Buongiorno! Ho un problema a letto che non mi è mai capitato....

Da circa 3 settimane mi frequento con una ragazza. All'inizio avevamo un rapporto a letto che, a dir poco, era fantastico. Lo facevamo spesso e tanto, eravamo sempre eccitati.

Circa una settimana fa abbiamo discusso e sono rimasto con una frustrazione emotiva che, sebbene diventata meno accentuata, non è sparita del tutto.

Dopo la discussione il sesso è cambiato.
Provo meno attrazione nei suoi confronti ma, soprattutto, la volta successiva dopo la discussione abbiamo iniziato ma senza concludere perche "non c'erano i mezzi".

A circa 10 minuti dal inizio rapporto non avevo piu erezione.

Abbiamo riprovato a distanza di qualche giorno ed è andata non proprio bene.... Sebbene era eretto all'inizio, nel momento di indossare il profilattico "si è sgonfiato".

Non mi è mai successo...
Sara per la discussione negativa dal punto di vista emotivo? Forse perche lo abbiamo fatto spesso e tanto?

Non ho problemi di erezione al mattino, mi eccito se guardo un video hard (molto raramente), mi masturbo pochissimo.

Siamo due trentenni in ottima forma fisica.
Dott. Luigi Esposito
Dott. Luigi Esposito
Psicologo, Sessuologo, Psicoterapeuta
Napoli
Buongiorno
È quasi certo che la discussione avuta sia la causa apparente e superficiale di quanto accaduto nonché l’evento scatenante della disfunzione sessuale.
La discussione ha creato una chiusura emotiva con conseguente ritiro della libido, ma ciò non sarebbe accaduto se non ci fosse stato un problema latente sia nella relazione ed anche nel suo modo di gestire il conflitto.
Se il problema persiste le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta e sessuologo prima di entrare in un vortice dal quale diventa difficile uscirne da soli.
Cordiali saluti

Dott.ssa Paola Scalco
Dott.ssa Paola Scalco
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Asti
Gentile Utente, la frequentazione con questa ragazza è recente e ancora breve: se le sue aspettative in merito sono di proseguire e approfondire tale relazione, le consiglio di non trascurare i 'segnali' che il suo corpo le ha inviato. Dovete, probabilmente, ancora imparare a conoscervi reciprocamente ed impostare una modalità comunicativa più efficace, maggiormente empatica e rispettosa delle diversità del partner. Chiaritevi con sincerità, confrontandovi su quali siano le intenzioni di ciascuno su questo neonato rapporto, così da comprendere quanto valga la pena investirci in termini emotivi.
Cordialità.

Dott.ssa Paola Uriati
Dott.ssa Paola Uriati
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Roma
Buongiorno, potrebbe essere che la recente discussione l'abbia turbata al punto di manifestare un malessere. Un disagio, che a tutt'oggi ancora avverte con un calo del desiderio, seppur in forma più lieve.
Certamente, la fase iniziale di una relazione, soprattutto di natura sentimentale, è carica di aspettative e significati personali. Durante il percorso di conoscenza, è inevitabile confrontarsi, prima o poi, con esperienze emotivamente discrepanti, relative ad un'immagine dell'altro sempre meno corrispondente alle aspettative iniziali.
Quindi, le suggerisco di confrontarsi con la sua ragazza, manifestando i suoi vissuti. Potrebbe essere l'occasione per chiarirvi ed iniziare a conoscervi in maniera più autentica.
Buona giornata.
Paola Uriati

Dott.ssa Alice Maffeo
Dott.ssa Alice Maffeo
Psicologo, Sessuologo
Vigevano
Buongiorno. Leggendo ciò che ha scritto mi sembra che ci sia un legame tra la lite e le difficoltà successive ad avere un rapporto sessuale; il fatto che ci sia l'erezione al risveglio e che riesca a raggiungere l'orgasmo tramite la masturbazione fa supporre che a livello fisico non ci siano problemi. All'inizio di una relazione si tende ad idealizzare il partner: quando ci sono discussioni che vanno a rompere l'idillio può capitare di trovarsi in un momento di crisi, perchè si deve fare i conti con parti dell'altro che ci erano sconosciute. Sicuramente è importante per voi riprendere questa discussione che, come dice, le ha lasciato una certa frustrazione emotiva, parlando apertamente di ciò che prova.
In bocca al lupo!

Gentile Utente,
Il cambiamento di clima emotivo conseguente alla discussione potrebbe essere la causa di tale problema, così come l'aver avuto una prima esperienza negativa di perdita di erezione, che potrebbe aver generato una paura che si ripresenta ad ogni nuovo rapporto.
L'ansia di perdere nuovamente l'erezione, e la preoccupazione generale per questo problema, non fa che acuirlo. Purtroppo l'ansia crea un circolo vizioso dal punto di vista emotivo e, come la paura, dal punto di vista neurobiologico consiste in una iperattivazione nei confronti dell'ambiente che inibisce alcune reazioni fisiologiche, tra cui l'erezione.
Le suggerisco una visita andrologica e, parallelamente, una consulenza psicosessuale.
Cordialmente

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.