Polimastia
6 risposte
Gentilissimo dottore, sono una donna di 51 anni e dalla nascita ho polimastia che interessa entrambe le ascelle. Ho sempre avuto grandi dolori e problemi tanto da compromettere la postura. Da giovane mi è stato sconsigliato ogni intervento chirurgico per non compromettere l'allattamento di eventuali figli ma credo sia stata una malsana idea visto che l'ultimo figlio avuto a 41 anni non l'ho potuto allattare proprio per la sopraproduzione di latte che mi ha provocato dolori,mastite e febbre...... ora prossima alla menopausa vorrei sapere se potrò intervenire e finalmente trovare giovamento da questo dolore infernale che riesce ad addormentare persino le dita delle mani. A volte di notte devo mettermi dei cuscini sotto le braccia per evitare bruciore e formicolii. Ci sono speranze? Cosa mi consiglia? Tutte le ecografie e mammografie sono difficili da leggere per la troppa densità del seno. Pensavo di fare un accertamento diagnostico più evoluto e chiaro, anche perché in famiglia una zia è deceduta proprio per tumore alle mammelle. Grazie per l'attenzione.
Buonasera signora,
mi spiace che abbia avuto tutti questi problemi negli anni. L'unico trattamento per la polimastia è l'asportazione chirurgica delle mammelle sovrannumerarie.
Le problematiche correlate alla sua situazione dovrebbero risolversi o comunque migliorare dopo l'intervento.
Le auguro una buona serata.

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
buongiorno-la polimastia spesso è di pertinenza chirurgica,una attenta ed esatta valutazione sarà possibile con l'esame clinico piu' che radiologico.
a sua disposizione
Dr.m.eBOLI

Buongiorno, in effetti un "seno denso" risulta un pò difficile da leggere alla mammografia e persino alla RMN, mentre una buona ecografia riesce a valutare la presenza di nodularità di carattere patologico su tutto l'ambito esplorato.
La polimastia è una condizione tutt'altro che rara e la sintomatologia dolorosa dipende dalla quantità di tessuto fibroghiandolare presente nelle sedi ascellari.
Ora che è prossima alla menopausa tale sintomatologia dovrebbe ridursi ma se ciò non fosse un intervento chirurgico di asportazione del parenchima ghiandolare ascellare poterebbe essere preso in considerazione.
Nel frattempo, per ridurre il dolore, che si accentua in fase premestruale, provi ad effettuare una terapia medica a base di betacarotenoidi ossia mediante il KERATOSE cps da assumere due volte al giorno per un mese, indipendentemente, dai pasti e continuare per un altro mese con una sola cps al giorno.

Le mammelle ectopiche come nel caso della polimastia sono più soggette ad ammalarsi. Conviene optare per un intervento definitivo.

Gentile sig.ra la polimastia è una patologia rara , credo che l'asportazione della ghiandole mammarie ectopiche le possa dare giovamento . E' un intervento da eseguire presso un centro di senologia qualificato e può utilizzare il SSN . Per l'esame radiologico alle mammelle può eseguire una mammografia digitale che permette una buona definizione del tessuto mammario o in seconda analisi una Risonanza Magnetica.
Cordiali saluti .

Carissima, dalla sua storia clinica mi pare che lei presenti due problemi: ghiandola mammaria ectopica in sede ascellare ed ipertrofia mammaria, entrambi risolvibili con un intervento chirurgico. Inoltre, chiarirei il disturbo alle mani, che potrebbe dipendere da una sindrome del tunnel capale (cosa che può essere facilmente esclusa con un esame clinico ed una elettromiografia). Nel suo caso appare importante un corretto inquadramento diagnostico per risolvere nel modo più opportuno i vari problemi.

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.