Dott.ssa

Eleonora Arata

verifiedCreated with Sketch.

Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

1 recensione +aggiungi

Il percorso psicologico per me è un momento di condivisione e cooperazione. Lo psicologo si mette a disposizione, raccontando e chiarendo come funziona e come ci guida la nostra mente… Altro

Prenota una visita

Scegli la data che preferisci e prenota una visita. Riceverai una e-mail di conferma.
5

Punteggio generale
1 recensione

  • Puntualità
  • Attenzione
  • Struttura e attrezzature
  • A

    Una persona disponibile, molto professionale, competente, paziente. Ho ricevuto svariate indicazioni tutte multo dettagliate e precise. Grazie a lei vado a gonfie velle. Ora è il tempo per cambiare la mia propria vita.

Domande del paziente (4)

Ti preoccupi per la tua salute?

Poni domande a migliaia di specialisti! Riceverai al più presto una risposta, in modo completamente gratuito.

Fai una domanda ai nostri specialisti

Chi sono

Su di me

  • Il percorso psicologico per me è un momento di condivisione e cooperazione. Lo psicologo si mette a disposizione, raccontando e chiarendo come funziona e come ci guida la nostra mente nella relazione con l'altro. La persona che decide di intraprendere un percorso ha un ruolo centrale e indispensabile: custodisce la sua storia e la può narrare, dando così al professionista la possibilità di analizzare insieme la difficoltà o la sofferenza che disturba la sua serenità.
    Mi è capitato di conoscere persone molto "preoccupate" per il loro problema; solitamente dico loro che è giunto il momento di "occuparsi" di ciò che li fa star male. Insieme si fanno i primi passi, che ci permettono di passare da uno stato di confusione o di blocco, a una maggiore comprensione di noi stessi e di ciò che genera la nostra sofferenza, e prepararci all'azione.

    In psicologia ci sono diverse teorie e tecniche di intervento. La mia formazione è cognitivo evoluzionistica, ma sono una persona molto curiosa quindi mi tengo aggiornata e non scarto a priori altri punti di vista.
    Possiamo pensare alla nostra mente come un insieme di circuiti. Alcuni sono "pezzi unici", escono dalla fabbrica già preimpostati, perché nel tempo il nostro cervello ha imparato che il lavoro che svolge quel circuito ci garantisce la sopravvivenza (permette di riconoscere i pericoli, di capire come si sentono gli altri e le loro intenzioni). Altri circuiti, invece, si formano nei primi anni di vita, fino all'adolescenza: le relazioni significative, i contesti in cui viviamo, le cure che riceviamo, determinano la loro formazione e funzionamento. Lo psicologo prima aiuta la persona a comprendere come si sono formati i circuiti della sua mente, che fanno provare emozioni disturbanti o che causano pensieri negativi; successivamente, insieme, si creano delle occasioni di cambiamento.

    Mi sono formata in Terapia EMDR (Desensibilizzazione e Rielaborazione tramite i Movimenti Oculari), che è indicata per coloro che hanno vissuto eventi traumatici o situazioni di forte stress emotivo. Quando viviamo un evento molto stressante, il ricordo di questa situazione viene immagazzinato in memoria insieme a emozioni, percezioni, cognizioni e sensazioni fisiche disturbanti che hanno caratterizzato quel momento. Tutte queste informazioni, immagazzinate in modo disfunzionale, restano “congelate” all’interno delle reti neurali (circuiti chiusi) e non sono in grado di mettersi in connessione con altre reti, che contengono informazioni utili. Le informazioni ”congelate”, non potendo essere elaborate, continuano a provocare disagio alla persona, fino a determinare l’insorgenza di patologie come il Disturbo da Stress Post Traumatico (PTSD) e altri disturbi psicologici.
    Sempre più frequentemente arrivano a consultazione persone che portano questo genere di sofferenza, quindi penso che questa terapia sia uno strumento importante che un professionista deve avere nel suo bagaglio di conoscenze.

    Un'altra mia specializzazione è nell'ambito sessuologico. La sessualità ha le sue dimensioni; ognuna di queste può nascondere delle criticità. L’approccio al sesso può essere ludico, oppure avere un significato, “fare l’amore”, o essere parte di un progetto futuro condiviso, orientato alla costruzione di una famiglia.
    Si guarda alla sessualità a tutto tondo, considerando anche tutti quegli aspetti che precedono l’atto di fare l’amore: la complicità nella relazione, le proposte del partner, la ricerca del piacere per sé e per l’altro, le carezze.

    Se vi ho incuriosito, vi invito a venire a conoscermi. Io vi aspetto!

Specializzazioni

  • Sessuologia
  • Psicoterapia

Formazione

  • Sessuologo Clinico (Centro Clinico Crocetta, 2018)
  • Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva (Centro Clinico Crocetta, Torino, 2014-2017)
  • EMDR II livello (Centro di Ricerche e Studi in Psicotraumatologia e EMDR Europe Association, 2017)
  • Consulente Sessuologo (Centro Clinico Crocetta, Torino, 2016)
  • Laurea magistrale in Scienze della Mente (Università di Torino, 2013)
Altro

Competenze linguistiche

  • Inglese

Tirocini

  • Servizio di psicologia per l’età evolutiva A.S.L. TO3 (Collegno, Grugliasco, Pianezza, Alpignano, 2014-2017)
  • Ospedale San Camillo, Servizio di Disturbi Pervasivi dello Sviluppo (Torino, 2015-2017)
  • Ospedale San Camillo, Servizio di Neuropsicologia (Torino, 2012-2013)
  • Ospedale San Luigi, Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi (Orbassano, 2010-2011)
Altro

Certificati

Patologie trattate

Altro

Abilitazione

  • Iscritto all'ordine dei: Psicologi
  • Numero di iscrizione all'Ordine: 7313