Ecografia mammaria

L'ecografia mammaria è una tecnica di imaging diagnostico non invasiva e priva di radiazioni che utilizza onde sonore per produrre immagini delle strutture interne del seno. È uno strumento essenziale utilizzato nella rilevazione e diagnosi di anomalie del seno, come cisti, fibroadenomi e tumori cancerosi.

La procedura viene eseguita applicando un gel lubrificante speciale sul seno e utilizzando quindi un dispositivo portatile chiamato trasduttore che emette onde sonore ad alta frequenza. Queste onde penetrano nel tessuto mammario e rimbalzano per creare echi, che vengono poi convertiti in immagini su uno schermo del computer.

Uno dei principali vantaggi dell'ecografia mammaria è la sua capacità di differenziare tra masse solide, che potrebbero essere cancerose, e cisti piene di liquido, che di solito sono benigne. Questa caratteristica lo rende uno strumento complementare efficace alla mammografia nel campo della diagnostica per immagine del seno.

Scegli la città in cui stai cercando il servizio

A cosa serve l'ecografia mammaria

Le ecografie mammarie vengono utilizzate per una varietà di motivi, principalmente per la diagnosi e il monitoraggio delle condizioni del seno. Sono spesso utilizzate per indagare sintomi come noduli al seno, secrezioni dal capezzolo o cambiamenti nell'aspetto del seno. Possono anche aiutare a identificare la causa del dolore al seno.

In alcuni casi, un'ecografia mammaria può essere eseguita come parte di un processo di screening regolare, specialmente per le donne che presentano un rischio maggiore di sviluppare il cancro al seno. Ad esempio, le donne con seni densi, in cui è più difficile rilevare anomalie tramite la mammografia, potrebbero essere consigliate di sottoporsi a ecografie regolari.

Inoltre, le ecografie mammarie possono guidare i medici durante procedure come le biopsie, in cui viene prelevato un piccolo pezzo di tessuto dal seno per ulteriori esami. Possono anche monitorare la crescita e la risposta dei tumori al seno ai trattamenti come la chemioterapia.

Come funziona l'ecografia mammaria

Il trasduttore, quando viene spostato sul seno, emette onde sonore ad alta frequenza che attraversano il tessuto. Quando queste onde incontrano diversi tipi di tessuto (come cisti piene di liquido o tumori solidi), rimbalzano a diverse velocità.

Il trasduttore cattura poi queste onde sonore riflesse, che vengono convertite in segnali elettrici. Questi segnali vengono elaborati da un computer per creare un'immagine dell'interno del seno, che viene visualizzata su uno schermo. Questa immagine aiuta il radiologo a identificare eventuali anomalie nel tessuto mammario.

Diversi tipi di tessuti riflettono le onde sonore in modi diversi. Ad esempio, le cisti, che sono piene di liquido, appaiono come aree scure nell'immagine ecografica perché la maggior parte delle onde sonore le attraversa. D'altra parte, le masse solide, come i tumori, riflettono più onde sonore e quindi appaiono come aree bianche.

Durata dell'ecografia mammaria

Una procedura tipica di ecografia mammaria può richiedere dai 15 ai 30 minuti per ogni seno. Questa durata può variare a seconda di vari fattori, come le dimensioni del seno, il numero e la complessità di eventuali anomalie riscontrate e se sono necessarie procedure aggiuntive, come una biopsia.

Ecografia mammaria: costo medio in Italia

Il costo di un'ecografia mammaria può variare ampiamente a seconda di diversi fattori. Questi possono includere la posizione della struttura, se si tratta di un ospedale pubblico o privato e se sono necessarie procedure aggiuntive.

In Italia, se la procedura viene eseguita nel servizio sanitario nazionale (SSN), di solito è gratuita. Tuttavia, se si opta per un servizio privato, i costi possono variare da circa 40 a 150 per ecografia. È importante ricordare che questi sono solo valori approssimativi e il costo può variare notevolmente.

Inoltre, vale la pena menzionare che la maggior parte delle compagnie di assicurazioni sanitarie copre il costo di un'ecografia mammaria, specialmente se è consigliata da un medico per scopi diagnostici. Tuttavia, è sempre opportuno verificare in anticipo con la propria assicurazione per conoscere la copertura esatta.

