Alessio Novarelli, psicologo La Spezia

Dott. Alessio Novarelli

Salva

Psicologo Altro

1 recensione

Salva

Tempo medio di risposta:

Non trascurare la tua salute

Scegli la consulenza online per iniziare o continuare una terapia, senza muoverti da casa. Se ne hai bisogno, puoi anche prenotare una visita in studio.

Mostra gli specialisti Come funziona?

Indirizzo

Via Baldassarre Biassa 45, La Spezia
Studio di Psicologia - La Spezia

Questo specialista non offre prenotazioni online a questo indirizzo

Pazienti senza assicurazione sanitaria


Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini di qualsiasi età
Carta di credito, Carta di debito, Contanti

Colloquio psicologico di coppia • 50 €

Colloquio psicologico individuale • 50 €

Primo colloquio conoscitivo • 40 €


Non hai trovato sul profilo dello specialista le informazioni che cercavi?

Mostra altri psicologi nelle vicinanze

Esperienze

Su di me

Sono il Dott.re Alessio Novarelli, laureato in Psicologia Clinica, presso l'Università degli studi di Parma, iscritto all'Ordine degli Psicologi regio...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ansia
  • Stress
  • Disturbo d'ansia generalizzato
Mostra tutte le patologie

Specializzazioni

  • Psicologia sportiva

Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Via Baldassarre Biassa 45, La Spezia

50 €

Studio di Psicologia - La Spezia



Via Baldassarre Biassa 45, La Spezia

50 €

Studio di Psicologia - La Spezia



Via Baldassarre Biassa 45, La Spezia

40 €

Studio di Psicologia - La Spezia

Punteggio generale

Tutte le recensioni contano e non possono essere rimosse o modificate dagli specialisti a proprio piacimento. Scopri come funziona il processo di moderazione delle recensioni.
F
Paziente verificato
Presso: Studio di Psicologia - La Spezia Ansia

Professionale ed efficace, stiamo facendo un percorso per superare il mio problema di ansia ed attacchi di panico. Sono migliorata molto e mi sento più padrona di me stessa. Consigliato vivamente.


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 2 domande da parte di pazienti di MioDottore

Domande su Calcibronat

La mia psicologa mi ha conisgliato l'assunzione di Calcibronat poiché, pur dopo aver dormito molte ore, sono sempre molto stanca. Effettivamente assumendolo affronto la giornata diversamente e il senso di stanchezza risulta attenuato. Che controindicazioni ha? Ho 29 anni e sto cercando un figlio.

Tutti gli aspetti e le tematiche inerenti la prescrizione, l'assunzione, la posologia etc... dei farmaci sono di competenza dei medici, laureati e abilitanti alla professione medica.
Facendo un po di chiarezza:
il MEDICO è laureato in medicina e per esercitare deve superare l'esame di stato per l'abilitazione alla professione di medico ed iscriversi all'ordine nazionale e regionale dei medici, tra le sue tante competenze, rientra il trattamento farmacologico;
lo PSICOLOGO è laureato in psicologia e per esercitare deve superare l'esame di stato per l'abilitazione alla professione di psicologo ed iscriversi all'ordine nazionale e regionale degli psicologi, tra le tante sue competenze, nessuna rientra nel trattamento farmacologico;
lo PSICOTERAPEUTA-PSICOLOGO, laureato in psicologia, superato l'esame di stato abilitante alla professione di psicologo, iscritto all'ordine nazionale e regionale degli psicologi e superato un ulteriore percorso formativo quadriennale di psicoterapia, tra le sue tante competenze, nessuna rientra nel trattamento farmacologico;
lo PSICOTERAPEUTA-MEDICO, laureato in medicina, superato l'esame di stato abilitante alla professione di medico, iscritto all'ordine nazionale e regionale dei medici e superato un ulteriore percorso formativo quadriennale di psicoterapia, tra le sue tante competenze, rientra il trattamento farmacologico;
lo PSICHIATRA, laureato in medicina, superato l'esame di stato abilitante alla professione di medico, iscritto all'ordine nazionale e regionale dei medici e superato un ulteriore percorso formativo quinquennale in psichiatria, tra le sue tante competenze, rientra il trattamento farmacologico

Dott. Alessio Novarelli

Domande su psicoterapia

quando dire bugie a una età adulta diventa psicopatologico? bugie per creare preoccupazioni, attirare l'attenzione, finte amicizie, un finto lavoro, essere sempre la vittima.

La bugia secondo Paul Ekman viene definita come un "atto comunicativo consapevole e deliberato di trasmettere una conoscenza non vera ad un altro, in modo che quest'ultimo assuma false credenze sulla realtà dei fatti."

Esistono differenti tipologie di bugie: di evitamento, di difesa, di acquisizione, di autoinganno etc. talune delle quali utilizzate per ottenere un vantaggio personale o per migliorare ed incrementare l'immagine della persona che la racconta, altre, hanno lo scopo di non prendere consapevolezza del proprio funzionamento cognitivo e comportamentale, oppure altre ancora, sono vissute dal soggetto come reali, ma costruite su strutture fantasiose e complesse.

Per rispondere alla domanda, dovrei essere a conoscenza di ulteriori informazioni: costruire una anamnesi dettagliata e completa del soggetto, in relazione a colloqui, interviste, questionari, test, etc.
Successivamente, in relazione all'acquisizione dei dati, potrei indagare sugli aspetti e sulle motivazioni che spingono il soggetto a trasmettere conoscenze non vere agli altri, cercherei di comprendere, se questa modalità è ugualmente rivolta a tutti gli attori sociali o se investe solamente specifiche aree etc. etc.

Concludendo, sottolineo l’importanza dell’acquisizione di tutte le caratteristiche che strutturano l’atto del mentire: intensità, durata, motivazioni, aspetti relativi alla qualità e quantità, aspetti relativi a specifiche sfere sociali e/o personali, etc.

Un disturbo psicopatologico per essere tale deve soddisfare determinati e specifici criteri in più aree:
Chi soffre ad esempio di un disturbo narcisistico di personalità sommariamente desidera l'attenzione degli altri e ricerca solitamente lodi per la sua presunta superiorità, enfatizza la posizione economica o sociale, per essere diagnosticato deve però soddisfare specifici criteri;
chi soffre di disturbo istrionico di personalità, sommariamente, pur di ottenere attenzione è disposto anche ad apparire fragile e dipendente, per essere diagnosticato deve però soddisfare specifici criteri.

Dott. Alessio Novarelli

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Sono il Dott.re Alessio Novarelli, laureato in Psicologia Clinica, presso l'Università degli studi di Parma, iscritto all'Ordine degli Psicologi regio...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ansia
  • Stress
  • Disturbo d'ansia generalizzato
Mostra tutte le patologie

Specializzazioni

  • Psicologia sportiva

Pubblicazioni e articoli

Intervista con il dottore

Ricerche correlate