Tetano e lacerazione imene.È possibile contrarlo in questo modo?Abbiamo usato usato il preservativo, ma non avevamo le mani asettiche.Ci troviamo in un paese tropicale.È passato un giorno dalla prima lacerazione.Oggi abbiamo avuto un secondo rapporto e l'imene si è lacerato ulteriormente.Corro rischi?Devo fare un vaccino?
Prof. Torello Lotti
Prof. Torello Lotti
Dermatologo, Allergologo, Infettivologo
Firenze
Assolutamente improbabile ! Più che il pericolo di contrarre Tetano vorrei stigmatizzare il pericolo delle infezioni sessualmente trasmissibili.

Direi che è veramente improbabile contrarre il tetano perché le spore si trovano soprattutto nel terreno. Godetevi la vacanza

Specialisti per Malattia sessualmente trasmissibile

Giulia Zangheri

Giulia Zangheri

Ginecologo

Milano

Fabiana Toneatto

Fabiana Toneatto

Ostetrica

Milano

Patrizia Carnio

Patrizia Carnio

Ginecologo

Milano

Martina Zanni

Martina Zanni

Dermatologo

Parma

Benedetta Miglino

Benedetta Miglino

Dermatologo, Medico estetico

Novara

Francesco Benincasa

Francesco Benincasa

Internista, Neurologo

Torino

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 28 domande su Malattia sessualmente trasmissibile

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.