Raggi x - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Raggi x

I raggi X sono una tipologia di energia radiante (come la luce e le onde radio). Si caratterizzano per la capacità di penetrare nel corpo umano, consentendo così al radiologo di ricavare accurate immagini di organi e strutture interne, che saranno poi visualizzate con l’ausilio della pellicola radiografica o per via digitale sul computer.

Una dottoressa analizza una radiografia a raggi XGli esami radiografici sono molto importanti a scopi diagnostici: possono essere anche utilizzati durante specifiche procedure terapeutiche o nel corso di interventi di interventi di piccola chirurgia (es. quando si devono posizionare medicamenti o strumenti medicali all’interno del corpo).

I raggi X vengono utilizzati a scopo diagnostico, mentre altre tipologie di radiazioni a scopo terapeutico (radioterapia).

Ogni parte, organo o tessuto ha una diversa sensibilità all’esposizione ai raggi X, che a sua volta presenta diverse specificità a seconda del singolo esame radiologico. Per quantificare il rischio radiologico collegato all’esposizione radiante, è importante calcolare la dose effettiva (l’unità di misura della dose radiante è il millisievert, mSv) tenendo conto anche della specifica sorgente radiogena.

Ogni giorno, tutti noi siamo esposti a radiazioni originate da sorgenti presenti in natura (radiazioni cosmiche, minerali radioattivi): la radiazione naturale varia nei vari luoghi del pianeta. Il rischio connesso all’esposizione ai raggi X, dev’essere calcolato anche tenendo conto dell’ammontare di radiazioni naturali cui il soggetto è sottoposto.

Il medico radiologo e i tecnici di radiologia cercano sempre di utilizzare un quantitativo di radiazioni il più basso possibile, che garantisca comunque il buon esito della procedura diagnostica. È importante quindi valutare possibili controindicazioni ed effetti collaterali, in modo particolare nel caso di esami radiologici ad alta dose radiante (come la TC).

Al giorno d’oggi, gli standard di radioprotezione si basano sull’idea che qualunque dose di radiazione, anche moderata, possa avere ripercussioni sulla salute. Esistono tabelle per confrontare dosi di radiazione e rischi connessi a età ed esposizione a radiazioni naturali.

Gli esami radiologici sono in genere controindicati per i bambini e per donne in stato di gravidanza. Qualora fosse necessario procedere con una radiografia a raggi X su una donna in stato di gravidanza, il medico radiologo prenderà tutte le precauzioni necessarie per non esporre il feto alle radiazioni.

Il rischio che si sviluppino neoplasie in seguito all’utilizzo dei raggi X durante un intervento chirurgico è molto basso: in casi molto rari, alcuni individui hanno avuto dei danni alla cute in seguito a radiografie a raggi X, in modo particolare in caso di lunga durata dell’intervento.

Esperti in raggi x

Trova esperti in Raggi x nella tua città:
Giuseppe Coppolino

Giuseppe Coppolino

Chirurgo generale

Sant'Agata li Battiati

Prenota ora
Ornella Stellato

Ornella Stellato

Dentista, Ortodontista

San Prisco

Prenota ora
OANA MARIA TAUTU

OANA MARIA TAUTU

Dentista, Ortodontista

Roma

Prenota ora
Luca Dogliotti

Luca Dogliotti

Radiologo

Genova

Prenota ora

Quali professionisti effettuano Raggi x?

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.