Artroscopia - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Artroscopia

L’artroscopia o chirurgia artroscopica è una procedura chirurgica che permette di operare l’interno delle articolazioni senza effettuare la loro apertura (contrariamente alle metodiche classiche).

Il chirurgo artroscopico può ispezionare e visualizzare l’interno dell’articolazione ricorrendo all’utilizzo di specifici microscopici, di dimensioni molto piccole: gli artroscopi. Questi strumenti aumentano di molto non solo le capacità diagnostiche ma anche l’accuratezza della visualizzazione.

Chirurgo opera ginocchio di un paziente tramite ArtroscopiaGli artroscopi permettono inoltre la cattura delle immagini delle articolazioni esaminate e delle azioni chirurgiche praticate, grazie a un sistema di registrazione video e fotografico collegato a un sistema di lenti miniaturizzate dello stesso artroscopio.

La tecnica permette quindi di eseguire differenti procedure chirurgiche dentro le articolazioni che in precedenza era possibile effettuare soltanto aprendo chirurgicamente l’articolazione (spalla, ginocchio, anca, caviglia etc.).

L’artroscopia è utile anche come esame diagnostico, al fine di definire l’area precisa interessata dalla patologia, cui può far seguito anche una procedura chirurgica per via aperta qualora l’intervento mini-invasivo non fosse il più indicato.

Il paziente può essere ospedalizzato o la sera prima dell’intervento o la mattina, a seconda della situazione specifica e dell’orario previsto per l’esecuzione dell’intervento. Il ricovero non è comunque sempre necessario, la procedura può essere eseguita anche in regime di day-surgery. L’artroscopia non necessita di una particolare preparazione e risulta utile eseguire nel periodo precendente l'intervento degli esercizi fisici per rinforzare il muscolo, su indicazione dello specialista.

La procedura può durare da 45 a 90 minuti. Concluso l’intervento, il medico effettua una medicazione compressiva piatta.

Bisogna sostituire la medicazione operata dal medico dopo 48 ore a casa, con cerotti di grandi dimensioni. I punti di sutura non devono essere rimossi. Nei giorni che succedono l’operazione, può verificarsi la sensazione di fluidi presenti dentro l’articolazione (il fluido si riassorbirà naturalmente con il tempo).

Nel caso di febbre, forti dolori e sudorazioni e altri sintomi pronunciati, è importante contattare il proprio medico tempestivamente.

Dopo la dimissione dalla struttura sanitaria, il paziente dovrà seguire la terapia farmacologica prescritta dal medico (farmaci da assumere per via orale). Nelle prime ore successive all’artroscopia, eventuali dolori possono essere ridotti applicando impacchi freddi. È importante, in questo periodo, non assumere farmaci con aspirina e non bagnare le ferite post-operatorie.

Per riacquistare in pieno la funzionalità degli arti operati, il medico può consigliare specialisti per effettuare una ginnastica riabilitativa personalizzata. Per una ottimale cicatrizzazione dei tessuti occorrono varie settimane: per questo si raccomanda di non sottoporre l’arto a eccessive sollecitazioni.

Le complicanze che possono seguire all’artroscopia sono molto poche e rare: la principale è l’ematrosi (sanguinamento all’interno delle articolazioni), che ha un’incidenza dello 0,05% (1 volta ogni 500 trattamenti chirurgici).

Esperti in artroscopia

Trova esperti in Artroscopia nella tua città:
Andrea Burini

Andrea Burini

Ortopedico

Segrate

Prenota ora
Matteo Bruzzone

Matteo Bruzzone

Ortopedico

Torino

Prenota ora
Claudio Riccio

Claudio Riccio

Ortopedico

Pozzuoli

Prenota ora
Simone Gatti

Simone Gatti

Ortopedico

Milano

Prenota ora
Francesco Ascione

Francesco Ascione

Ortopedico

Torre del Greco

Prenota ora

Domande su Artroscopia

I nostri esperti hanno risposto a 5 domande su Artroscopia

Buongiorno, normalmente questo tipo di lesione può essere riparata in artroscopia con un intervento di circa 30-40 minuti. L’unico punto interrogativo rimane la retrazione del tendine, a volte…
2 risposte

buongiorno. molto dipende dall'estensione della lesione, dalla sintomatologia dolorosa e dalla limitazione funzionale. Si deve tener presente che la lesione e' evolutiva per cui le…
1 risposte

Dr. Alessio Cristiano
Dr. Alessio Cristiano
Ortopedico, Chirurgo generale
Cosenza
La tendinopatia del clb è una delle principali cause del dolore alla spalla, sarebbe utile integrare con una RX della spalla con proiezioni in AP/LL e successivamente valutare per una eventulale…
6 risposte

Quali professionisti effettuano Artroscopia?

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.