Spirometria - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Spirometria

Un ragazzo effettua un esame di spirometriaLa spirometria è un esame funzionale alla valutazione dell’apparato respiratorio: consente la misurazione dell’aria che i polmoni riescono a contenere e di analizzare come quest’aria si muova all’interno della zona bronchiale, valutando così lo stato di salute dei bronchi (se essi sono aperti o affetti da patologie ostruttive). La spirometria consente anche di valutare se i polmoni del paziente sono iperdistesi o ristretti e di solito viene eseguita in seguito a una visita pneumologica.

Questo esame può essere svolto con apparecchi e modalità differenti in base alle necessità diagnostiche. In assenza di particolari specifiche diagnostiche, viene di solito eseguita la spirometria semplice (o curva flusso/volume) per misurare i gas “mobilizzabili”, cioè la quantità di aria che i polmoni riescono a espirare al massimo sforzo e la velocità con cui riescono a muoverla. La procedura rappresenta il primo stadio della valutazione funzionale respiratoria.

Quando sono state riscontrate anomalie o in presenza di differenti finalità diagnostiche, viene eseguita la spirometria completa. Questa modalità consente la misura della quantità di aria che resta nei polmoni dopo un’espirazione massimale (volume residuo) e permette quindi la valutazione del grado di iper-sufflazione dei polmoni (semplificando: il grado di enfisema).

La spirometria è funzionale alla diagnosi e all’indagine di numerose patologie broncopolmonari, tra cui:

  • Asma;

  • Bronchite cronica;

  • Polmonite;

  • Enfisema polmonare;

  • Broncopneumopatia ostruttiva;

  • Fibrosi polmonare interstiziale;

  • Polmonite.

L’esame è anche funzionale per l’attestazione dell’idoneità alla pratica di determinate attività sportive, sia a livello non agonistico che agonistico.

La spirometria è una procedura semplice e non invasiva, consiste nel soffiare con forza e per il maggior tempo possibile (in ogni caso, per non meno di sei secondi) in un boccaglio sterile collegato allo spirometro.

Non richiede una preparazione particolare, il personale incaricato fornisce comunque tutte le indicazioni per garantire il corretto esito della procedura.

Prima dell’esame il medico rileva dati come sesso, altezza, peso ed età - utili per il calcolo dei valori teorici normali del paziente.

Esistono alcune controindicazioni per la spirometria, che non dovrebbe essere eseguita in caso di:

  • Precedenti aneurismi;

  • Embolia polmonare;

  • Infarto del miocardio;

  • Angina pectoris;

  • Precedenti operazioni chirurgiche a pneumotorace, addome, occhi;

  • Stati di nausea e/o vomito.

Nelle 12 ore che precedono la procedura, il paziente deve evitare di assumere farmaci broncodilatatori o antistaminici. È (ovviamente) controindicato anche fumare nelle ore immediatamente precedenti l’esame (per quanto sia comunque sempre controindicato).

Esperti in spirometria

Trova esperti in spirometria nella tua città:
Paolo Domenico Raviolo

Paolo Domenico Raviolo

Allergologo, Internista

Rivoli

Prenota ora
Giovanni Borio

Giovanni Borio

Pneumologo, Allergologo

Torino

Prenota ora
Carlo Iadevaia

Carlo Iadevaia

Pneumologo, Allergologo

Napoli

Prenota ora
Antonio Capuozzo

Antonio Capuozzo

Pneumologo, Allergologo

Scafati

Prenota ora
Domenico Osella

Domenico Osella

Pneumologo

Orbassano

Prenota ora

Quali professionisti effettuano Spirometria?

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.