Ecografia mammaria: specialisti e cliniche consigliati

Roma

Roma Medical Center srl

Endocrinologo, Urologo, Gastroenterologo

, Ginecologo, Oculista, Dermatologo, Ortopedico, Pneumologo, Otorino, Pediatra, Geriatra, Allergologo, Cardiologo, Diabetologo, Angiologo, Medico legale, Nutrizionista, Agopuntore, Radiologo diagnostico, Fisiatra Altro
Viale Cortina d'Ampezzo, 246, Roma
1079 recensioni
Mostra profilo
Alixir Medical Center

Endocrinologo, Proctologo, Urologo

, Gastroenterologo, Fisioterapista, Neurologo, Psicoterapeuta, Ostetrica, Ginecologo, Ortopedico, Pneumologo, Pediatra, Chirurgo generale, Cardiologo, Diabetologo, Andrologo, Osteopata, Radiologo diagnostico, Posturologo, Senologo, Venereologo, Chirurgo estetico, Chirurgo vertebrale, Tricologo Altro
Via Canino 21, Roma
834 recensioni
Mostra profilo

Milano

Centro Specialistico Sinapsi

Endocrinologo, Logopedista, Urologo

, Fisioterapista, Psicoterapeuta, Psichiatra, Ostetrica, Ginecologo, Ortopedico, Pediatra, Radiologo, Andrologo, Nutrizionista, Agopuntore, Neuropsichiatra infantile, Senologo, Chirurgo Altro
Via Caduti Bollatesi 14, Bollate
882 recensioni
Mostra profilo
CentroMeid - Medicina Biointegrata

Proctologo, Urologo, Psicologo

, Ginecologo, Dermatologo, Ortopedico, Otorino, Neurochirurgo, Chirurgo generale, Chirurgo plastico, Cardiologo, Radiologo, Diabetologo, Andrologo, Angiologo, Dietologo, Nutrizionista, Osteopata, Medico estetico, Radiologo diagnostico, Massofisioterapista, Chirurgo vascolare Altro
Viale Vittorio Veneto 10, Milano
238 recensioni
Mostra profilo

Napoli

Centro MTN - Medicina e Territorio Napoli

Endocrinologo, Proctologo, Urologo

, Psicologo, Gastroenterologo, Fisioterapista, Neurologo, Psicoterapeuta, Psichiatra, Ginecologo, Dietista, Sessuologo, Oculista, Dermatologo, Ortopedico, Pneumologo, Otorino, Nefrologo, Reumatologo, Chirurgo generale, Geriatra, Medico di medicina generale, Epatologo, Chirurgo plastico, Anestesista, Internista, Cardiologo, Cardiochirurgo, Diabetologo, Andrologo, Medico legale, Nutrizionista, Osteopata, Medico estetico, Professional counselor, Fisiatra, Medico certificatore, Audioprotesista, Senologo, Chirurgo pediatrico, Terapista del dolore, Psicologo clinico, Venereologo, Chirurgo estetico, Chirurgo vertebrale, Biologo della riproduzione, Ecografista, Infermiere Altro
Corso Umberto I 23, Napoli
641 recensioni
Mostra profilo
Centro Hermes

Urologo, Psicoterapeuta, Ginecologo

, Pediatra, Nutrizionista, Psicologo clinico, Ecografista, Infermiere Altro
Via Aniello Palumbo 71 , Scala B, Giugliano in Campania
172 recensioni
Mostra profilo

Torino

Poliambulatorio LAMAT

Endocrinologo, Proctologo, Urologo

, Psicologo, Gastroenterologo, Neurologo, Psicoterapeuta, Psichiatra, Ostetrica, Ginecologo, Dermatologo, Ortopedico, Pneumologo, Otorino, Neurochirurgo, Chirurgo generale, Chirurgo plastico, Allergologo, Cardiologo, Medico dello sport, Diabetologo, Angiologo, Nutrizionista, Medico estetico, Fisiatra, Medico certificatore, Chirurgo vascolare, Terapista del dolore, Chirurgo estetico, Ecografista Altro
Via Luigi Cibrario 53, Torino
580 recensioni
Mostra profilo
Prof. Gian Franco Trossarelli

Ginecologo, Endocrinologo, Senologo

Corso Rosselli Carlo e Nello 64, Torino
13 recensioni
Mostra profilo

Domande frequenti

Cos'è un'ecografia mammaria bilaterale?

