Indirizzo

Piazza della Radio 7, Roma
Centro di Psicoterapia

Prossima data disponibile.:

Mostra l'agenda
Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini a partire da 3 anni
Contanti
335 684.....

Esperienze

Su di me

Sono una psicoterapeuta con formazione psicoanalitica. Ho acquisito esperienza lavorando negli ambulatori del Sevizio Pubblico Sanitario (CSM-Centro d...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Università La Sapienza di Roma - Laurea in Psicologia clinica
  • Università La Sapienza di Roma - Laurea in Filosofia
  • Specializzazione quadriennale - Laboratorio Freudiano per la formazione degli psicoterapeuti di Roma

Foto


Competenze linguistiche

Italiano, Francese

Prestazioni e prezzi

Colloquio psicologico


Piazza della Radio 7, Roma

40 €

Centro di Psicoterapia


Psicanalisi


Piazza della Radio 7, Roma

da 50 €

Centro di Psicoterapia


Psicoterapia


Piazza della Radio 7, Roma

da 50 €

Centro di Psicoterapia


Psicoterapia di coppia


Piazza della Radio 7, Roma

da 70 €

Centro di Psicoterapia


Psicoterapia infantile


Piazza della Radio 7, Roma

da 50 €

Centro di Psicoterapia


Psicoterapia per adolescenti


Piazza della Radio 7, Roma

da 50 €

Centro di Psicoterapia

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
4 recensioni

  • Puntualità
  • Attenzione
  • Struttura e attrezzature
C
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Centro di Psicoterapia psicoterapia

Il primo appuntamento è stato importante: mi sono sentita accolta e a mio agio. La dottoressa offre un ascolto attivo e attento e dopo ogni seduta si ha la sensazione di aver conquistato una nuova consapevolezza e di aver compiuto un altro passo utile a prendersi maggiormente cura di sé.

Dott.ssa Paola Giovani

Grazie per il positivo commento, mi auguro di poterla veramente sostenere nel suo desiderio. Cordiali saluti PG


T
Paziente verificato
Presso: Centro di Psicoterapia

Ho sempre pensato di essere un padre presente e affettuoso, ma il rapporto con mio figlio, che ha 16 anni, da qualche tempo è diventato un inferno. Ho pensato di chiedere aiuto alla dottoressa perché mi sono sentito rifiutato, senza risorse, scoraggiato e depresso, come mai prima. in effetti, ho trovato una psicoterapeuta capace di ascoltare i miei dubbi, le mie crisi di sfiducia, e capace di darmi dei consigli su come affrontare con fermezza l'insofferenza e la rabbia di mio figlio. Penso di aver fatto la scelta giusta per me.

Dott.ssa Paola Giovani

Grazie per l'attenzione. Quello che è importante è la possibilità di un percorso dove lei sta ritrovando la sua serenità e un nuovo punto di vista nel rapporto con suo figlio. Cordiali saluti P G


A
Paziente verificato
Presso: Altro ansia

Mi sono rivolta alla dottoressa Giovani per uno stato ansioso legato alla mia situazione familiare. Mi sentivo soffocare e mi sentivo disorientata. Ho trovato in lei un ascolto attento e un sostegno importante. Mi sta aiutando a affrontare le complicate vicende del quotidiano, a ritagliarmi dei piccoli spazi per me sola e a iniziare a gettare un occhio al futuro.Grazie di tutto

Dott.ssa Paola Giovani

La ringrazio per la sua disponibilità a lasciare un commento. Mi auguro che possa ritrovare nel mio ascolto il suo modo di riconoscere i suoi desideri e i suoi spazi.
A presto P G


S
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Centro di Psicoterapia Insonnia ed ansia

Mi sono rivolta alla dottoressa Giovani a causa di un lungo periodo di insonnia ed ansia che mi stavano rendendo molto difficile la prosecuzione del mio lavoro e delle mie attività quotidiane. Infatti, sono sempre stanca e irritabile. Tutto questo è cominciato senza un motivo preciso. La dottoressa mi ha accolto con grande disponibilità e subito mi sono sentita a mio agio. Mi sono sentita subito ascoltata e capace di parlare liberamente come non mi succedeva da tempo. Sono agli inizi di un percorso, ma la dottoressa mi ha fatto sentire il suo sostegno e la possibilità che andando avanti nei colloqui io possa ritrovare la mia serenità.
Sonia.

Dott.ssa Paola Giovani

La ringrazio per le parole di apprezzamento. La mia posizione è proprio quella di ascoltare quello di cui vuole parlare e che la riguarda.
A presto PG


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 87 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Il Flunagen ha come effetto secondario la depressione o la voglia di stare sempre a letto o sul divano?

