Salve buongiorno mi chiamo Luca... Ho eseguito il Mineralogramma (esame del capello) e mi hanno ris

4 risposte
Salve buongiorno mi chiamo Luca...
Ho eseguito il Mineralogramma (esame del capello) e mi hanno riscontrato un eccesso di MERCURIO, PALLADIO, LANTANIO E TALLIO... allo stesso tempo mi hanno riscontrato una carenza di 23 minerali, tra cui i più importanti sono CALCIO, MAGNESIO, FERRO, FOSFORO, SELENIO, MANGANESE, COMO, COBALTO, MOLIBDENO, VANADIO, BARIO, LITIO, NICHEL, e altri 10...

Gentilmente ne volevo sapere un po' di più, riguardo la mia situazione...
Grazie, cordiali saluti Luca
Salve Luca, il mineralogramma non è ritenuto dalla comunità scientifica un esame attendibile, ci sono ancora studi in corso per verificarne l'effettiva validità. Se vuole conoscere eventuali carenze di minerali ne parli con il suo curante, le prescriverà gli esami corretti da eseguire che possono essere esami del sangue piuttosto che una DEXA. Un' alimentazione varia ed equilibrata, seguendo le porzioni e le frequenze di consumo raccomandate, generalmente non porta a carenze o squilibri né di minerali né di vitamine.

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buonasera Luca, l'esame del mineralogramma può essere eseguito sia con il prelievo del capello sia con un test endovena. Per quanto riguarda la carenza di minerali e vitamine che le è stato riscontrato, effettivamente è quasi sempre presente in situazioni di presenza di metalli pesanti. Per una serie di interazioni che i metalli pesanti hanno nel corpo, si verifica una riduzione nella capacità di assorbimento di minerali e vitamine. A complicare la situazione spesso entrano in gioco anche organi come l'intestino. L'alimentazione ha un ruolo fondamentale ma non possiamo accontentarci di una alimentazione generale (di tutto un pò) ma seguire una alimentazione specifica. Le opinioni sul mineralogramma da un punto di vista scientifico sono discordanti. Ci sono tuttavia affermati medici che lo eseguono e questi medici portano avanti tutta la terapia chelante. A mio parere è importante fare questa valutazione e ritengo che sia una azione di salute che la persona può fare. Il processo di chelazione da metalli pesanti è un percorso che viene fatto attraverso specifiche consulenze nutrizionali ma anche attraverso l'utilizzo di specifici integratori opportunamente scelti e selezionati dal Medico e non possiamo accontentarci di un integratore multi vitaminico. Nel mio studio mi occupo di questo e collaboro con medici in altre regioni che effettuano questo tipo di terapia con discreti risultati.

Il mineralogramma non è ritenuto dalla comunità scientifica un esame attendibile, Se vuole conoscere eventuali carenze di minerali ne parli con il suo curante, E' importante ppoi seguie una dieta equilibratae varia

Con l'oligoterapia potrebbe colmare le sue carenze unitamente ad una dieta specifica disintossicante e riequilibrante, ne parli con la sua nutrizionista di fiducia.

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.