Indirizzo

Via Paganini 14, Novara
PallaLuna

Prossima data disponibile.:

Mostra l'agenda
Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini di qualsiasi età
338 492.....

Colloquio psicologico • da 50 €

Psicoterapia • da 50 €


Esperienze

Su di me

La dott.ssa Cecilia Bertagna, dopo aver conseguito la Laurea Triennale in Scienze del Comportamento e della Relazioni interpersonali e sociali, ha pro...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università degli Studi di Parma
  • Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica SPP Milano

Competenze linguistiche

Inglese, Tedesco

Prestazioni e prezzi

Colloquio psicologico


Via Paganini 14, Novara

da 50 €

PallaLuna


Psicoterapia


Via Paganini 14, Novara

da 50 €

PallaLuna

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
7 recensioni

  • Puntualità
  • Attenzione
  • Struttura e attrezzature
A
Paziente verificato
Presso: PallaLuna

Una donna super sensibile, empatica, che lascia molta discrezionalità nelle sedute e nell'andamento del percorso in generale. Dà al paziente piena libertà di esprimersi e fornisce in maniera diretta e non degli strumenti di autoindagine ed introspezione. Un'ottima guida psicologica per chi vuole mettersi in gioco credendo nel proprio percorso! Personalmente, mi ha aiutato in maniera delicata e graduale a crescere, a pormi domande, a conoscermi e a riscoprirmi.


S
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: PallaLuna psicoterapia

Un'ottima professionista, pacata, attenta ma anche molto empatica. La visita è durata un'oretta e mi sono sentita completamente a mio agio.
Inoltre propone un colloquio basato sull' onestà e professionalità.
La consiglierò assolutamente.


V
Paziente verificato
Presso: PallaLuna

Ci siamo trovati molto bene con la dottoressa Bertagna,molto cordiale e preparata, studio molto accogliente, sempre puntuale e disponibile,la consiglierei.


E
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: PallaLuna

La dottoressa è stata puntuale, accogliente e molto disponibile. Mi ha subito messa a mio agio e nelle condizionindi esprimermi al meglio. Sono stata molto soddisfatta e mi sono sentita bene


F
Paziente verificato
Presso: PallaLuna Bisogno di sostegno

Attenta, sorridente, preparata. Mi sta seguendo in un percorso importante. Proprio la professionista che cercavo


M
Paziente verificato
Presso: Altro

Professionista seria e di grande sensibilita' e umanita'; e' la persona giusta per aiutare i bambini che necessitano di un supporto psicologico


N
Paziente verificato
Presso: PallaLuna Psicoterapia Familiare

Professionista preparata e disponibile. Mi ha messo subito a mio agio e ha fatto sentire sia me che mio figlio accolti fin dal primo giorno, dandoci un importante sostegno durante tutto il percorso di psicoterapia. Mi sento di consigliarla vivamente a chi sta affrontando un momento difficile.


