dopo una tromboflebite, coscia dx, io ho 71 anni, sono stato curato x 45 gg.con eparina ed antistami

4 risposte
dopo una tromboflebite, coscia dx, io ho 71 anni, sono stato curato x 45 gg.con eparina ed antistaminici x forti pruriti...ora sembrava tutto passato ..mi è rimasto un cordono sottocutaneo ed il medico mi ha detto che era sintomo di guarigione....oggi mi ritrovo cxon la parte gonfia ed indurita e forti pruriti..la dott. mi ha dato antibiotico di nuovo eparina ..antistaminico ecc..è normale o devo preoccuparmi? grazie molte x risposta
Caro signore, la prima cosa da farsi è sottoporsi ad un ecocolorDoppler venoso arti inferiori per capire la causa della trombosi, la sede e impostare una terapia adeguata.
Indispensabile una visita angiologica.
Buona giornata

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Il termine tromboflebite indica una patologia che interessa il sistema venoso profondo e superficiale degli arti inferiori. Una terapia con eparina per 45 giorni potrebbe essere anche insufficiente a produrre una completa ricanalizzazione dell'asse venoso. Non comprendo l'utilizzo dell'antistaminico forse correlato ad un'intolleranza all'eparina utilizzata. La patologia trombotica non si cura con l'antistaminico. La presenza inoltre di un cordone duro indica la persistenza di un evento flebitico. Sarebbe utile un controllo ecodoppler per valutare l'eventuale estensione della malattia e proporre anche eventualmente un'altra eparina. Ritengo necessario un inquadramento clinico e strumentale. Si rivolga quindi ad un chirurgo vascolare di sua fiducia. Buona sera.

Buonasera, la persistenza di un "cordone duro" fa presupporre che la tromboflebite non sia completamente regredita, pertanto sarebbe opportuna una rivalutazione clinica con associato un esame strumentale come Eco Color Doppler Venoso degli arti inferiori al fine di impostare la terapia più corretta

Bisognerebbe ripetere l'esame Ecodoppler per escludere una recidiva.

Esperti

Raffaello Bellosta

Raffaello Bellosta

Chirurgo vascolare, Angiologo

Brescia

Alessandro Martone

Alessandro Martone

Cardiologo

Benevento

Isac Flaishman

Isac Flaishman

Chirurgo vascolare, Chirurgo toracico

Roma

Andrea Antonio Papa

Andrea Antonio Papa

Cardiologo

Maddaloni

Stefano Spiezia

Stefano Spiezia

Chirurgo vascolare

Napoli

Luisella Troyer

Luisella Troyer

Chirurgo vascolare, Angiologo

Milano

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 1 domande su Tromboflebite

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.