Buongiorno, sono un uomo di 38 anni, altezza 1,75 peso 88, soffro di extrasistole benigne, per le qu

3 risposte
Buongiorno, sono un uomo di 38 anni, altezza 1,75 peso 88, soffro di extrasistole benigne, per le quali sono in cura prendendo mezza compressa di cardicor da 2,5 al giorno, inoltre ho il colesterolo un pochino alto per il quale prendo exetimibe 10 mg.
Valori del colesterolo recenti: totale 206, hdl 75, ldl diretto 130, trigliceridi 103.
ho avuto di recente una brutta bronchite (tamponi nasofaringei negativi) per la quale mi hanno dato zitromax e deltacortene da 25mg (mezza compressa mattina e sera), cura che è terminata ieri, da oggi ho cominciato a diminuire il cortisone.
Da ieri ho notato in seguito a dei mal di testa, che la mia pressione si è alzata, di solito monitorandola era nella norma.

Misurazioni: la prima 144-85 , la seconda 141/86 la terza 134 /83
(queste le ultime, ma la media di solito è sempre quella).
Potrebbe essere dovuto al cortisone? e altra domanda, come mai la prima misurazione è sempre quella piu alta e poi si abbassa?
c è da preoccuparsi?

Ringrazio anticipatamente chi mi risponderà
Saluti
Buongiorno, mal di testa in che punto? Se sopra la fronte, potrebbe essere sinusite, ma se il mal di testa è generalizzato, molto probabilmente è dovuto al cortisone che a sua volta le ha fatto alzare la pressione arteriosa. Quando sospenderà il cortisone, sparirà sia il rialzamento pressorio che il mal di testa.
3 misurazioni diverse, è normale, è per quello che si dice di fare la media di 3
Il motivo alla sensibilità di risposta della pressione del manicotto dello sfigmomanometri sui suoi vasi areriosi ecc (discorso fisiologico).

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buongiorno, il rialzo pressorio potrebbe essere correlato all’assunzione di cortisone ma vista la presenza di due fattori di rischio cardiovascolare ( sovrappeso e ipercolesterolemia) le consiglio di monitorarla anche dopo la cessazione dell’assunzione di cortisone. In ogni caso la pressione si modifica fisiologicamente in continuazione di pochi mmHg. Cordialità

Buon giorno sicuramente il cortisone ha determinato l'aumento di pressione arteriosa e di conseguenza il mal di testa. Aggiungerei anche l'uso dell'antibiotuco che ha sicuramente creato una situazione di disbiosi, anche questa causa dei suoi problemi. Per tale motivo farei un ciclo di probiotici (Enterelle per una settimana). Infine prima di continuare a prendere farmaci per il colesterolo farei esami più approfonditi per valutare il reale eventuale rischio cardiovascolare.
Cordiali saluti

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.