Ho la pressione alta. una media di 140/88. Se inizio a prendere la pastiglia ogni giorno, posso smettere o devo continuare sempre?
L'ipertensione è una patologia sistemica. Si comincia con la modifica dello stile di vita (abolire il sale, dimagrire). Se ciò non basta si passa alla terapia.
Un caro saluto.
Alessandro

Dr. Roberto Bini
Dr. Roberto Bini
Cardiologo
Cesenatico
Generalmente la terapia per l' ipertensione si intende a lungo termine. Esistono tuttavia dei casi in cui la terapia viene iniziata in associazione a misure non farmacologiche (dieta, calo di peso, attività fisica regolare, riduzione del consumo di alcolici) che richiedono tempo per dare il loro effetto. In questi casi è possibile che la terapia possa essere interrotta sempre sotto stretto monitoraggio. In altri casi alcuni pazienti, all' inizio della loro malattia possono non avere necessità della terapia farmacologica nei mesi estivi. Si tratta comunque di una minoranza dei soggetti trattati.

Dovrei capire meglio: che media è 140/88? Di qualche misurazione sporadica, delle 24 ore di un Holter o delle ore diurne dell'holter stesso? Il valore in sè è boder-line e quidi andrebbe trattato con modificazioni delle stile di vita, es. dieta con poco sale, calo ponderale ed attività motoria aerobica.
Comunque in linea generale, tutte le terapie si possono sospendere in ogni momento, sapendo ovviamente che non si avrà più il loro effetto!!

Può anche accadere che si possa sospendere o ridurre in futuro. Di certo i suoi valori pressori vanno corretti, dapprima cercando di modificare le abitudini alimentari riducendo il sale e i cibi salati, e poi farmacologicamente iniziando il farmaco.

Dott.ssa Maria Vicario
Dott.ssa Maria Vicario
Cardiologo
Milano
L’ipertensione è una patologia che sottende molto altre complicanze come infarto ed ictus . Dalle nuove linee guida del novembre 2017 anche le nuove linee guida americane hanno ben descritto ciò che va fatto ed il take home è ora early is better oltre che lower is better.

Dott. Germano Gaggioli
Dott. Germano Gaggioli
Cardiologo, Medico dello sport
Genova
Se la diagnosi di ipertensione è sicura il trattamento una volta iniziato solitamente non va piu sospeso; però bisogna essere certi della diagnosi; perciò è importante usare un metodo corretto da utilizzare prima di deinire un paziente iperteso

Dott.ssa Barbara Presciuttini
Dott.ssa Barbara Presciuttini
Internista, Endocrinologo
Mantova
E' importante sapere che non c'è assuefazione alla terapia, cioè se inizia la terapia lo fa perché iperteso e lo sarà sempre: l'ipertensione arteriosa è una malattia cronica che, quando inizia, non regredisce, a meno che non si dimagrisca molto e non si elimini il sale; in questo caso per qualche tempo potrebbe non aver bisogno di farmaci.

I farmaci antiipertensivi non danno dipendenza, per cui quando il Medico propone la loro assunzione, bisogna collaborare seriamente alla loro assunzione, che non necessariamente essa debba durare tutta la vita, ad esempi in estate, il loro dosaggio , in genere si deve ridurre.
Comunque essi agiscono su una serie di meccanismi, che non hanno nulla a che fare con le strutture del cervello, deputate alla Dipendenza Psichica.

Cordialità
Antonio Bastone.

Salve , se ha avuto diagnosi di ipertensione arteriosa perché c'è una familiarità sicuramente dovrà iniziare terapia e monitorare i valori, considerando la sua età ,i fattori ambientali e familiari e se ci sono altre patologie correlate. Purtroppo non è da sottovalutare ,se il medico ha consigliato il farmaco direi di seguire il consiglio.
Buona gg e un caro saluto .

Dott. Alberto Cozzi
Dott. Alberto Cozzi
Internista, Medico di base, Endocrinologo
Milano
Se si conferma un'indicazione da una documentazione clinico-strumentale completa, la terapia antipertensiva va sempre continuata perchè vantaggiosa. Nei periodi caldi ev. da rivedere la posologia

Dr. Antonio Di Patria
Dr. Antonio Di Patria
Cardiologo
Santa Maria Capua Vetere
L'ipertensione arteriosa subdolamente predispone a malattie cardiocerebrali severe. Pertanto, se è stata fatta tale diagnosi è necessario assumere il farmaco senza pensare ad una eventuale "dipendenza".

Dr. Francesco Brunetti
Dr. Francesco Brunetti
Internista, Endocrinologo, Diabetologo
Chiavari
Per dare una risposta seria bisognerebbe conoscere se ha altri fattori di rischio associati, se i valori riferiti sono abituali e soprattutto in quali ore del giorno ha fatto le misurazioni. Utile un Holter pressorio anche per sapere se nella prima parte della notte ha il normale calo fisiologico o meno. Comunque sia prima si faccia consigliare una dieta adeguata con riduzione di zuccheri semplici, grassi saturi e sodio.
Ultima risposta: i farmaci ipotensivi NON creano dipendenza farmacologica. Se ci vogliono si usano, se si può farne a meno non si usano.

Specialisti per Ipertensione

Michele Fabio Petrilli

Michele Fabio Petrilli

Cardiologo

Genova

Alessandra Crescenzi

Alessandra Crescenzi

Internista, Medico di base

Narni

Maria Teresa Pastore

Maria Teresa Pastore

Dietista

Latina

Luca Oselladore

Luca Oselladore

Cardiologo

Chioggia

Mattia Laffi

Mattia Laffi

Cardiologo

Genova

Francesco Benincasa

Francesco Benincasa

Internista, Neurologo

Torino

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 19 domande su Ipertensione

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.