Gastroscopia - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Gastroscopia

La gastroscopia è un esame endoscopico utilizzato per l’indagine delle pareti interne di stomaco, esofago e duodeno. Per questa motivazione, l’esame viene definito in medicina esofagogastroduodenoscopia.

La procedura viene eseguita attraverso l’utilizzo del gastroscopio, uno strumento dotato di una sonda dal diametro di circa 8-12 mm e munita di telecamera a fibre ottiche nella sua estremità. Il gastroscopio trans-nasale è invece dotato di una sonda le cui dimensioni non superano i 5 mm.

Oggi, è prassi ricorrere a sedazione per rendere l’esame meno doloroso e fastidioso, eccetto nei casi di gastroscopia trans-nasale, per la sua natura indolore e mini-invasiva.

L’esame viene effettuato in regime ambulatoriale dal medico specialista (normalmente dal gastroenterologo), con l’ausilio del personale infermieristico.

Il paziente si accomoda sull’apposito lettino, poggiando sul fianco sinistro. Il medico inserisce delicatamente il gastroscopio nella cavità orale o attraverso il naso, in caso di gastroscopia trans-nasale.

Durante la procedura, il medico può ricorrere all’insufflazione di aria o acqua dentro la cavità gastrica per ottenere una visualizzazione ottimale della mucosa. A volte vengono inserite delle pinze chirurgiche miniaturizzate, per procedere con il prelievo di frammenti di mucosa o per effettuare altre azioni di natura chirurgica.

Una volta conclusosi l’esame, lo specialista consegna il referto con le indicazioni terapeutiche. Nel caso in cui, durante l’esame, sia stata evidenziata la necessità di procedere con delle biopsie, bisognerà attendere circa 10-12 giorni per ottenere i risultati delle indagini istologiche.

La durata dell’esame può variare dai 4 ai 10 minuti.

Prima di sottoporsi a una gastroscopia, il paziente deve osservare un digiuno nelle  6/10 ore precedenti. Il medico consegnerà al paziente anche delle indicazioni sulla dieta da seguire nell’immediato pre e post esame.

La gastroscopia è utile a fini diagnostici per indagare diverse patologie, tra cui:

  • Esofagite;

  • Gastrite;

  • Ernia iatale;

  • Duodenite;

  • Tumore;

  • Ulcera.

Questa procedura è estremamente utile a livello diagnostico e ha pochi effetti collaterali.  

Un uomo avverte forti dolori addominali: il medico curante potrebbe ricorrere a una gastroscopia a scopo diagnosticoSi raccomanda comunque di contattare con tempestività il medico se dopo l’esame si avvertono i seguenti sintomi:

  • Vomito con presenza di sangue;

  • Difficoltà a respirare;

  • Febbre;

  • Dolori addominali.

A fini diagnostici, si ricorre alla gastroscopia anche per indagare sintomi come dolori ricorrenti all’addome superiore, vomito ripetuto, frequenti bruciori allo stomaco e indigestioni, difficoltà di deglutizione.

Esperti in gastroscopia

Trova esperti in Gastroscopia nella tua città:
Francesco Saverio Mari

Francesco Saverio Mari

Chirurgo generale, Proctologo

Roma

Prenota ora
Simone Sibio

Simone Sibio

Chirurgo generale

Roma

Prenota ora
Mauro Casagrande

Mauro Casagrande

Chirurgo generale, Medico estetico

Roma

Prenota ora
Massimo Oppezzi

Massimo Oppezzi

Gastroenterologo

Genova

Prenota ora
Isabella De Felici

Isabella De Felici

Gastroenterologo

Roma

Prenota ora
Antonio Savanelli

Antonio Savanelli

Chirurgo plastico, Medico estetico, Chirurgo generale

Caserta

Prenota ora

Domande su Gastroscopia

I nostri esperti hanno risposto a 7 domande su Gastroscopia

Dr. Eny Crafa
Dr. Eny Crafa
Gastroenterologo, Psicoterapeuta
Milano
Non ha una malattia che si può trasformare in un tumore e per la quale deve affrontare un intervento chirurgico. Dopo averla tranquillizzato riguardo questi due punti, non mi sembra opportuno…
6 risposte
Dr. Marco Sanges
Dr. Marco Sanges
Gastroenterologo, Epatologo, Proctologo
Villaricca
La terapia triplice garantisce l'eradicazione dell'Helicobacter nel 75-90% dei casi (a seconda dello schema). Quindi non possiamo ancora essere certi che sia guarito dall'infezione.…
3 risposte
Dr. Isidoro Buoncompagni
Dr. Isidoro Buoncompagni
Gastroenterologo, Epatologo
Crotone
Lei parla di problemi invalidanti senza meglio specificarli. Probabilmente sono sintomi da riferire alla malattia da reflusso gastroesofageo la cui diagnosi si basa principalmente sui sintomi…
2 risposte

Quali professionisti effettuano Gastroscopia?

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.