Buonasera, ho un dubbio che mi è sorto da qualche giorno, è da circa un'anno che frequento una pales

14 risposte
Buonasera, ho un dubbio che mi è sorto da qualche giorno, è da circa un'anno che frequento una palestra e degli amici mi hanno consigliato di integrare nella dieta proteine in polvere. Posso ottenere dei benefici nell'assumere delle proteine in polvere? Da tenere di conto che ho il colesterolo leggermente sopra il livello consigliato a circa 220, nonostante mi riguardi mangiando in bianco, non vorrei che andando a modificare l'alimentazione aumentando l'apporto proteico il colesterolo possa crescere.
Buonasera,
innanzitutto le proteine vanno calcolate in base al proprio peso corporeo e all'attività fisica che si svolge.
Senza un'attività fisica mirata spesso è inutile introdurre delle proteine in aggiunta, anche perchè non si può integrare a prescindere senza sapere quante proteine si introducono già con l'alimentazione.
Si può benissimo raggiungere il proprio quantitativo proteico ottimale della giornata senza ricorrere ad integratori.
Il colesterolo non è influenzato dall'apporto proteico ma bensì da una dieta squilibrata.
Sono a sua disposizione per farle migliorare la sua alimentazione e di conseguenza per far scendere il colesterolo e migliorare la sua massa muscolare.
Saluti
Dott.ssa Ambra De Giovanni
Dietista Nutrizionista

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buonasera;
Capita spesso a chi gravita nel circuito delle palestre di vedersi consigliare integratori di vario genere. Rispetto a quanto da Lei sollevato, voglio ricordarLe che, l’assunzione di proteine in polvere nell’ambito di una dieta non correttamente bilanciata determinano uno squilibrio dei nutrienti impegnando il fegato in un super lavoro per far fronte alla gestione delle sostanze presenti in eccesso, e alla sintesi di quelle carenti.
Un fegato impegnato in tal modo non può svolgere pienamente ed efficacemente le altri funzioni, essenziali nella vita di uno sportivo, come quella di riserva o di metabolismo degli zuccheri, o ancora nella sintesi delle proteine cellulari essenziali per la funzione plastica dei tessuti, compreso il muscolo.

Le consiglio pertanto di far seguire la propria alimentazione da un valido professionista del settore, e come faccio sempre a chi si rivolge presso il mio studio, laddove si rende necessario, abbinare al piano nutrizionale una strategia di integrazione alimentare, in questo caso effettivamente efficace in quanto l’assunzione stessa degli integratori avviene attraverso un piano nutrizionale controllato pertanto evitando così squilibri e sovraccarichi al fegato con le relative conseguenze già spiegate sopra.

Un cortese saluto, Dott. Massimo d'Angelo, nutrizionista, dietista.

Buongiorno,
se segue un'alimentazione bilanciata, l'integrazione proteica non ha molto senso.
Se esistono delle esigenze specifiche (recupero della massa muscolare dopo un evento acuto; potenziamento della struttura del muscolo per attività sportive specifiche, diete particolari, patologie degenerative, ecc.), valutate (verifica degli apporti, eventuale analisi della composizione corporea, ecc.) e comprovate (impossibilità di raggiungere gli apporti consigliati con il solo supporto alimentare), allora si può pensare a un'integrazione.
Non è detto che le proteine in polvere siano la soluzione migliore, non tanto per il problema del colesterolo, ma per ragioni legate all'assorbimento intestinale, alla palatabilità e all'eventuale ripercussione su fegato e reni.
Se davvero necessario, dopo un'analisi personalizzata, si può scegliere la soluzione migliore tra proteine, amminoacidi essenziali (tutti) o solo ramificati, un misto tra amminoacidi e proteine e, soprattutto, tra le formulazioni disponibili.
Cordiali saluti,
Andrea D'Ambrosio -
biologo nutrizionista; dietista clinico.

Buongiorno, le proteine in polvere non danno alcun vantaggio se non si regolarizza la propria alimentazione. E' necessario rivedere la dieta nel suo complesso e, se è il caso, possono essere utilissime le proteine in polvere.
Ma non prese così a caso, vanno assunte nei tempi giusti.

Per quanto riguarda il colesterolo, il mangiare "in bianco" non è detto che determini un miglioramento. Si può mangiare benissimo una dieta "normale" e portare il colesterolo a livelli buoni.

Se posso darle un consiglio, eviti il faidate e si faccia seguire. Vedrà i benefici in meno tempo di quanto immagina.

Saluti,

dott. Emilio Chininea

Un'integrazione di prodotti quali proteine in polvere o creatinina o aminoacidi di altra derivazione ...può causare fenomeni di rallentamento del fegato e compromissione della funzionalità dei reni.
Occorre fare una diagnosi mirata per valutare la necessità effettiva dell'assunzione di un integratore questo in linea generale ...a maggior ragione se si parla di proteine in polvere che hanno uno scarto elevato se assunti in quantità eccessive e non necessarie .
Oltre a questo ...occorre avere una conoscenza per valutare la qualità del prodotto ...che molto spesso non è così Come descritto.
Rimango a sua disposizione Buona giornata

Buonasera,
L’integrazione proteica è superflua si segue un’alimentazione varia, bilanciata, personalizzata ed adeguata al livello di attività fisica. Il calcolo del fabbisogno proteico deve essere effettuato sulla base di variabili antropometriche, tipologia, intensità e frequenza dello sport praticato, condizioni fisiche sottostanti ecc.
Le proteine sono dei nutrienti nobili e guai se fossero carenti! Ma un eccesso nell’assunzione porta ad un serio affaticamento metabolico, ad un elevato carico epatico e renale, con conseguenze anche piuttosto serie, specie nel lungo termine. In mancanza di competenze specifiche è sempre bene non improvvisare e non effettuare supplementazioni indiscriminate che possono essere pericolose per lo stato di salute e soprattutto è importantissimo affidarsi solo a professionisti.