Un'ecografia mammaria bilaterale è una procedura che prevede la scansione di entrambi i seni, non solo uno. Ciò viene fatto spesso per confrontare i tessuti in entrambi i seni e assicurarsi che eventuali anomalie rilevate in un seno non siano presenti nell'altro. Questo tipo di ecografia è particolarmente utile nei casi in cui il paziente ha seni densi o se la mammografia ha rilevato un'irregolarità in uno dei seni. Un'ecografia mammaria bilaterale fornisce una visione più completa dei tessuti mammarî, contribuendo così a una diagnosi più accurata.


Differenza tra mammografia ed ecografia mammaria

Sia la mammografia che l'ecografia mammaria sono tecniche di imaging utilizzate per esaminare il tessuto mammario, ma funzionano in modi molto diversi e sono utilizzate per scopi diversi.

La mammografia utilizza raggi X a bassa dose per creare immagini del tessuto mammario. È particolarmente efficace nel rilevare il cancro al seno in fase precoce, anche prima che compaiano sintomi. Tuttavia, talvolta può essere meno efficace nelle donne con seni densi, poiché il tessuto denso può oscurare le immagini della mammografia.

D'altra parte, l'ecografia mammaria utilizza onde sonore per creare immagini del tessuto mammario. È particolarmente utile per differenziare tra masse solide e cisti piene di liquido ed è spesso utilizzata insieme alla mammografia per fornire una visione più completa della salute del seno.


Può essere eseguita un'ecografia mammaria durante la gravidanza?

Sì, le ecografie mammarie possono essere eseguite in sicurezza durante la gravidanza. In realtà, spesso sono il metodo preferito di imaging del seno per le donne in gravidanza perché non comportano radiazioni. Le donne in gravidanza potrebbero aver bisogno di un'ecografia mammaria se scoprono un nodulo o sperimentano dolore al seno. Vale anche la pena menzionare che durante la gravidanza sono comuni i cambiamenti al seno dovuti alle variazioni ormonali, e la maggior parte di questi cambiamenti è benigna. Tuttavia, eventuali nuovi noduli o cambiamenti dovrebbero essere valutati da un professionista sanitario per escludere condizioni più gravi.


Gli uomini possono sottoporsi a un'ecografia mammaria?

Sì, gli uomini possono sottoporsi a ecografie mammarie. Anche se il cancro al seno è molto meno comune negli uomini rispetto alle donne, può verificarsi. Le ecografie mammarie possono essere utilizzate per indagare eventuali noduli anomali o cambiamenti nel tessuto del seno maschile.


Ecografia mammaria durante l'allattamento: è possibile farla?

Sì, un'ecografia mammaria può essere eseguita mentre una donna sta allattando. In realtà, spesso viene utilizzata per indagare problemi comuni legati all'allattamento, come la mastite, un'infezione del tessuto del seno, o i dotti del latte ostruiti.

L'ecografia mammaria è sicura, non invasiva e non comporta radiazioni, rendendola uno strumento diagnostico adatto alle donne che allattano. Tuttavia, è importante notare che l'allattamento al seno può causare cambiamenti nel tessuto del seno, il che potrebbe rendere più difficile l'interpretazione delle immagini ecografiche. Pertanto, è fondamentale informare lo specialista sanitario che si sta allattando prima della procedura.


L'ecografia mammaria è dolorosa?

Un'ecografia mammaria di per sé di solito non è dolorosa. Durante la procedura, è possibile avvertire una certa pressione quando il radiologo o il tecnico ultrasonografico preme il trasduttore contro il seno. Tuttavia, questa sensazione è generalmente lieve e non dovrebbe causare disagio.


Malattie diagnosticate con l'ecografia mammaria

L'ecografia mammaria è uno strumento diagnostico potente che può aiutare a rilevare e diagnosticare una varietà di malattie e problematiche del seno. Queste includono:

  • Cancro al seno: l'ecografia mammaria può contribuire a rilevare il cancro al seno identificando masse anomale nel tessuto mammario. È particolarmente utile per differenziare tra cisti benigne e tumori potenzialmente cancerosi.
  • Cisti: si tratta di sacche piene di liquido di solito benigne. L'ecografia è eccellente nel rilevarle poiché appaiono come aree scure nell'immagine ecografica.
  • Fibroadenomi: si tratta di crescite non cancerose nel tessuto del seno. Di solito appaiono come masse solide in un'ecografia.
  • Infezioni o ascessi: se si presentano sintomi di un'infezione al seno, come rossore, dolore o febbre, un'ecografia può aiutare a identificare un ascesso o un'area infetta.
  • Lesioni o traumi: se hai subito un trauma al seno, un'ecografia può aiutare a valutare l'estensione del danno.