La spirometria è uno strumento diagnostico cruciale che i professionisti medici utilizzano per valutare la funzione polmonare. Si tratta di una procedura clinica che misura quanta aria una persona può inspirare ed espirare, nonché quanto velocemente si può espellere l'aria dai polmoni. In questo modo, la spirometria fornisce preziose informazioni sulla salute e il funzionamento del sistema respiratorio di una persona.

Il termine deriva dalle parole greche "spiro", che significa respiro, e "metry", che si traduce in misura. Pertanto, la spirometria è letteralmente la misurazione del respiro. Il dispositivo utilizzato in questo procedimento, lo spirometro, ha visto significativi progressi tecnologici nel corso degli anni, rendendolo uno strumento affidabile e preciso nella medicina moderna.

Scegli la città in cui stai cercando il servizio

Per cosa serve un test di spirometria

Un test di spirometria ha diverse finalità nell'ambito della sanità. Principalmente, aiuta nella diagnosi di condizioni respiratorie come l'asma, la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e la bronchite. È anche fondamentale per rilevare malattie come la fibrosi polmonare, la fibrosi cistica e altre condizioni che influenzano la capacità polmonare di un paziente.

Oltre alla diagnosi, i test di spirometria sono cruciali per monitorare la progressione delle malattie. Tracciando i cambiamenti nella funzione polmonare nel tempo, gli specialisti possono valutare se una malattia sta peggiorando o se un piano di trattamento è efficace. Questo approccio basato sui dati consente cure personalizzate e interventi tempestivi.

Infine, i test di spirometria vengono spesso utilizzati per valutare la funzione polmonare prima di un intervento chirurgico. Questa valutazione preoperatoria aiuta i medici a stimare i rischi coinvolti e a prendere decisioni sull'idoneità del paziente alla procedura.

Come funziona la spirometria

La spirometria comporta un processo semplice ma efficace. All'individuo sottoposto al test viene chiesto di fare un respiro profondo e poi di espirare in un tubo collegato allo spirometro il più forte e rapidamente possibile. Questa azione viene tipicamente eseguita tre volte per garantire risultati accurati.

Lo spirometro misura poi due parametri vitali: il volume di aria esalato nel primo secondo, noto come Volume Espiratorio Forzato in un secondo (FEV1), e il volume totale di aria esalato, denominato Capacità Vitale Forzata (FVC). Il rapporto tra FEV1 e FVC viene utilizzato per valutare la funzione polmonare e diagnosticare malattie respiratorie.

Per garantire l'accuratezza del test di spirometria, il paziente non dovrebbe mangiare un pasto pesante o fumare per almeno due ore prima del test. Alcuni farmaci potrebbero anche dover essere evitati, e qualsiasi condizione polmonare precedente dovrebbe essere segnalata al fornitore di assistenza sanitaria.

Quanto dura un test di spirometria

Un test di spirometria di solito richiede circa 15-30 minuti per essere completato. Questa durata include il tempo impiegato per spiegare la procedura, il periodo effettivo del test e il tempo dedicato a discutere i risultati con lo specialista.

La durata del test stesso è spesso breve, di solito di pochi minuti, durante i quali il paziente esegue l'esercizio di respirazione nello spirometro più volte. Questa ripetizione assicura l'accuratezza e la affidabilità dei dati misurati.

Al paziente viene fornito un adeguato riposo tra ogni tentativo per prevenire vertigini e garantire che possano eseguire ottimamente il successivo esercizio di respirazione. Lo specialista guiderà il paziente durante la procedura e fornirà feedback e incoraggiamento per assicurare i risultati migliori possibili.

Spirometria: costo medio in Italia

Il costo di un test di spirometria può variare ampiamente a seconda di diversi fattori. Questi includono la posizione geografica, il fornitore di assistenza sanitaria e se il test viene effettuato come parte di un controllo sanitario di routine o per diagnosticare una condizione specifica.

Complessivamente, in Italia, un test di spirometria può variare da 30 € a 180 €. Alcuni piani assicurativi sanitari potrebbero coprire il costo del test, specialmente se è medicalmente necessario. È consigliabile verificare con il proprio fornitore di assistenza sanitaria o compagnia assicurativa per informazioni specifiche riguardo al costo.