    Buongiorno, non so perché le abbiano prescritto questo farmaco. Tuttavia basta fare una ricerca su internet per sapere quali sono gli effetti collaterali indesiderati. Le consiglierei di rivolgersi al suo medico curante segnalando lo stato di astenia che lamenta. Probabilmente troverà una soluzione più adeguata. Cordiali saluti PG

    Dott.ssa Paola Giovani

  • Che cosa mi sta accadendo? Sono colei che vi ha detto che alla 2 seduta di emdr è stata make ed il suo psicoterapeuta mi ha chiesto scusa per l incidente di percorso perché lavorando sul lutto materno sperava che l argine tra mamma e me fosse più forte mentre invece sono uscite tutte fuori le mie paure. Mi ha detto che non lavoreremo per ora sul lutto ma su di me. Gli ho dato fiducia nonostante riandata da lui con il terrore. So di buttare su lui proiezioni mie, pure del fatto che è un uomo ed io ce l'ho col maschile e che la parte irrazionale lo vede come un ennesimo uomo deludente. E che però mi ha chiesto scusa, cosa che gli uomini del mio vissuto non fanno mai e non mi Sn mai sentita protetta. Stasera pero complice un raffreddore che mi ha tenuta a casa 2 gg, un'ansia accumulata, una cervicale infiammata che mi ha fatto venire panico per vertigini, ad una certa ho rivisto mia mamma nel letto di ospedale e anche mia sorella persa anni fa. Tutto così vivido che ha aumentato il terrore scoppiato del tutto mentre andando a sistemare la TV a mio padre vedo un servizio su un caso dei bambini maltrattati ecc in cui mostravano un oggetto che si usa per emdr con degli stimolatori alternati, usato li in modo sbagliato. Beh la tensione del servizio, l oggetto, come dite voi psicologici mi ha fatto da trigger perche l oggetto lomusa pure il mio. O meglio nelle 2 sedute. E li è come se fosse uscito il trauma che ne è uscito dal suo incidente di percorso. L ho percepito come pericoloso, di cui non fidarmi, e ho provato quel panico di chi Scappa da un suo come dire nemico. Ho razionalizzato dicendo che su lui proietto la falsita e sfiducia del uomini, doveva aiutarmi ma invece ha causato un trauma, non è certo un manipolatore o cattivo. Tuttavia non è cosi che posso vivermi il rapporto con un terapeuta. Già ho sfiducia in tante cose, già non ho un punto di riferimento, nessuno di cui davvero mi fido, gia ho il problema del controllo, che appunto avere queste non vorrei fossero paranoie o diventassi matta, questo malessere, che lui che deve aiutarmi me lo sento pericoloso. Gli devo parlare ma poi cosa succederà? Chiudo e cerco ancora? Ne ho altri di tentativi terapeutici andati male ma non cosi forti come questo. Io voglio solo star bene e chi dovrebbe farmi star bene lungo un periodo come posso viverlo cme minaccioso?

    Buongiorno, le domande che lei si pone sulla efficacia della psicoterapia che sta facendo sono fondamentali. Non si tratta di dare un giudizio sulla professionalità e sull'approccio dello psicoterapeuta a cui si è rivolta. Si tratta di dare valore alla particolarità della sua situazione e della sua storia che le hanno fatto avvertire un forte disagio e una forte angoscia a seguito degli incontri avuti con lo psicologo. Non posso dirle come decidere, ma certamente le posso dire che il lutto e il lutto di una madre e di una sorella comportano emozioni e pensieri di tutta una vita e si legano ai primi passi della propria costruzione soggettiva. Freud ha dedicato al lutto un saggio specifico (Lutto e melanconia), forse poco letto, ma molto interessante per le questioni che vi pone. In particolare, osserva che i tempi e i modi del lutto sono sempre molto personali e che il lutto è sempre legato alla propria inclinazione alla nostalgia e in alcuni casi alla melanconia. Dunque, quello del lutto è per ciascun essere umano, un campo molto delicato e perciò da affrontare ascoltando attentamente che quello che ne può dire e ne sa il paziente, che è il solo che l'ha provato, nel modo in cui l'ha provato, ed è perciò anche l'unico che può decifrarne il senso nel transfert della seduta. Il lutto non è un sentimento che si possa rimuovere o correggere come fosse un errore cognitivo o comportamentale. Spero di esserle stata d'aiuto, anche se il discorso sarebbe molto più lungo e articolato. Cordiali saluti PG

    Dott.ssa Paola Giovani

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Sono una psicoterapeuta con formazione psicoanalitica. Ho acquisito esperienza lavorando negli ambulatori del Sevizio Pubblico Sanitario (CSM-Centro d...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Università La Sapienza di Roma - Laurea in Psicologia clinica
  • Università La Sapienza di Roma - Laurea in Filosofia
  • Specializzazione quadriennale - Laboratorio Freudiano per la formazione degli psicoterapeuti di Roma

Specializzazioni

  • Psicoterapia
  • Psicoanalisi
  • Psicologia Clinica

Tirocini

  • CSM (Centro di Salute Mentale) C di Morlupo (ASL Roma F)
  • TSMREE (Tutela Salute Mentale e Riabilitativa in Età Evolutiva) di Guidonia – Sezione di Psicoterapia e Riabilitazione (ASL Roma G)
  • ASL Roma 3 - Sportello d’ascolto dedicato ai Disturbi del Comportamento Alimentare ( DCA)

Foto


Competenze linguistiche

Italiano, Francese