Indirizzi (2)

Via Cristoforo Colombo 17, Torino
Studio medico (mappa)

Prossima data disponibile.:

Mostra l'agenda
Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini a partire da 12 anni
Contanti, Carta di credito, Carta di debito
011 5.....
349 214.....

Prima visita cardiologica (170 €)

Visita cardiologica di controllo (140 €)

Elettrocardiogramma (50 €) +4 Altro

Controllo breve (60 €)

Holter ecg 24 ore (100 €)

Holter pressorio 24 ore (100 €)

Mostra tutte le prestazioni
Largo Filippo Turati, 62, Circoscrizione 1, Torino
Ospedale Mauriziano "Umberto I" (mappa)

Calendario online non attivo

Chiedi di attivare le prenotazioni online
011 508.....

Informazioni su servizi e prezzi non disponibili

Esperienze

Su di me

Mi sono laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Torino Dopo qualche anno presso il servizio di Cardiologia dell'Ospedale CTO, dal 199...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ipertensione
  • scompenso cardiaco
  • prevenzione primaria malattie cardiovascolari
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università di Torino

Foto


Competenze linguistiche

Inglese

Recensioni dei pazienti

Questo dottore non ha ancora ricevuto recensioni da parte dei pazienti su MioDottore. Scrivi la prima recensione!

Scrivi una recensione

Prestazioni e prezzi

Prima visita cardiologica

170 €


Via Cristoforo Colombo 17, Torino

170 €

Studio medico


Visita cardiologica di controllo

140 €


Via Cristoforo Colombo 17, Torino

140 €

Studio medico


Controllo breve

60 €


Via Cristoforo Colombo 17, Torino

60 €

Studio medico


Elettrocardiogramma

50 €


Via Cristoforo Colombo 17, Torino

50 €

Studio medico


Holter ecg 24 ore

100 €


Via Cristoforo Colombo 17, Torino

100 €

Studio medico


Holter pressorio 24 ore

100 €


Via Cristoforo Colombo 17, Torino

100 €

Studio medico


Appuntamento standard


Via Cristoforo Colombo 17, Torino

Prezzo non disponibile

Studio medico

Risposte ai pazienti

ha risposto a 5 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Domande su Extrasistole

    Salve.. Ho 64 anni, sovrappeso ma con valori lipidici ottimi..155 colesterolo totale ..65 triclicedi...55 HDL....qualche mese fa , per circa due mesi, ho avuto tantissime extrasistoli tutte ventricolari e polimorfe con coppie e triplette rilevate dall'Holter...praticamente erano 13.300.Non mi era mai successo...in genere ne avevo un centinaio al giorno...e cmq le avvertivo tutte.Cambiando beta bloccante, sono tornate normali dopo tre giorni , prendendo il Nadololo, adesso ne avrò un 60 70 al giorno, come era prima...Ripeto non mi era mai successo....nel periodo che ho avuto quell'enorme quantità di extra molto probabilmente ero stressato. Qualche giorno fa ho fatto una prova da sforzo sulla pedana...purtroppo sono arrivato solo al 75% dello sforzo...dovevo arrivare min all85%, ma le gambe non mi tenevano, il fiato c'era, il cardiologo che era li, mi ha detto che l'esame non era diagnostico, in quanto appunto non avevo raggiunto lo sforzo dell'85%. Comunque x la prova da sforzo al 75%....non ci sono state nessuna extrasistole..solo una, nella fase di recupero. MI chiedo se effettivamente questo esame non può essere diagnostico al 100%..o posso ritenermi relativamente tranquillo x eventuali aritmie ed ischemie? L'esame è da ripetere?...quando ho fatto l'esame, tre giorni prima ho dimezzato il beta bloccante, portandolo a 20 mg....ne prendevo 40mg al giorno..Grazie un s cordiale saluto

    La cosa più importante da sapere è la frazione di eiezione del ventricolo sinistro poi viene Calcolato il rischio globale cardiovascolare del paziente e si decide se ricercare la presenza di una coronaropatia sottostante In maniera non invasiva o se necessario invasiva

    Dott. Fabrizio Delnevo

  • Domande su Scompenso cardiaco

    Buongiorno,offro di compenso cardiaco e fibrillazione atriale permanenti e eseguo ogni due mesi,l'l'esame dei farmaci digitali ci e sono nel range, è sorto un problema,il nuovo medico non è specializzato ha solo guardato l'ecocuore e mi ha detto che assumo un farmaco che non serve,la digossina,e di toglierlo,mi sono allora rivolto al pronto soccorso e mi hanno detto che devo assumerlo,,poi a un cardiologo, la rispota è tata la stessa le ricette hanno queta indicazione:"insuff cardiaca congestizia" oppure "scompenso cardiaco " ,e ne ho ivere,il tesserino indica due esenzioni ,,io non ho tolto la digossina penso che se fosse un farmaco "inutile" raei già stato maledopo nove anni. Ho decsio di cambiare medico di base ..anche queto non specilizzato,il quale esaaminanol'ecocuore e altri esami del sangue mi ha etto che ho solo una patologia:la fibrillazione atriale.

    Ogni sei mesi,circa eseguo ecg,,ecocuore e altri esami.. lamia domanda è:devo dar retta a un medico di base ,o al reparto che ha confermato le due patologie? Magari qualcuno ha sbagliato.. dopo nove anni è sorto questo problema,prima no,c'è anche l'ipertensione certificata.Purtroppo il medico di base che era anche cariologo, è andatoin pensione ma contattato ha cofermato le due patologie.
    Grazie.

    La digitale le serve per tenere bassa la frequenza cardiaca
    Non sono necessari controlli così frequenti dei livelli ematici
    Per diagnosticare lo scompenso ci si bada sui sintomi e l ‘ esame clinico

    Dott. Fabrizio Delnevo

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Mi sono laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Torino Dopo qualche anno presso il servizio di Cardiologia dell'Ospedale CTO, dal 199...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ipertensione
  • scompenso cardiaco
  • prevenzione primaria malattie cardiovascolari
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università di Torino

Specializzazioni

  • Cardiologia

Tirocini

  • Thorax Center Rotterdam (NL)

Foto


Competenze linguistiche

Inglese

Premi e riconoscimenti

  • Istruttore ACLS American Heart