Visita oftalmologica - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Visita oftalmologica

La visita oftalmologica è un esame oftalmologico generale con cui è possibile determinare e individuare anomalie degli occhi. La visita procede di solito con l’esame attento della parte anteriore dell’occhio e di tutte le sue parte superficiali: occhio, fondo dell’occhio, retina, pressione intraoculare.

Una paziente e una dottoressa durante una visita oftalmologicaNel caso in cui la visita individui anomalie oculari, l’oculista richiede ulteriori esami a scopo diagnostico. Per una visita oftalmologica completa è fondamentale avere apparecchi diagnostici precisi, che consentano di effettuare una ottimale diagnosi precoce.

Diverse malattie degli occhi, durante la loro prima fase, avvengono in modo nascosto senza sintomi evidenti. Molto spesso, i pazienti con patologie come il glaucoma, il cheratocono, il distacco della retina o la degenerazione maculare effettuano la visita quando la loro vista sta peggiorando vistosamente.

Di seguito, ecco alcuni sintomi che non devono essere mai ignorati e cui deve far seguito la richiesta di una visita oftalmologica:

  • Lacrimazione anomala;

  • Calo della vista (anche leggero);

  • Arrossamento dell’occhio;

  • Eccessiva sensibilità alla luce (fotofobia);

  • Cefalea oftalmica, ovvero un mal di testa legato a problemi di vista.

Per una giusta prevenzione, sono raccomandate visite a scadenza regolare per tutti i soggetti che portano occhiali o lenti a contatto e per tutti coloro che hanno già ricevuto in passato una diagnosi di malattia oculare.

La visita oftalmologica inizia di solito con un controllo della pressione intraoculare e con la misurazione delle diottrie sugli occhiali (qualora utilizzati dal paziente). Nel caso di pazienti che usano spesso lenti a contatto, si raccomanda di non portarle nel corso dei due giorni precedenti la visita e di portare con sé l’ultimo rapporto oculistico con informazioni sulle lenti a contatto prescritte.

Una fase fondamentale di ogni visita oculistica e oftalmologica è quella della determinazione dell’acuità visiva con e senza correzione. A questo, fa seguito la verifica che la causa della mancanza delle diottrie sia una patologia specifica.

Successivamente, si procede con la dilatazione della pupilla attraverso l’utilizzo del collirio: dopo 15-30 minuti, il dilatamento della pupilla permette di esaminare l’occhio con uno specifico microscopio e controllare accuratamente tutte le sue parti.

In questa fase, lo specialista procede valutando cornea, cristallino e retina dell’occhio. A seconda del risultato delle misurazioni e dei controlli effettuati, viene stilato un trattamento da seguire (in taluni casi, vengono anche richieste indagini speciali aggiuntive a scopo diagnostico).

La visita oftalmologica non presenta controindicazioni particolari né effetti collaterali e non ha bisogno di particolare preparazione da parte del paziente, salvo quella talvolta di non utilizzare le lenti a contatto nelle 48 ore precedenti l’esame.

Esperti in visita oftalmologica

Trova esperti in Visita Oftalmologica nella tua città:

Domande su Visita oftalmologica

I nostri esperti hanno risposto a 33 domande su Visita oftalmologica

Gentile Signora,
Il suo valore tonometrico corretto in funzione del suo spessore corneale dovrebbe essere più basso di 3mmhg rispetto a quello misurato. Personalmente, e nel suo caso, non…
3 risposte

Gentile Signora lei ha fornito delle informazioni molto dettagliate che mi consentono di darle il mio parere in modo assolutamente consapevole, e questo, nella formula on line, non sempre è possibile.
2 risposte

Salve,
da oculista ovviamente non posso che consigliarle di approfondire il discorso legato alla pressione intraoculare. Esistono tanti tipi di glaucoma e a seconda della tipologia, possono…
5 risposte

Quali professionisti effettuano Visita oftalmologica?

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.