Spirometria: specialisti e cliniche consigliati

Roma

CENTRO MEDICO CARTESIO

Endocrinologo, Urologo, Dentista

, Fisioterapista, Ginecologo, Oculista, Ortopedico, Ortodontista, Allergologo, Cardiologo, Radiologo, Diabetologo, Andrologo, Medico estetico, Medico certificatore, Posturologo, Massofisioterapista, Immunologo, Igienista dentale, Ecografista Altro
Largo Bacone, 16 scala C, 1^ piano, Roma
593 recensioni
Mostra profilo
Alixir Medical Center

Endocrinologo, Proctologo, Urologo

, Gastroenterologo, Fisioterapista, Neurologo, Psicoterapeuta, Ostetrica, Ginecologo, Ortopedico, Pneumologo, Pediatra, Chirurgo generale, Cardiologo, Diabetologo, Andrologo, Osteopata, Radiologo diagnostico, Posturologo, Senologo, Venereologo, Chirurgo estetico, Chirurgo vertebrale, Tricologo Altro
Via Canino 21, Roma
781 recensioni
Mostra profilo

Milano

Centro Medico Majno

Gastroenterologo, Fisioterapista, Neurologo

, Psicoterapeuta, Psichiatra, Ginecologo, Dermatologo, Ortopedico, Neurochirurgo, Pediatra, Allergologo, Cardiologo, Medico dello sport, Diabetologo, Angiologo, Nutrizionista, Osteopata, Podologo, Fisiatra, Chirurgo vascolare, Chirurgo, Ecografista Altro
Viale Luigi Majno 12, Milano
478 recensioni
Mostra profilo
Washington Medical Center

Proctologo, Urologo, Psicologo

, Gastroenterologo, Fisioterapista, Ginecologo, Dermatologo, Ortopedico, Pneumologo, Neurochirurgo, Reumatologo, Chirurgo generale, Chirurgo plastico, Anestesista, Cardiologo, Andrologo, Angiologo, Osteopata, Fisiatra, Massofisioterapista, Terapista del dolore, Chirurgo estetico Altro
Via Salvio Giuliano 5/3, Milano
1057 recensioni
Mostra profilo

Napoli

Kidney Cardio

Pneumologo, Nefrologo, Chirurgo generale

, Cardiologo, Nutrizionista Altro
Via Vincenzo tiberio 4, Napoli
93 recensioni
Mostra profilo
Rete Medica GVS

Endocrinologo, Urologo, Gastroenterologo

, Fisioterapista, Neurologo, Dermatologo, Ortopedico, Otorino, Chirurgo generale, Epatologo, Cardiologo, Diabetologo, Andrologo, Nutrizionista, Osteopata, Chirurgo vascolare, Tricologo Altro
Via Giuseppe Tropeano 47, Napoli
1395 recensioni
Mostra profilo

Torino

Ospedale Koelliker

Endocrinologo, Urologo, Dentista

, Psicologo, Gastroenterologo, Fisioterapista, Neurologo, Psichiatra, Ginecologo, Dietista, Oculista, Dermatologo, Ortopedico, Pneumologo, Otorino, Neurochirurgo, Ematologo, Pediatra, Nefrologo, Reumatologo, Chirurgo generale, Geriatra, Ortodontista, Medico di medicina generale, Chirurgo plastico, Allergologo, Cardiologo, Angiologo, Chirurgo vascolare, Terapista del dolore, Chirurgo vertebrale, Ecografista Altro
Corso Galileo Ferraris 247, Torino
1964 recensioni
Mostra profilo
Poliambulatorio ES Istituto di Medicina Integrata

Corso Francia 19bis/f, Torino
279 recensioni
Mostra profilo

Domande frequenti

Cosa misura un test di spirometria?

Un test di spirometria misura diversi parametri chiave legati alla funzione polmonare. Le misurazioni più cruciali includono il Volume Espiratorio Forzato in un secondo (FEV1) e la Capacità Vitale Forzata (FVC).

Il FEV1 è una misura di quanta aria una persona può espirare forzatamente in un secondo dopo aver respirato profondamente. Un valore FEV1 inferiore al normale può suggerire una malattia ostruttiva delle vie respiratorie come l'asma o la BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva).

La FVC è una misura del volume totale di aria che una persona può espirare forzatamente dopo aver respirato profondamente. Un valore FVC inferiore al normale può indicare una malattia polmonare restrittiva come la fibrosi polmonare o la sarcoidosi.

Un'altra misurazione critica ottenuta dalla spirometria è il rapporto FEV1/FVC. Questo rapporto viene utilizzato per differenziare tra malattie polmonari ostruttive e restrittive. Un rapporto FEV1/FVC inferiore al normale suggerisce una malattia ostruttiva, mentre un rapporto normale o elevato con FVC ridotto indica una malattia restrittiva.


Come interpretare i risultati di un test di spirometria?

L'interpretazione dei risultati della spirometria coinvolge il confronto dei valori misurati del paziente con i valori previsti in base all'età, al sesso, all'altezza e all'etnia. Deviazioni da questi valori previsti possono fornire indizi sulla presenza e sul tipo di malattia polmonare.

Un valore FEV1 inferiore al normale suggerisce che il paziente potrebbe avere una malattia ostruttiva delle vie respiratorie. Se il rapporto FEV1/FVC è anch'esso basso, conferma ulteriormente la diagnosi di una malattia ostruttiva come l'asma o la BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva).

D'altra parte, se la FVC è inferiore al normale, ma il rapporto FEV1/FVC è normale o elevato, indica una malattia polmonare restrittiva. Questo modello è spesso osservato in condizioni come la fibrosi polmonare o i disturbi della parete toracica.


