Indirizzo

via Don Luigi Palazzolo 13, Bergamo
STUDIO ODONTOIATRICO DR.VINCENTI - DR.VECCHI

Prossima data disponibile.:

Mostra l'agenda
Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini di qualsiasi età
Bonifico, Assegno, Contanti
035 2.....
329 362.....

Esperienze

Su di me

Vi prego di collegarvi al sito dello studio www.studiovincentivecchi.it . Nel sito troverete informazioni video.Comodamente potrete scaricare tutte le...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Medicina e Chirurgia presso Università degli studi di Milano
  • Lexington College of Dentistry in Kentucky U.S.A.


Video


Competenze linguistiche

Inglese

Prestazioni e prezzi

Prestazioni suggerite

Visita dentistica


via Don Luigi Palazzolo 13, Bergamo

Prezzo non disponibile

STUDIO ODONTOIATRICO DR.VINCENTI - DR.VECCHI

Altre prestazioni

Devitalizzazione


via Don Luigi Palazzolo 13, Bergamo

Prezzo non disponibile

STUDIO ODONTOIATRICO DR.VINCENTI - DR.VECCHI


Gengivectomia


via Don Luigi Palazzolo 13, Bergamo

Prezzo non disponibile

STUDIO ODONTOIATRICO DR.VINCENTI - DR.VECCHI


Impianto di protesi dentaria


via Don Luigi Palazzolo 13, Bergamo

Prezzo non disponibile

STUDIO ODONTOIATRICO DR.VINCENTI - DR.VECCHI


Otturazione in composito


via Don Luigi Palazzolo 13, Bergamo

da 350 €

STUDIO ODONTOIATRICO DR.VINCENTI - DR.VECCHI


Sbiancamento dentale


via Don Luigi Palazzolo 13, Bergamo

Prezzo non disponibile

STUDIO ODONTOIATRICO DR.VINCENTI - DR.VECCHI


Visita di controllo


via Don Luigi Palazzolo 13, Bergamo

Prezzo non disponibile

STUDIO ODONTOIATRICO DR.VINCENTI - DR.VECCHI

Recensioni

Hai avuto una visita con Dott. Gianandrea Vecchi?

Scrivi una recensione, parla della tua esperienza. Centinaia di pazienti ti saranno grati!

Scrivi una recensione

Risposte ai pazienti

ha risposto a 6 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Salve dottori,
    qualche giorno fa ho dovuto estrarre un molare (il 47) perché era compromesso dalla presenza di un granuloma. Tale dente, circa 5 anni fa, era stato devitalizzato ed incapsulato. L'estrazione è stata rapida, il decorso post operatorio non mi ha dato alcun problema. Ovviamente sia prima dell'estrazione sia nei giorni a seguire (e tuttora, anche se in misura minore) ho sempre masticato a sinistra, un po' per il dolore che era diventato lancinante ed un po'per evitare di fare andare cibo sulla ferita. Quello che sto avvertendo da qualche giorno a questa parte è un dolore, appunto, alla semiarcata sinistra all'atto della masticazione e per la mezz'ora successiva. Non so dire bene da dove venga tale dolore, presumibilmente dai denti posteriori; inoltre in quella zona le gengive sono piuttosto sensibili al freddo. Vorrei sapere come mai tale dolore è arrivato praticamente subito dopo l'estrazione del dente di destra: le due cose possono essere correlate? Vi allego l'immagine della panoramica che ho fatto il 13 novembre, quando ancora avevo il 47. Temo che tale dolore possa peggiorare e richiedere un'ulteriore estrazione...

    Mi dispiace ma non vedo la sua Ortopanoramica. Quello che mi chiede non può essere valutato senza una visita approfondita. Nel campo delle ipotesi penso che se il fastidio è irradiato e non riesce ad identificarlo può dipendere dal carico masticatorio, da una carie, da una erosione.Vada dal suo Odontoiatra e faccia un controllo per escludere forma attive a sinistra.