I livelli di assunzione proteica necessari per l'attività fisica possono essere raggiunti semplicemente con una buona e calcolata alimentazione, anche nel caso di atleti che necessitano di un incremento della massa muscolare. Nel caso di sportivi amatoriali non è assolutamente raccomandabile in ogni caso. Esiste un mercato ed una cultura perniciosa che nidifica purtroppo proprio nelle palestre, ma i danni possono essere importanti. Cordiali saluti

Il fabbisogno proteico di una persona moderatamente attiva, anche se pratica sport (esclusi atleti professionisti) non supera i 1,5 grammi di proteine per kg di peso corporeo. Quindi se, per esempio, le pesa 80 kg il suo fabbisogno proteico massimo sarà di 120 grammi. Valore che si raggiunge tranquillamente con un'alimentazione sana e variata. Le proteine in polvere forniscono un eccesso proteico che il corpo non può utilizzare e che andrà solo a sovraccaricare il lavoro dei reni per smaltirle. Spero di esserle stata di aiuto. Saluti. D.ssa Giulia Puggioli

Buonasera,
l'integrazione proteica non sempre è necessaria, nella maggior parte dei casi basta seguire una dieta equilibrata per arrivare al proprio fabbisogno proteico, stesso discorso possiamo fare per quanto riguarda l'ipercolesterolemia, seguendo una sana alimentazione basata sulla dieta mediterranea si ottengono ottimi risultati.
Per qualsiasi altro chiarimento resto a disposizione augurandole una buona giornata.

Buonasera, in una moderata attività sportiva è possibile seguire un piano nutrizionale personalizzato senza ricorrere all'introduzione di proteine in polvere. Quel che posso consigliarle è di rivolgersi ad un nutrizionista per un'anamnesi completa, valutazione dello stato nutrizionale e personalizzazione della piano alimentare. Per maggiori informazioni resto a disposizione. Cordiali Saluti

Buongiorno Gentile Utente,
Il suo fabbisogno proteico, seppur aumentato rispetto alla popolazione sedentaria o che svolge altro tipo di attività fisica, può quasi certamente essere coperto anche solo tramite alimenti.
L'integrazione proteica non è vietata ed anzi potrebbe anche darle dei benefici, ma il tutto va calibrato da uno specialista della nutrizione che abbia inquadrato accuratamente il suo caso. Le sconsiglio vivamente il "fai da te" e quindi eviti l'assunzione di proteine in polvere così a caso, in aggiunta alla dieta.
Resto a disposizione per effettuare una valutazione mirata e valutare se tale integrazione potrebbe esserle utile, anche tramite consulenza online. Cordiali saluti

Gentile utente,
L’apporto proteico adeguato al suo peso e al tipo di attività si può raggiungere facilmente con un piano dietetico bilanciato e quindi senza il bisogno di integratori.
Non capisco cosa intenda per dieta “in bianco” in ogni caso per diminuire il colesterolo si può mangiare vario ed equilibrato prestando attenzione ad alcuni alimenti.
Le consiglio di prenotare una visita presso un nutrizionista che possa fornirle un piano alimentare adeguato .

Resto a disposizione per ev. dubbi.
Cordialmente,
Dott.ssa Rebecca Regnoli

Buongiorno
Il dato da Lei espresso è incompleto
Il Colesterolo deve essere valutato non soltanto nella sua quantità ma bisognerebbe valutare anche il rapporto tra HDL ed LDL
Comunque, l'assunzione di integratori di proteine non influenza in maniera relativa il Colesterolo, però consideri tale assunzione il quale deve essere bilanciata rispetto al suo fabbisogno giornaliero
Le consiglio di rivolgersi al suo nutrizionista così da farle comprendere al meglio tale situazione
Cordiali Saluti
Dott. Albis

Buonasera, l'assunzione di un'integrazione proteica deve essere attentamente valutata sulla base dei suoi parametri ematochimici, in particolare quelli relativi alla funzionalità renale.
Premesso che un adeguato introito proteico può essere fornito anche attraverso una corretta assunzione degli alimenti, potrebbe essere di interesse valutare un'integrazione proteica all'interno di una dieta ipocolesterolemizzante, in relazione al tipo e alla frequenza dell'attività fisica che svolge.

Esperti

Katrin Kurz

Katrin Kurz

Nutrizionista, Dietista, Dietologo

Bolzano

Prenota ora
Maurizio Ridolfi

Maurizio Ridolfi

Endocrinologo, Diabetologo, Dietologo

Roma

Prenota ora
Serena Tassinari

Serena Tassinari

Nutrizionista

Cervia

Prenota ora
Stefano Orsi

Stefano Orsi

Nutrizionista

Brescia

Prenota ora
Paola Manzoni

Paola Manzoni

Dietista

Brugherio

Prenota ora
Daniele Chimentelli

Daniele Chimentelli

Nutrizionista

Bucine

Prenota ora

Domande correlate

Hai domande?

I nostri esperti hanno risposto a 46 domande su consigli dietetici

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.