Quali malattie può rilevare un test di spirometria?

La spirometria è uno strumento potente che può identificare diversi tipi di malattie polmonari. Queste includono malattie polmonari ostruttive come l'asma, la malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) e la bronchiectasia. È anche utilizzata per diagnosticare malattie polmonari restrittive come la fibrosi polmonare, la sarcoidosi e alcuni disturbi della parete toracica.

Un test di spirometria può anche rilevare condizioni come la fibrosi cistica, una malattia genetica che provoca gravi danni ai polmoni e ad altri organi. Viene anche utilizzato per valutare la funzione polmonare nei pazienti con cancro ai polmoni, sia per la diagnosi che per il monitoraggio della progressione della malattia.


Con quale frequenza dovrebbe essere eseguito un test di spirometria?

La frequenza dei test di spirometria dipende dallo stato di salute individuale e dalla presenza di eventuali condizioni polmonari sottostanti. Per individui sani, i test di spirometria di routine potrebbero non essere necessari a meno che non abbiano fattori di rischio per malattie polmonari, come una storia di fumo, esposizione a inquinanti nocivi o una storia familiare di malattie respiratorie.

Per individui con malattie polmonari note come asma o BPCO, sono essenziali test di spirometria regolari per monitorare la progressione della malattia e valutare l'efficacia del trattamento. Questi test potrebbero essere eseguiti ogni 6-12 mesi o più frequentemente, a seconda della gravità della condizione e della risposta del paziente al trattamento.


Quale specialista esegue il test di spirometria?

I test di spirometria sono solitamente eseguiti da uno specialista addestrato come un terapista respiratorio, un tecnologo della funzione polmonare o un infermiere sotto la supervisione di un medico. In alcuni casi, il test potrebbe essere condotto da un medico generico o uno specialista in medicina del lavoro.

Lo specialista che effettua il test guiderà il paziente attraverso la procedura, assicurandosi che comprenda le istruzioni ed esegua correttamente gli esercizi di respirazione. Dopo il test, i risultati sono solitamente interpretati da un medico, spesso un pneumologo, specializzato in malattie del sistema respiratorio.


Come ci si prepara per un test di spirometria?

Prepararsi per un test di spirometria comporta diversi semplici passaggi. In primo luogo, è cruciale evitare di fumare per almeno due ore prima del test. Dovrebbero essere evitati anche pasti abbondanti, poiché potrebbero rendere difficile prendere respiri profondi.

Alcuni farmaci possono influenzare i risultati di un test di spirometria. Pertanto, i pazienti dovrebbero informare il proprio fornitore di cure mediche su eventuali farmaci in uso, compresi farmaci con prescrizione medica, farmaci da banco e integratori.

Il giorno del test, è consigliabile indossare abiti comodi. I vestiti stretti potrebbero limitare la respirazione e influenzare i risultati del test. Infine, i pazienti dovrebbero rilassarsi e seguire attentamente le istruzioni dello specialista durante il test.


Quali sono i benefici della spirometria?

La spirometria offre numerosi vantaggi nella gestione della salute polmonare. È un test non invasivo e indolore che fornisce preziose informazioni sul funzionamento dei polmoni. Misurando i volumi polmonari e i flussi, la spirometria può contribuire alla precoce individuazione di malattie polmonari, anche prima dell'insorgenza dei sintomi.

La spirometria è anche cruciale per monitorare la progressione delle malattie polmonari e valutare l'efficacia dei trattamenti. Fornendo misurazioni obiettive della funzione polmonare, consente ai fornitori di cure mediche di personalizzare i piani di trattamento alle esigenze individuali e di adattarli se necessario.

Inoltre, la spirometria può guidare le decisioni riguardanti le procedure chirurgiche. Valutando la funzione polmonare nel preoperatorio, aiuta a stimare i rischi e determinare l'idoneità del paziente all'intervento chirurgico.


Ci sono rischi associati alla spirometria?

La spirometria è generalmente una procedura sicura con rischi minimi. Tuttavia, poiché coinvolge una respirazione forzata e rapida, può occasionalmente causare effetti collaterali a breve termine come vertigini, tosse, mancanza di respiro o oppressione al petto. Questi effetti sono di solito temporanei e si risolvono poco dopo il test.

In casi rari, il test può causare il collasso di un polmone, specialmente nei pazienti con una struttura polmonare indebolita. Pertanto, è cruciale informare il fornitore di cure mediche su eventuali condizioni polmonari esistenti prima del test.

Per individui con determinate condizioni cardiache, lo sforzo coinvolto nel test potrebbe comportare rischi. Pertanto, il fornitore di cure mediche dovrebbe essere informato su eventuali precedenti di malattie cardiache, recenti interventi cardiaci o ipertensione non controllata.

Domande su spirometria

I nostri esperti hanno risposto a 3 domande su spirometria

Salve, in questi casi è opportuno la visione diretta delle immagini radiologiche da parte di uno specialista per una completa comprensione del quadro