    Dott. Gianandrea Vecchi

  • Buonasera

    cerco di farla breve saltando alcuni passaggi

    alcuni anni fa, il dentista ( certificato Invisalign ) della mia città natale ( lo chiamo “A” ) mi consiglia di fare trattamento ortodontico con Invisalign in quanto ho un morso un po’ troppo profondo, e questo potrebbe creare problemi, sia per usura denti, ma anche al collo e schiena con l’avanzare dell’età ( perché la mascella tende ad andare un po’ indietro ) .
    Dato che già allora lavoravo e vivevo a centinaia di chilometri dal suo studio, mi consiglia di trovarmi un dentista della mia zona, purché non si limiti a raddrizzare i denti, ma a fare in modo che poi la mascella si si sistemi bene e quindi il collo vada a posto ed io non abbia problemi di schiena nel futuro.
    Ad un certo punto mi decido, e quello della mia città natale mi dice, stavolta, che potrebbe seguirmi lui; tutto sommato, dovrei vederlo solo una volta ogni due o tre mesi.
    Ma comunque, per evitare imprevisti ( salire e scendere per eventuali imprevisti può diventare gravoso ) , preferisco rivolgermi ad uno che lavora nella zona in cui vivo attualmente.

    E qui iniziano i dubbi.
    Questo altro dentista, sempre certificato Invisalign, ( lo chiamo “B” ) mi dice che:

    non esiste alcuna pubblicazione scientifica che associ, almeno nel mio caso, la posizione dei denti, al problema della schiena; quindi se voglio sistemare i denti per una questione estetica, o di usura dello smalto ( e a questo punto mi ha consigliato il bite ) , o per una mobilità migliorata della mascella, allora possiamo procedere, altrimenti è inutile.

    A questo punto mi domando:

    è il dentista “A” che ha preso un granchio, oppure è questo “B” che lo ha preso? E magari, ricordando quello che mi disse “A”, cioè trovati un dentista che sappia sistemarteli in modo da non avere più problemi alla schiena, mi viene il dubbio che il “B” ( pur essendo certificato ed avendo studi in diverse città ) non sappia sistemarli nel modo in cui lo vuole “A”


    Quindi come stanno le cose? E’ vero che non esiste alcuna pubblicazione scientifica che dichiari la correlazione denti/problemi collo e schiena?

    Può essere che, se il problema schiena è reale, il dentista B mi raddrizzi i denti senza risolvere il problema della schiena?

    Quindi a questo punto non so se scegliere il dentista A ( ma col disagio di dover andare e venire da una città all’altra ) o fidarmi del B ( che comunque ha molte referenze ); oppure non fare nulla perché se tanto non è un problema di schiena…

    *********************

    altra cosa; il dentista “A” mi dice che, a fine trattamento, l’apparecchio di mantenimento lo dovrò tenere per qualche anno; il “B” mi dice invece per tutta la vita visto che i denti cambiano sempre; infatti lui lo mette la notte.

    Come stanno le cose? Apparecchio di mantenimento a vita oppure no? Cioè i denti quindi mutando sempre, richiedono prima o poi un qualcosa che li tenga fissi perché non diventano troppo storti?
    +++++++++++++++

    grazie

    Siamo in tre, e in accordo sul fatto che esistano correlazioni tra denti e postura
    .La cosa importante è la personalizzazione del suo problema.Non siamo tutti uguali la posturologia è una scienza che richiede un approccio competente, esperto, per seguirla durante la riabilitazione ortodontica.Il morso profondo è una delle conseguenze delle problematiche discendenti di pertinenza del cavo orale

    Dott. Gianandrea Vecchi

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Vi prego di collegarvi al sito dello studio www.studiovincentivecchi.it . Nel sito troverete informazioni video.Comodamente potrete scaricare tutte le...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Medicina e Chirurgia presso Università degli studi di Milano
  • Lexington College of Dentistry in Kentucky U.S.A.

Specializzazioni

  • Odontoiatria
  • Medicina Estetica
  • Chirurgia Odontostomatologica
Visualizza altre informazioni


Video


Competenze linguistiche

Inglese

Account dei social media