Gentili dottori, ho 30 anni e il 7 gennaio mi sono procurato una frattura composta al malleolo peroneale. Mi è stato applicato il gesso da portare per 34 giorni con arti in scarico e punture di eparina. Purtroppo martedì 11.02 mi sono sottoposto alla radiografia ed è risultato che la frattura non si è consolidata. Effettivamente la frattura sembra esattamente com’era più di un mese fa. Tuttavia, invece che riapplicarmi nuovamente il gesso, l’ortopedico ha optato per un tutore bivalve con graduale carico sull’arto (nuova radiografia tra venti giorni). Da quando ho messo il tutore il malleolo offeso ha ripreso a far male (il dolore era scomparso nell’ultimo periodo di gesso).
Vorrei cortesemente sapere se c’è un modo per evitare una seconda “bocciatura” alla prossima radiografia. Premetto che non fumo, bevo alcool occasionalmente (nel periodo di convalescenza zero), ho uno stile di vita abbastanza sano e assumo molto calcio. Inoltre vorrei sapere se muovere piano piano il piede (dopo aver rimosso il gesso lo muovo ben poco in realtà) rischia di compromettere la guarigione e se questi dolori sono normali. Ps. Non faccio più le punture di eparina.
Grazie infinite
Buonasera, la scelta del collega potrebbe essere giusta in quanto i micromivimenti sulla Roma di frattura potrebbero aiutare la formazione di nuovo calo osseo. Anche il male che riferisce è compatibile con la mobilizzazione della frattura stessa. Sarebbe utile comunque vedere la rx.

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.