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 8 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Dottori salve a tutti, sono di nuovo Michela, e in breve vi dico che da quando avevo 15 anni mi sono fidanzata con un ragazzo di 19 anni all’epoca, adesso ho 20 anni.
    E da poco la mia storia è finita, mi ha lasciato lui per una sciocchezza.
    Siamo stati 5 anni e mezzo insieme.
    Lui è sempre stato un ragazzo ossessivo nei miei confronti, diciamo che mi ha sempre messo alla scelta, ed io l’ho sempre scelto.
    Ho rinunciato a tutto come già vi ho detto, ho lasciato gli amici, il lavoro.
    Non scendevo più da sola nemmeno per fare spesa perché gli dava fastidio, scendevo solo con mia mamma, e dovevo avvisarmi ovunque andavo.
    Se mi trovava occupata si impressionava e mi trattava male, non potevo parlare con un uomo perché diceva che ero una poco di buono.
    Quindi ho sempre evitato, chiudendomi in casa.
    Ma in casa non vivevo bene, non ho mai avuto un bel rapporto con mio padre, non si è mai interessato di me, non mi ha mai chiesto come stavo, nemmeno al mio compleanno mi faceva gli auguri, e per questa cosa ho sofferto e tutt’ora soffro moltissimo.
    Ma comunque proprio per non perdere il mio ragazzo ho fatto di tutto, non avevo nemmeno più numeri telefonici sul telefono se non della mia famiglia.
    Lui invece poteva uscire, stava giù anche fino alla mattina e tantissime volte gli si spegneva il telefono e non si faceva sentire.
    E diciamo che anche quando sbagliava lui io lo rincorrevo per paura di restare senza di lui.
    Prima di fidanzarmi avevo una vita tutta mia, andavo a scuola e lavoravo anche se piccola, lui mi ha riempito sempre di domande trattandomi male perché si impressionava su di me, e tutte le volte che non rispondevo come voleva lui, mi trattava male dicendo che non ero buona, e tante volte ha alzato le mani, l’ho sempre perdonato.
    Ma le domande non finivano, ogni volta che gli venivano in mente anche la notte tardi dovevo rispondergli perché altrimenti mi lasciava e non si faceva sentire più.
    E le domande sono sempre state le stesse.
    Però ogni volta che stavamo bene, mi dava la vita mi faceva sentire importante, amata e mi sentivo bene e felice con lui.
    Ultimamente siamo andati in vacanza con i suoi genitori a Rimini, è un giorno c’era giù all’hotel dove alloggiavamo il karaoke, e beh io e il suo papà abbiamo cantato una canzone, prima di cantare gli chiesi il permesso lui mi rispose di si ed io cantai con il papà tranquillamente, non lo vidi più.
    Forse si aspettava che io nn cantavo, ma vi giuro io senza malizia cantai con il papà, ma se sapevo non cantavo.
    Da quel momento mi ha lasciato, dicendomi che ero una prostituta, una poco di buona mi ha detto di non essere seria e che da quel momento mi ha schifato.
    E con una come me non ci sarebbe tornato, io presa dal dolore appena tornati andai a casa sua e gli feci una sorpresa perché mi sentivo in colpa ma niente.
    Sono 13 giorni che non si fa sentire, ed io ancora adesso sto male mi sento in colpa è pure nella mia testa mi dico perché mi fa questo?
    Eppure non l’ho mai tradito l’ho sempre rispettato, ho rinunciato a qualsiasi cosa per lui, e anche quando sbagliava ero io ad andargli dietro.
    In questo momento mi sento abbandonata ho tanta paura perché lo penso continuamente.
    E non riesco a realizzare la fine di questa relazione.
    Ma ditemi ho sbagliato io? Sono io quella sbagliata?
    Vi prego aiutatemi.

    Cordiali saluti.

    Cara Michela,
    da ciò che scrive traspare una grande sofferenza. Purtroppo è sempre stata circondata da persone che le mancano di rispetto, che sviliscono la meraviglia che c'è in lei. È una ragazza volenterosa, che studiava e lavorava, che ama cantare, che sa chiedere aiuto come sta facendo ora con noi... Le relazioni buone sono la nostra linfa vitale. Non ha potuto scegliere suo padre, ma può decidere con chi trascorrere il suo tempo al di fuori della famiglia.
    Non ha sbagliato assolutamente nulla. È rimasta imprigionata in una situazione insostenibile, dalla quale può liberarsi.
    Le consiglio di cercare un professionista che possa aiutarla a superare tutto questo e le auguro di cuore di tornare a volersi bene e a "prendersi cura di Michela".

    Dott.ssa Cecilia Bertagna

  • Buonasera gentili dottori, ho un dubbio che riguarda la logistica nella cura della mia bambina di quasi un anno. Ho preso degli impegni lavorativi che mi occuperanno due giorni pieni al mese (sabato e domenica) in cui staró fuori tutto il giorno, tornando la sera a cena. Non ho lavorato fin ora e la piccola è sempre stata con me e qualche ora con la nonna. Il dubbio è: faccio venire la nonna con me in un ambiente che la bambina non conosce e durante la pausa pranzo sto con lei oppure la lascio tranquilla a casa con la nonna ma stando tutto il giorno senza di me? Premetto che spesso ci muoviamo e non abbiamo una vita molto stabile e lineare, che la bambina sta molto volentieri con la nonna e c’è stata anche molte ore, che la allatto ancora, soprattutto per addormentarsi. Grazie se avrete consigli o idee migliori. Un caro saluto, Cristina

    Buongiorno signora, io penso che possa tranquillamente lasciare la bambina con la nonna per l’ intera giornata. Tornerà per cena, quindi riuscirà a salutarla e a metterla a letto allattandola, se lo riterrà opportuno.
    Le auguro buon lavoro e tanta serenità.
    Cordiali saluti
    Cecilia Bertagna

    Dott.ssa Cecilia Bertagna

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

La dott.ssa Cecilia Bertagna, dopo aver conseguito la Laurea Triennale in Scienze del Comportamento e della Relazioni interpersonali e sociali, ha pro...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università degli Studi di Parma
  • Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica SPP Milano

Specializzazioni

  • Psicologia Clinica
  • Psicoterapia

Tirocini

  • Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara
  • A.S.L. Novara

Competenze linguistiche

Inglese, Tedesco

Account dei social media