Indirizzo

Via Emilio Longoni 81, Roma
Rome American Hospital


Pazienti con assicurazione sanitaria e pazienti senza assicurazione sanitaria


Carta di credito, Contanti


Esperienze

Su di me

Specialista in Chirurgia Toracica ed in Chirurgia Generale d'Urgenza e Pronto Soccorso. Professore di Chirurgia Toracica presso l'Università di Roma T...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Carcinoma del polmone
  • Dolore toracico
  • Carcinoma dell'esofago
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università Federico II di Napoli
  • Hopiteaux Universitaires de Strasbourg, France
  • Thoraxklinik, Heidelberg, Germany

Specializzazioni

  • Chirurgia Toracica
  • Chirurgia Generale

Competenze linguistiche

Inglese, Francese

Prestazioni e prezzi

Prestazioni suggerite

Toracentesi


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Visita pneumologica


Via Emilio Longoni 81, Roma

da 300 €

Rome American Hospital


Visita Specialistica di Chirurgia Toracica


Via Emilio Longoni 81, Roma

da 300 €

Rome American Hospital

Altre prestazioni

Asportazione radicale di lesione della cute


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Biopsia bronchiale


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Biopsia della pleura


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Broncoscopia


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Chirurgia della tiroide


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Lobectomia polmonare VATS


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Pleurectomia


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Pneumonectomia


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Visita di chirurgia toracica domiciliare


Via Emilio Longoni 81, Roma

Scopri di più

Rome American Hospital


Visita di controllo di chirurgia toracica


Via Emilio Longoni 81, Roma

da 200 €

Rome American Hospital

Recensioni

Hai avuto una visita con Prof. Stefano Elia?

Scrivi una recensione, parla della tua esperienza. Centinaia di pazienti ti saranno grati!

Scrivi una recensione

Risposte ai pazienti

ha risposto a 13 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Buongiorno mi chiamo gennaro e ho 60 anni il giorno 27 febbraio ho fatto un ex toracica il risultato è non apprezzabili alterazioni parenchimali polmonari di tipi infiltrativo in atto, accentuazione del disegno polmonare in ambedue gli ambiti, diaframma regolare con seni costo fenici normoespansi, ombra cardiaca in sede nei limiti volumetrici della norma, il mio medico mi ha prescritto zitromax per 3 giorni x 2 settimane ad oggi 11/04/2020 sono a casa mi sento bene...solo sintomi leggeri influenzali, quello che vorrei chiedere se ho contratto la pilmonite e se questi risultati possono essere associati ad eventuale infezione al covid19 grazie cordiali saluti gennaro

    Buongiorno. Se non presenta sintomi che possono essere associati alla infezione da Covid19 (febbre alta, tosse stizzosa, mancanza di gusto e/o olfatto) e in considerazione del referto della radiografia del torace non mi sento di porre il sospetto di una positività per Covid 19. Segua le raccomandazioni del suo medico curante e resti a casa come da istruzioni istituzionali evitando contatti ravvicinati con altre persone.

    Prof. Stefano Elia

  • Salve ho 36 anni, ex fumatrice (ho smesso da un anno).
    Scrivo perché da circa una settimana mi hanno diagnosticato (tramite rx e successiva tac) la: “presenza di addensamento parenchimale con broncogramma aereo del segmento basale anteriore del lobo inferiore sinistro cui si associa ulteriore addensamento a stria al segmento basale posteriore e falda di versamento pleurico omolaterale (spessore max in sede basale:20 mm).
    Non apprezzabili addensamenti parenchimali del tipo a vetro smerigliato, ne segni di patologia interstiziale diffusa.
    Non versamento pleurico a destra.
    Con la finestra per osso non sono apprezzabili immagini riferibili a rime di frattura dei segmenti ossei compresi nel campo di vista”
    La terapia che seguo è rocefin, zitramax e deltacortene 25 mg.
    Ho fatto questi accertamenti perché all’atto della respirazione sentivo forti fitte proprio nei punti indicati dalla tac pur non avendo altri sintomi.
    Sia il radiologo che lo pneumologo sembrano escludano il covid ma io a volte penso che sarebbe meglio fosse quello in quanto non sapere da cosa deriva mi preoccupa enormemente.
    Qualche giorno prima di sentire tali dolori ho preso con il fianco (lato superiore) in uno spigolo ma i medici dicono che è improbabile un versamento di questo tipo senza fratture, allora ho detto che soffro spesso di forte reflusso e mi hanno detto che la la presenza di cibo nelle vie aeree è altamente improbabile perché caratteristica degli anziani e comunque anche fosse passerebbe con antibiotici.
    Quindi la conclusione è che nessuno sa da cosa deriva le ipotesi sono di origine batterica o virale.
    Io ammetto di stare meglio ora alla respirazione profonda sento solo leggere fitte e non sempre ma il fatto che dopo due settimane di antibiotico senta ancora dolore mi angoscia.
    Inoltre ho una leggera febbricola (max 37.2nel pomeriggio che non ho ne di mattina ne di sera, quindi forse è la mia temperatura normale...).
    Quello che volevo chiedere è: è davvero improbabile che senza frattura si crei un versamento?
    È normale che ancora io senta dolore seppur limitato?
    È la prima volta che ho una patologia legata ai polmoni e sono davvero preoccupata di solito non prendo nemmeno l’influenza stagionale.
    Ringrazio a chi risponderà.
    Federica

    Buongiorno. Mi sembra che il suo caso sia da ricondurre ad un processo flogistico (polmonite) basale sinistro che spiegherebbe il quadro radiologico. Bisogna attendere l'esito della terapia in corso e fare un altro controllo radiografico (Rx-torace o meglio TC) tra non meno di 15 giorni per rivalutare la situazione. Laddove dovesse persistere lo stesso quadro sarebbe il caso di sottoporsi ad una PET TC con mezzo di contrasto.

    Prof. Stefano Elia

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Specialista in Chirurgia Toracica ed in Chirurgia Generale d'Urgenza e Pronto Soccorso. Professore di Chirurgia Toracica presso l'Università di Roma T...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Carcinoma del polmone
  • Dolore toracico
  • Carcinoma dell'esofago
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università Federico II di Napoli
  • Hopiteaux Universitaires de Strasbourg, France
  • Thoraxklinik, Heidelberg, Germany

Specializzazioni

  • Chirurgia Toracica
  • Chirurgia Generale

Competenze linguistiche

Inglese, Francese

Ricerche correlate