidanza e delle sue complicanze, definite nel complesso "Grandi Sindromi Ostetriche...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Anemia in gravidanza
  • Minaccia di parto pretermine
  • Ipertensione arteriosa in gravidanza
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Laurea in Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Bari. Votazione di 110/110 e lode con plauso accademico
  • Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Bari. Votazione 70/70 e lode
  • International Fellowship Program for Advanced Training in Obstetrics and Gynecology, 2013-2016, Soroka University Medical Center, Beer Sheva, Israele

Specializzazioni

  • Ostetricia e Ginecologia

Tirocini

  • Dirigente Medico presso Fondazione Monza e Brianza per la Mamma e il Bambino (MBBM), Ospedale San Gerardo di Monza, Monza. Marzo 2017-Marzo 2018
  • Dirigente Medico presso Ospedale dei Bambini 'Vittore Buzzi', Milano. Marzo 2018-attualmente in corso

Competenze linguistiche

Italiano, Spagnolo, Inglese

Pubblicazioni e articoli

Pubblicazioni (67)

Ricerche correlate