Indirizzo

Studio clinico umile
Via Leonardo Umile 32, Roma (presso)

Prossima data disponibile.

Mostra il calendario
Presso questo indirizzo visito: bambini di qualsiasi età
Contanti, Bonifico
329 121 8436

Visita neuropsichiatrica infantile (150 €)

Psicoterapia di gruppo (50 €)

Parent training (100 €) + 1 Altro

Teacher training (100 €)

Esperienze

Su di me

Mi sono sempre occupata di bambini con problemi del neurosviluppo, ed ho sempre coordinato equipe multifunzionali con psicologi, logopedisti, educato...

Mostra tutta la descrizione

Foto


Patologie trattate

  • disturbo post traumatico da stress
  • Disturbo d'ansia generalizzato
  • Depressione
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • laurea in medicina e chirurgia. università degli studi di Roma Sapienza (1978)
  • specializzazione in Neuropsichiatria Infantile, presso la Clinica di NPI della Sapienza di Roma prof G, Levi
  • psicoterapeuta EMDR
Visualizza altre informazioni

Recensioni dei pazienti

Non vi sono al momento recensioni, puoi essere il primo a recensire Laura Totonelli.

Scrivi una recensione

Prestazioni e prezzi

Visita neuropsichiatrica infantile

150 €

Via Leonardo Umile 32, Roma

Studio clinico umile

150 €

Psicoterapia di gruppo

50 €

Via Leonardo Umile 32, Roma

Studio clinico umile

50 €

Parent training

100 €

Via Leonardo Umile 32, Roma

Studio clinico umile

100 €

Teacher training

100 €

Via Leonardo Umile 32, Roma

Studio clinico umile

100 €

Recensioni dei pazienti

Non vi sono al momento recensioni, puoi essere il primo a recensire Laura Totonelli.

Scrivi una recensione

Risposte ai pazienti

ha risposto a 15 domande da parte di pazienti di miodottore.it


  • Mia figlia frequenta un centro a Siracusa da anni, hanno cambiato spesso terapisti, così ho portato mia figlia privatamente da una terapista cognitivo comportamentale, figura che tra l altro alla stella di Maris di Pisa ci avevano sconsigliato perché la bambina è piccola e ci si può lavorare facendo psicomotricità e trattandola come tutti gli altri bambini. Quando mia figlia ha smesso la terapia cognitivo comportamentale è peggiorata, non so se è una coincidenza.. Così ha ripreso la terapia.. Nel frattempo ha continuato la tma. È migliorata in estate. Da quando è iniziata la scuola è più nervosa e si stanca facilmente.. Non si concentra, si distrae spesso.. Ho eliminato la tma e fa nuoto con tutto gli altri adesso, la sua terapista cognitivo comportamentale, che lo è anche nella tma, mi disse che non era pronta per stare con gli altri.. Mia figlia è andata bene in piscina per due settimane, ma qualche giorno fa l istruttrice mi ha detto che era nervosa e che aveva dato due pizzicotti ad una bambina. Il giorno dopo l ho portata al parco e mi sono accorta che mia figlia è cambiata di uovo, era oppositivo e provocatoria con i bambini,l., in estate rispettava i turni, rispettava gli altri, era gioiosa,, socievole..dopo due settimane dalla scuola, premettendo che la prima è andata benissimo, mia figlia era felice, entusiasta, mia figlia è diversa.. Ha dato persino un pizzicotto ad una compagnetta e la sua espressione è tornata provocatoria.. Non capisco il perché.. La npi non segue da vicino i bambini e non aiutano a trovare le soluzioni giuste, i dottori sono vaghi e superficiali e sono bravi solo a prescrivere farmaci ed terapisti sembrano procedere con lentezza il loro lavoro.

    E' difficile risponderle anche perchè non conosco la diagnosi; dalla sua descrizione la bambina potrebbe essere all'interno dello spettro autistico. in questi casi le maggiori difficoltà sono proprio nella relazione con l'altro e in particolare con i coetanei. E' anche probabile che ci siano periodi in cui è più disponibile e periodi in cui lo è di meno soprattutto se è stressata per es dalla scuola. Io credo che lei debba affidarsi all'equipe che conosce e lavora con sua figlia imparando a tollerare le caratteristiche di comportamento di sua figlia

    Dott.ssa Laura Totonelli

  • Domande su Epilessia

    Buonasera sono la mamma di un bimbo di 14 mesi ha avuto dai sei mesi episodi di assenze dove rimaneva bloccato per 20 secondi senza reagire se chiamato fatto eeg in sonno nella norma sono pochi episodi per parlare di epilessia allora come mai ha questi episodi la neurolsichiatra non ha saputo risp in quanto.non puo ricoverare il bambino dati i pochi episodi grazie

    scuramente la collega NPI le avrà dato dei controlli periodici per valutare la progressione della situazione. Spesso se l'eeg è negativo gli episodispariscono spontaneamente.

    Dott.ssa Laura Totonelli

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Mi sono sempre occupata di bambini con problemi del neurosviluppo, ed ho sempre coordinato equipe multifunzionali con psicologi, logopedisti, educato...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • disturbo post traumatico da stress
  • Disturbo d'ansia generalizzato
  • Depressione
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • laurea in medicina e chirurgia. università degli studi di Roma Sapienza (1978)
  • specializzazione in Neuropsichiatria Infantile, presso la Clinica di NPI della Sapienza di Roma prof G, Levi
  • psicoterapeuta EMDR
Visualizza altre informazioni

Specializzazioni

  • Neuropsichiatria infantile

Tirocini

  • Ospedale Bambino Gesù di Roma
  • Clinica di Neuropsichiatria Infantile dell'Università La Sapienza di Roma


Foto


Competenze linguistiche

Spagnolo

Pubblicazioni e articoli

Pubblicazioni (4)