RMN A 50 GIORNI DAL REINTERVENTO DI ERNIA CON METODO BASSINI PREVIA RIMOZIONE DI VECCHIA RETE.
L'esame RMN evidenzia esiti di pregresso intervento di ernia inguinale sinistra.
Permangono a livello sottocutaneo grossolani esiti fibrocicatriziali per uno spessore di circa cm.
1,4.
Si associa, nei piani sottocutanei, un'alterazione di segnale iperintensa anche nelle sequenze di
diffusione, quale possibile espressione di esiti di raccolta flogistica saccata ormai pressoché
completamente riassorbita.
Dopo contrasto si osserva un'impregnazione patologica di gadolinio, sia nel tessuto adiposo
sottocutaneo, che nei piani sovra-fasciali, da esito infiammatorio non ancora completamente
risolto.
Si apprezza inoltre una micropoliadenia in regione inguinale con linfonodi ad aspetto flogistico
reattivo di circa cm. 0,8 di diametro, ma con aumento di segnale nelle sequenze di diffusione e
dopo contrasto.
Non particolari alterazioni a carico delle stazioni linfoghiandolari iliache.
Nelle sole sequenze T1 si osserva un'iperintensità della spongiosa delle ali sacrali ed iliache che
non trova corrispettivo nelle sequenze STIR, quale espressione di sostituzione adiposa.
HO DOLORI IN SEDE INGUINALE, ALLA GAMBA SX E AL BRACCIO SX.
COSA POSSO FARE?
Dott. Salvatore Abate
Dott. Salvatore Abate
Dentista, Chirurgo generale, Ortodontista
Catania
credo sia opportuno rivolgersi al chirurgo che ha eseguito l'intervento, a parer mio ha tardato anche troppo.

Dr. Domenico Iusco
Dr. Domenico Iusco
Chirurgo generale, Proctologo
San Giovanni in Persiceto
Il dolore in sede inguinale ed alla gamba sono probabilmente espressione di questa infiammazione ancora non risolta, non mi spiego il dolore al braccio sinistro. La RMN mostra in sostanza una infiammazione della zona rioperata ancora non risolta ma comunque in via di lenta rrisoluzione questo potrebbe giustificare il suo dolore. Ovviamente le consiglio una visita dal chirurgo che l'ha operata per un approfondimento clinico.
Cordiali Saluti
Dott Domenico Iusco

Dott.ssa Debora Cavallo
Dott.ssa Debora Cavallo
Proctologo, Chirurgo generale
Milano
Buongiorno,
la RMN evidenzia uno stato infiammatorio in esiti dell'intervento chirurgico di ernioalloplastica, che si sta gradualmente risolvendo e con il tempo, magari anche sei mesi, non dovrebbe più darle fastidio. Il braccio non c'entra nulla con l'intervento invece. Era per caso il braccio in cui è stato introdotto l'ago per somministrarle delle flebo? Ha avuto per caso una flebite?
Le consiglio comunque di far vedere la RMN al chirurgo che l'ha operata, così che possa avere delle risposte più specifiche.
Cordiali saluti
Dr.ssa Cavallo

buongiorno,
ho alcuni dubbi :ha descritto il referto della RMN ma non il motivo per il quale è stato necessario rimuovere la rete ( dolore? infezione?). l'ernia è recidivata?
ha già mostrato il referto al chirurgo che ha eseguito l'intervento? auguri drssa mulas

Specialisti per Ernia

Angelo Cerofolini

Angelo Cerofolini

Chirurgo generale, Gastroenterologo

Verona

Andrew Di Loreto

Andrew Di Loreto

Fisioterapista

Frascati

Stefano Berti

Stefano Berti

Chirurgo generale

La Spezia

Domenico  Labonia

Domenico Labonia

Chirurgo generale

Modena

Angelo Sorge

Angelo Sorge

Chirurgo generale

Casavatore

Pier Federico Salvi

Pier Federico Salvi

Chirurgo generale, Otorino

Roma

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 20 domande su Ernia

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.