Buongiorno sono un ragazzo di 25 anni, faccio da circa 7 anni sala pesi e da 2 crossfit. Circa 4 mesi fa, facendo proprio il corso di crossfit, ho staccato un peso troppo elevato che mi ha portato a sentire tirare il muscolo sulla parte lombare sinistra della schiena. All'inizio pensavo fosse poca cosa così ho continuato a lavorarci facendo carichi abbastanza elevati, finché la schiena un giorno non si è bloccata. Sono stato a letto qualche giorno ed ho preso vari anti-infiammatori, antidolorifici e miorilassanti tuttavia il dolore anche se si calmava non spariva mai del tutto, anche quando sono tornato in palestra mi veniva davvero difficile fare esercizi che richiedevano sforzo di schiena. Cosí mi sono rivolto ad un fisiatra ed ho iniziato la tecar terapia che non ha sortito però alcun effetto, sono quindi andato a fare una risonanza ed è venuto fuori che ho "una protusione discale leggermente eccentrica L5 - S1". Ho fatto vedere i risultati allo stesso fisiatra e mi ha detto che la protusione non è da operare e non c'è una reale cura e che devo conviverci tutta la vita regolando l'allenamento in base al mio problema. Sono conscio di questa cosa tuttavia volevo chiedere se la strada della fisioterapia sarebbe una strada giusta che mi porterebbe a ridurre di molto il problema oppure sarebbe inutile nel mio caso perché sortirebbe effetti minimi. Il dolore va e viene ed a volte, se carico sulla schiena, si acutizza e mi costringe a stare a letto perciò ho eliminato i carichi grossi e sto facendo esercizi che che non impegnano troppo il tratto lombare tuttavia per me è davvero una sconfitta tornare a fare allenamenti troppo leggeri dopo anni di impegno e vorrei cercare di capire se ci può essere una soluzione.

Grazie.
Buongiorno! Da quanto riferisce la sua diagnosi è di discopatia lombare. Se così fosse, una volta superato il quadro acuto, di fatto lei potrebbe continuare a fare qualsiasi sport, avendo semplicemente cura, come chiunque altro, di evitare sforzi e sollevamento pesi in maniera scorretta. Deve attuare delle pratiche di igiene della colonna lombare, che ricomprendano prevenzione, attenzione a posture ed ergonomia, esercizi di stretching e rinforzo di addominali e paravertebrali lombari.
A presto

Suggerisco un ciclo di ossigeno ozonoterapia percutanea lombare che può dare dopo 8 10sedute sia una regressione permanente del dolore che una riduzione volumetrica dell' ernia discale. A me risulta attualmente l unica strada percorribile prima di iniziare
in assenza di dolore un.percorso di fisioterapia ed osteopatia necessari per il recupero totale

Buongiorno, penso che aumentando nell´allenamento il tempo dedicato a riscaldamento e stretching, da effettuare sia prima che dopo lo sforzo, e usando tempestivamente nelle riacutizzazioni x 3 gg sia antinfiammatori che miorilassanti a dose piena gradualmente il problema dovrebbe scomparire. Ricordo sempre che in alternativa ai farmaci l´ agopuntura puo´ aiutare anche in queste circostanze (magari abbinata a trattamento con Moxa).

Dott.ssa Daniela Gambini
Dott.ssa Daniela Gambini
Reumatologo, Fisiatra, Terapeuta
Faenza
Buona sera, in una persona giovane una protrusione discale di questo tipo è rimediabile. Certo è necessaria a mio parere una accurata rieducazione posturale e una grande attenzione alla postura e alla movimentazione dei carichi,sensibilizzandosi all' ascolto del proprio corpo e delle tensioni muscolari.

Dott.ssa Sabina Pellanera
Dott.ssa Sabina Pellanera
Medico estetico, Fisiatra, Nutrizionista
Roma
Prima di tutto, devi imparare a muoverti nel modo corretto e nel tempo potrai ritornare a fare più o meno le stesse cose. Poi devi rinforzare il torchio addominale, soprattutto il muscolo traverso dell'addome, che rappresenta una sorta di bustino naturale. Poi ci sarebbero le infiltrazioni di ossigeno ozono, che non escludono però le altre due cose, che devono essere comunque fatte.

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.